La primavera è la stagione migliore per sciare

News Consigli e suggerimenti La primavera è la stagione migliore per sciare

Contrariamente a quanto si crede o si pensa, il mese di marzo e l’arrivo della primavera non segnano sempre la fine della stagione di sci, ma piuttosto un nuovo inizio…

Ecco infatti un’altra stagione sciistica, adatta alla pratica e che invita ad un modo diverso di sciare: lo sci primaverile, un vero mix assortito di piacere, festa e bagni di sole!

I mesi di marzo e aprile sono il periodo migliore per andare in montagna e per praticare lo sci. La qualità della neve è molto invitante e il sole è praticamente allo zenit. Le condizioni sono ideali sia per chi vuole imparare, sia per chi è già esperto e vuole divertirsi con le ultime sciate di stagione.

Qui sotto abbiamo elencato diverse buone ragioni per prolungare la vostra stagione sugli sci anche nel periodo primaverile. E magari continuare a godervi la montagna innevata fino agli ultimi giorni di aprile o al primo maggio, nelle stazioni sciistiche in cui è possibile farlo.

 

Sciare in primavera

Sia che siate un principiante o uno sciatore esperto, senza dubbio lo sci di primavera ha qualcosa di magico! Se siete alla ricerca della sciata perfetta, ecco cosa troverete: il sole alto nel cielo che vi riscalda il viso, orari degli impianti di risalita adattati alla stagione (apertura più presto, chiusura più tardi), una neve morbida al mattino grazia al disgelo e al lavoro di preparazione degli addetti agli impianti. Le prime discese sono veramente un piacere, vi darà quasi l’impressione che l’inverno, in alcune località, sembra non finire mai!

E poi…perché non approfittarne per allontanarsi un po’ dalle piste battute? Accompagnati da una guida alpina, si può godere della gioia del fuoripista nelle mattine dei mesi di marzo o aprile: la neve è normalmente più facile in fuoripista in primavera, rispetto alle condizioni invernali. La primavera è la stagione perfetta quindi anche per sciate più avventurose, lontano dagli impianti e lontano dalla folla, immersi in una natura vergine e densa di paesaggi suggestivi.


Avvicinare i piccoli alle grandi gioie dello sci

Non lo ripetiamo mai abbastanza, ma la seconda metà della stagione è senza dubbio il periodo migliore per fare debuttare i principianti sulla neve, soprattutto i bambini. Il sole, le temperature miti, l’ambiente più rilassato e festoso, permettono ai bambini di cominciare senza stress. Non c’è bisogno di alzarsi troppo presto, o di vestirsi troppo abbondantemente… Le temperature sono finalmente in salita in questo periodo e la neve è ideale intorno alle 10/11 di mattina: non troppo gelata, non troppo molle, grazie al sole che incomincia a scioglierla dal gelo notturno. Le curve in questo modo possono essere fatte senza fatica. I bambini (e anche i grandi) non hanno freddo ai piedi, alle mani o al viso e non vogliono smettere mai di sciare!

 

Provare lo snowboard

Quando a fine stagione invernale la neve comincia a essere molto tritata, soprattutto verso fine pomeriggio, grazie al calore e al passaggio degli sciatori, può essere molto invitante, per gli sportivi polivalenti, mollare a casa i propri sci e prendere la tavola da snow. Se siamo alle prime armi con la tavola, le cadute saranno per lo meno più soft…grazie alla neve più morbida. Inoltre, gestire la propria tavola sarà un pò più facile, sarete molto più a vostro agio sulla neve primaverile rispetto a quanto potrete esserlo sulla neve dura, che non perdona nessun errore. Provare per credere. Se avete sempre sognato di mettervi alla prova anche sulla tavola da snowboard, non potrete scegliere momento migliore.

Approfittare del sole

Nel mese di marzo, le giornate si allungano progressivamente, il sole si fa sempre più presente, inondando con i suoi raggi i comprensori sempre più presto al mattino e rimanendo sulle piste fino a tardi nel pomeriggio. Una bella ricompensa per il nostro corpo, provato da un lungo e freddo inverno.

Potrete ritrovare la gioia di mangiare all’aperto sulla terrazza di un ristorante in quota, oppure di un riposino al sole allungati su una sedia a sdraio, senza dovervi preoccupare del freddo o del vento gelido… A fine giornata poi, potrete passeggiare nelle vie delle località di montagna vestiti in modo leggero e senza andare in giro imbacuccati come dei pupazzi di neve. Potrete poi continuare la vostra giornata con un aperitivo con gli amici a fine giornata, quando il sole ancora non è tramontato dietro le montagne. Piccoli piaceri ai quali non potrete rinunciare se deciderete di sciare in primavera.

 

Il momento giusto per tornare in forma

In primavera siamo pieni di energie e pensiamo già all’estate. Nelle stazioni non mancano le occasioni per rimettersi in forma in vista dell’estate: stretching, fitness, mountain bike (anche sulla neve), accompagnate da un ventaglio di attività legate al benessere (sauna, massaggio, jacuzzi…). Tutto è possibile nelle località sciistiche in primavera… Dopo tre, quattro ore di sci al mattino, non c’è niente di meglio da fare che rilassarsi e prendersi cura del proprio corpo!

 

Una bella nuotata… al coperto o all’aperto

Con le temperature più clementi alcune piscine o centri termali aprono i loro tetti e le loro terrazze già in primavera. C’è aria d’estate nelle località sciistiche in primavera! Immaginate il vostro corpo immerso nell’acqua calda e il viso è accarezzato dalla leggere brezza di montagna di fine pomeriggio… Un momento di relax e di gioia, con la neve tutta intorno. É il piacere tipico dei contrasti di fine stagione.

 

Un pò di shopping

Mentre nel mese di gennaio le vie delle località di montagna piombano nell’oscurità già a partire da metà pomeriggio, l’après-ski primaverile è decisamente molto più gradevole. Si può approfittare della luce quasi fino all’ora di cena; è l’occasione ideale per fare un pò di shopping con una temperatura mite, che ci accompagna fino a fine giornata. Condizioni perfette sia per le famiglie, che per le coppie. L’atmosfera in questo periodo è davvero rilassante e si può passeggiare e fare shopping in tutta tranquillità. In più, i negozianti a fine stagione, normalmente, praticano delle promozioni speciali per far fuori i loro stock invernali. Ottima occasione per fare buoni affari in vista della stagione che verrà!

 

Passeggiare nella natura che si risveglia

Sempre a primavera, sulle pendici più esposte al sole, la flora e la fauna si risvegliano e diventano molto vivaci! È questa l’occasione perfetta per andare ad esplorare la natura che rinasce dopo aver trascorso un lungo inverno sotto la neve. Si possono vedere i primi fiori di primavera che sbocciano, oppure le marmotte che osano già avventurarsi nelle prime uscite dalle tane. Insomma, c’è tutto un mondo che si risveglia e piano piano riprende vita.

 

Divertitevi!

In primavera le località montane risvegliano anche la loro agenda mettendo in programmazioni molti eventi. Momenti per allietare gli sciatori con animazioni varie che rendano il soggiorno ancora più piacevole. Amanti dei concerti, dei fuochi d’artificio, delle gare o anche semplicemente del vin brulée o della gastronomia locale di montagna, sarete serviti come dei re! A fine stagione in montagna si respira già aria d’estate: si può stare in terrazza dopo aver sciato, per un aperitivo o una birra, si può pranzare fuori e fare una siesta al sole… Attenzione però a non dimenticare mai la vostra crema solare, il primo sole può giocarvi brutti scherzi!

 

Copyright © 1995-2022  Mountain News LLC.  All rights reserved.