Meteo e Neve: previsioni per i prossimi giorni

News Meteo Meteo e Neve: previsioni per i prossimi giorni

Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo weekend 15-16 gennaio 2022 nelle principali regioni sciistiche italiane.

Il nuovo anno è appena iniziato ma possiamo affermare che a livello climatico ci ha già regalato un sacco di sorprese!

Il prossimo weekend infatti ci stupirà con un altro cambiamento, dopo il freddo e la neve a bassa quota che ha caratterizzato il ponte dell’Epifania ed i giorni a seguire sul nostro paese sta per arrivare un mega anticiclone che metterà in pausa momentanea l’inverno.

Questa area di alta pressione in arrivo dalle Azzorre porterà con se un periodo di stabilità e bel tempo con conseguente innalzamento delle temperature praticamente su tutte le regioni d’Italia che ci farà quasi dimenticare di essere nella stagione più fredda dell’anno.

Dimenticate quindi per il prossimo weekend freddo, piogge e anche nevicate e preparatevi a sole e bel tempo.

E’ quindi il weekend giusto per una bella sciata anche per chi non ama troppo il freddo e la neve fresca. Attenzione però nel mettervi in viaggio verso le vostre località montane preferite perchè il lato negativo di questo bel tempo è che la nebbia tornerà ad avvolgere le pianure del Nord ed alcune località del centro Italia.

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per il prossimo weekend: 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali centrali e orientali 

Per tutto il weekend ci saranno giornate con cielo sostanzialmente sereno e venti di debole intensità.

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

Per tutto il weekend ci saranno giornate con cielo sereno e venti di debole intensità con temperature leggermente sopra la media stagionale.

Primavera in arrivo e inverno agli sgoggioli dunque? Non ci pensate nemmeno! Se le previsioni verranno confermate avremo ancora occasione di indossare guanti e cappelli pesanti nelle prossime settimane perchè il gelo “è dietro l’angolo”.

 

Bollettini neve aggiornati dalle stazioni sciistiche italiane aperte 

 

Potrebbero interessarti:

Quanta neve c’è in pista? Bollettini neve aggiornati

Come sono le condizioni in pista? Webcam in diretta

Le ultime news dalle stazioni sciistiche


Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo ponte 6-9 gennaio 2022 nelle principali regioni sciistiche italiane.

Con il ponte dell’Epifania termineranno le festività Natalizie e terminerà anche il clima mite che ha contraddistinto in tutta Italia i primi giorni del 2022. E’ in arrivo la prima perturbazione dell’anno che arrivando dal Nord Europa scalzerà via l’area anticiclonica che ha caratterizzato l’ultimo periodo e che era presente sino ad ora sul nostro paese, ci aspettano quindi…freddo, pioggia e neve anche a bassa quota. 

A partire dalla sera del 5 gennaio le temperature scenderanno decisamente per restare sotto la media di questo periodo in molte parti d’Italia.

 

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per il prossimo ponte: 

 

Il giorno della Befana la perturbazione toccherà il suo massimo portando precipitazioni di forte intensità che nella zona del Nord Est si tramuteranno in forti nevicate che imbiancheranno le Alpi dagli 800-900 metri di quota. E’ previsto fino a mezzo metro di neve sulle Alpi centro-orientali oltre i 1.800 metri su Adamello Brenta, sul Cadore e sulla Carnia occidentale. A Cortina d’Ampezzo sono previsti circa 20cm di neve, 30cm a Corvara in Badia e 150cm a Sella Nevea, dove però le precipitazioni inizieranno in forma piovosa, per poi trasformarsi in neve nel corso della giornata, 50cm al Misurina. 

La perturbazione raggiungerà anche l’Appennino centro-settentrionale con quota neve in calo fino agli 800 metri, le nevicate andranno man mano scemando durante il giorno dell’Epifania fino a diventare sembre più deboli.

Nei giorni successivi alla Befana, durante il fine settimana, la perturbazione si sposterà su buona parte del Sud e sulla Sicilia, lasciando il bel tempo sulle Alpi ma anche un clima gelido con temperature al di sotto della media a causa dell’afflusso delle correnti artiche al seguito del fronte. 

La neve arriverà quindi a farsi vedere fin verso gli 800 metri tra Puglia, Basilicata e Calabria e durante la giornata di domenica potrebbero addirittura scendere dei fiocchi fin quasi in pianura in Emilia Romagna e Toscana.

Questo primo ponte del nuovo anno promette di imbiancare per bene molte località sciistiche, cosa aspettate a “lanciarvi” nella prima sciata del 2022 se non lo avete ancora fatto? 

————————————————————————————————–

Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo weekend 25-26 dicembre 2021 nelle principali regioni sciistiche italiane.

 

Sarà un weekend di Natale e Santo Stefano caratterizzato dal maltempo in gran parte d’Italia; il meteo del prossimo fine settimana di festività sarà influenzato da ben tre perturbazioni che tra il 24 e il 26 dicembre porteranno pioggia e neve in gran parte delle regioni italiane, ma attenzione… ci saranno angoli nel nostro paese dove ci sarà anche il sole e delle temperature al di sopra della media.

 

Il tempo inizierà a peggiorare dal pomeriggio della vigilia di Natale quando la prima perturbazione comincerà a bagnare la Toscana, la Liguria e in serata anche la Lombardia ed il Nordest. 

 

Il fronte perturbato darà il meglio di sé a Natale: le nubi cariche di pioggia e sospinte dai venti di Libeccio colpiranno la Lombardia, il nordest e soprattutto le regioni centrali tirreniche, quindi Toscana e Lazio. Ma neppure Umbria, Marche e Sardegna saranno risparmiate dalle fasi piovose. La seconda perturbazione si presenterà a Santo Stefano e avrà all’incirca la stessa direttrice della precedente, mentre la terza, è attesa per lunedì 27.

A causa dei venti più miti meridionali le temperature subiranno un deciso aumento; basti pensare che nel weekend al Centro-Sud si potranno toccare punte massime di 16-18°C, ecco perché la neve cadrà sugli Appennini solamente sopra i 1700/1800 metri. Valori termici in aumento anche al Nord, seppur più contenuto; qui le eventuali nevicate sulle Alpi inizieranno dai 1300 metri circa.

 

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per il prossimo weekend: 

 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali

Il giorno di Natale il cielo sarà parzialmente nuvoloso con possibili precipitazioni anche moderate, nevose al di sopra dei 1700 metri. Vento prevalentemente da Sud-sud-ovest di debole intensità. Zero termico intorno a 2100 metri. La domenica di Santo Stefano è previsto un peggioramento con possibili piogge forti. Zero termico intorno a 1800 metri. Quota neve intorno a 1500 metri.

 

Previsioni meteo e neve Alpi centrali

Saranno due giorni caratterizzati da cielo nuvoloso o molto nuvoloso con assenza di precipitazioni sabato e possibilità di precipitazioni moderate domenica, nevose al di sopra dei 1.300 metri. Venti deboli. Zero termico intorno ai 1700/1800 m. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi orientali 

Per tutto il weekend il cielo sarà nuvoloso, con piogge deboli il giorno di Natale che andranno ad aumentare di intensità a Santo Stefano. Venti deboli provenienti dai quadranti Nord-nord-est. Zero termico intorno a 1800 m, quota neve intorno ai 1200 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

L’arrivo delle correnti di scirocco sarà associato al passaggio di una perturbazione che causerà delle piogge diffuse, tra il 25-27 di dicembre. Tale dinamica porterà pioggia, e non neve, fino alle alte quote, oltre i 1800 metri.

Quest’anno le previsioni meteo per i giorni di Festa non sono meravigliose ma i nostri auguri per voi invece lo sono…

Vi auguriamo di trascorrere delle Feste serene e di iniziare il nuovo anno pieni di entusiasmo e, perchè no, con una bella giornata sulla neve.

————————————————————————————————–

 

Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo weekend 18-19 dicembre 2021 nelle principali regioni sciistiche italiane.

 

Dopo una settimana di tipiche giornate invernali caratterizzate da bel tempo e sole lungo quasi tutto lo stivale, gli ultimi aggiornamenti meteo segnalano l’arrivo nel prossimo weekend di una corrente di aria gelida dalla Russia. 

Nel corso della giornata di sabato una massa d’aria molto fredda arriverà dall’Europa orientale investendo dapprima i Balcani, per poi puntare dritta verso il bacino del Mediterraneo (Porta della bora). Questa sarà la causa di un tracollo delle temperature a partire dalle regioni nord-orientali, ma in estensione poi a tutta l’Italia.

 

Ma sarà domenica che questa ondata gelida si farà sentire prepotentemente creando un minimo depressionario che colpirà principalmente il centro-sud facendo ulteriormente calare le temperature con la possibilità di far arrivare rovesci nevosi anche in zona di pianura nelle Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia e addirittura a bassissima quota su Campania, Calabria e Sicilia.

 

Il freddo sarà quindi una costante durante il prossimo weekend in tutta Italia che invece sarà divisa in due per quanto riguarda le precipitazioni… nord all’insegna del sole ma con rischio di nebbie soprattutto in pianura e, centro-sud, eccenzion fatta per la Toscana, con possibili rovesci nevosi anche a basse quote.

 

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per il prossimo weekend.

 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali, centrali e orientali 

Cielo limpido e sereno con venti deboli e temperature rigide per tutto il weekend in tutto l’arco alpino.

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

Soprattutto a partire dalla giornata di domenica è prevista neve a quote piuttosto basse, fino ai 600 metri circa. 


————————————————————————————————–

Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo weekend 11-12 dicembre 2021 nelle principali regioni sciistiche italiane.

 

Dopo la “bianca Immacolata” appena passata che ha visto la neve imbiancare molte città del nord e praticamente tutto l’arco alpino anche il prossimo weekend sarà caratterizzato dall’arrivo di un nuovo impulso gelido che favorirà la creazione di un vortice ciclonico che darà il via ad un’altra fase di maltempo e precipitazioni in gran parte del nostro paese.

 

Le previsioni di inizio stagione si stanno confermando vere, infatti questo dicembre si sta presentando instabile come uno di quelli “dei vecchi tempi” a cui non eravamo più abituati…freddo e con parecchie precipitazioni.

 

In generale le temperature particolarmente basse attuali ci fanno prevedere per il prossimo weekend, soprattutto nella giornata di sabato, ancora delle nevicate fino in pianura, prima sul Piemonte e sulla bassa Lombardia e poi man mano anche in Emilia e Romagna. Anche al centro Italia sono attesi rovesci nevosi importanti, molto probabilmente saranno innevate le colline in Toscana, Umbria e Marche e non si esclude che arrivi qualche fiocco anche in città come L’Aquila, Arezzo, Urbino e Perugia.

 

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per il prossimo weekend: 

 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali 

Avremo un fine settimana con la presenza di passaggi nuvolosi alternati ad ampie schiarite, non sono da escludersi isolate precipitazioni che assumeranno carattere nevoso oltre i 1600 metri. I venti si disporranno dai quadranti ovest-sud-ovest e saranno di debole intensità. Zero termico intorno a 2200 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi centrali 

Sabato sarà una giornata per lo più caratterizzata da passaggi nuvolosi alternati ad ampie schiarite, non sono da escludersi isolate precipitazioni che assumeranno carattere nevoso oltre i 200 metri. I venti saranno di debole intensità. Zero termico intorno a 700 metri. Domenica ci attende una splendida giornata con cielo limpido e sereno.

 

Previsioni meteo e neve Alpi orientali 

Sabato il tempo si preannuncia variabile ma tendenzialmente poco nuvoloso, possibili isolate precipitazioni che assumeranno carattere nevoso sopra la quota di 300 metri. Venti di debole intensità. Zero termico intorno a 700 metri. Domenica il cielo dovrebbe essere sereno su tutta la zona. 

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

Tra sabato e domenica sulle montagne tra Lazio e Abruzzo le nevicate potrebbero essere intense con accumuli destinati a sfiorare i 40/50 cm entro la fine dell’evento oltre i 1.000 metri di quota in località come Terminillo (RI), Campo Imperatore (AQ) e Roccaraso (AQ) per la gioia dei tanti sciatori del centro-sud.

 

Attesa la neve anche sull’Appennino Settentrionale a quote anche basso collinari, con possibili episodi di neve al piano sull’Emilia Romagna occidentale, neve anche sull’Appennino Toscano e Marchigiano con la quota neve che entro la mattinata di sabato si potrà portare anche intorno ai 500 metri di quota.

Sabato qualche nevicata è attesa anche sull’Appennino meridionale, Campano e Calabro con quota neve diffusa intorno ai 1200 metri o localmente più in basso.

Bollettini neve aggiornati dalle stazioni sciistiche italiane aperte

 

————————————————————————————————–

Riepilogo dei bollettini meteorologici per il prossimo ponte dell’8 dicembre 2021 nelle principali regioni sciistiche italiane.

Se ancora non sappiamo se sarà un “bianco Natale”, siamo ormai praticamente sicuri che sarà una “bianca Immacolata”.

Tenetevi pronti sciatori e snowboarder… sia che siate tra i fortunati che potranno (o lo stanno già facendo) usufruire di qualche giorno in più di vacanza sulla neve, sia che abbiate intenzione di sfruttare solo il giorno di festa dell’8 dicembre, una cosa è certa: la neve non mancherà!

Tenetevi pronti anche in città perchè le previsioni annunciano fenomeni tipicamente invernali caratterizzati da nevicate anche in pianura in tutto il Piemonte, Lombardia, il piacentino, i rilievi liguri oltre i 400m, Alpi e Prealpi a tutte le quote compresa tutta la Valle dell’Adige.

L’unica parte del bacino padano meno interessata dal vortice atlantico in arrivo potrebbe essere il basso Veneto, il Friuli, la Romagna e parte dell’Emilia orientale.

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico nel dettaglio per questa prima festività invernale della stagione 2021-2022 : 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali 

Avremo una giornata grigia caratterizzata da cielo nuvoloso con piogge forti e localmente a carattere di rovescio che assumeranno carattere nevoso oltre i 200/300 metri. I venti si disporranno dai quadranti Nord-nord-ovest e saranno di debole intensità. Zero termico intorno a 800 metri. Quota neve intorno a 400 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi centrali 

Cielo nuvoloso con piogge forti in pianura e neve in montagna. Venti deboli dai quadranti Est-nord-est. Zero termico intorno a 800 metri. Quota neve intorno a 300 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi orientali 

Cielo parzialmente nuvoloso o nuvoloso con precipitazioni moderate. Venti deboli dai quadranti Sud-sud-est. Zero termico intorno a 700 m, quota neve intorno a 200 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

Il tempo caratterizzato da precipitazioni non risparmierà la zona appenninica: è prevista neve oltre i 1.000-1.400 metri sull’Appennino Emiliano.

Bollettini neve aggiornati dalle stazioni sciistiche italiane aperte

 

 

————————————————————————————————–

Ecco un breve riepilogo dei bollettini meteorologici per sapere come sarà il weekend del 4-5 dicembre 2021 nelle principali zone sciistiche italiane.

Dicembre è arrivato e con lui inizia l’inverno meteorologico che ha portato con se in molte parti d’Italia aria fredda e precipitazioni.

Tranquilli, non sono cambiate le date di inizio dell’inverno, ma forse non tutti sapete che non esistono solo le stagioni tradizionali “astronomiche” ma anche le cosiddette “stagioni meteorologiche” che seguono un calendario leggermente diverso. Quest’ultime non si basano su regole ben precise ma sono state concepite per convenzione dalla comunità scientifica. Dati alla mano, infatti, il quadro meteorologico a larga scala comincia a mostrare segni di cambiamento con 2/3 settimane di anticipo rispetto a equinozi e solstizi (su cui si basano le date di inizio e fine delle stagioni “classiche”)

L’inverno meteorologico inizia l’1 dicembre con fine il 28 febbraio, la primavera si inaugura l’1 marzo e finisce il 31 maggio, l’estate parte l’1 giugno per finire il 31 agosto e infine l’autunno va dal 1 settembre al 30 novembre.

 

Andiamo quindi a vedere cosa ci attende a livello climatico per questo primo weekend dell’inverno (meteorologico!) della stagione 2021-2022.

Tendenzialmente sarà un weekend di tempo incerto in Italia che potrebbe essere una cattiva notizia per alcuni che dovranno magari tenere sotto mano un ombrello ma anche buona notizia per quelli che aspettano con ansia la neve, infatti la neve dovrebbe cadere un po’ ovunque ad alte quote e particolarmente copiosa sui comparti appenninici centrali.

 

Bollettini neve aggiornati dalle stazioni sciistiche italiane aperte 

 

Previsioni meteo e neve Alpi occidentali 

Sabato assisteremo ad una giornata per lo più caratterizzata da passaggi nuvolosi alternati a locali schiarite con precipitazioni moderate. Venti debole provenienti da Sud-sud-ovest. Zero termico intorno a 1400 m, quota neve intorno a 1000 metri. 

La sintesi della giornata di domenica dovrebbe essere di prevalenza di sole, localmente avremo addensamenti nuvolosi che daranno luogo ad isolati fenomeni precipitativi che assumeranno carattere nevoso oltre i 500 metri. Venti debole provenienti da Ovest. Zero termico intorno a 900 m. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi centrali 

Sabato si prevede un cielo nuvoloso con piogge forti. Venti deboli dai quadranti ESE. Zero termico intorno a 1200 metri. Quota neve intorno a 800 metri.

Domenica la giornata sarà instabile caratterizzata da cielo nuvoloso o molto nuvoloso con piogge forti associate che localmente potranno essere sotto forma di rovescio. Venti debole provenienti da Nord-nord-ovest. Zero termico intorno a 800 metri. Quota neve intorno a 300 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Alpi orientali 

Le condizioni di cielo di sabato saranno parzialmente nuvoloso con possibili precipitazioni anche moderate, nevose al di sopra dei 100 metri. Vento prevalentemente da Sud-sud-est di debole intensità. Zero termico intorno a 600 metri. 

Domenica ci aspetta una giornaa grigia con condizioni di cielo molto nuvoloso con precipitazioni anche localmente di forte intensità, nevose al di sopra dei 300 metri. Vento prevalentemente da Nord-nord-ovest di debole intensità. Zero termico intorno a 800 metri. 

 

Previsioni meteo e neve Appennini 

Grazie all’ingresso di aria fredda previsto in quota per venerdì 3 la quota delle nevicate scenderà ancora sulle regioni del centro arrivando fin verso i 500/600 metri in Abruzzo e Molise, più a sud invece le nevicate sono previste al di sopra dei 1200 metri.

 

 

Copyright © 1995-2022  Mountain News Corporation.  All rights reserved.