Top 10 località alpine per un weekend sulla neve

News Viaggi Top 10 località alpine per un weekend sulla neve

Se state considerando l’idea di un fine settimana in una località alpina italiana o, perchè no, anche oltre confine, dovete considerare diversi fattori per scegliere la località ideale dove recarvi. E’ importante che scegliate una destinazione facilmente raggiungibile, in auto, o treno, o bus, o che rientri nelle località ben “frequentate” dagli operatori che organizzano viaggi di gruppo, in modo da ottimizzare, ma soprattutto massimizzare, il tempo che volete trascorrere in pista e sugli sci. 

Per evitare di arrivare già stressati e stanchi sulle piste, il nostro consiglio è di evitare le stazioni sciistiche in cui potreste rimanere bloccati per ore sui mezzi di trasporto, o logisticamente difficili da raggiungere. L’unico risultato qui, sarebbe sprecare del tempo prezioso per sciare e non godersi appieno la sospirata mini vacanza sulla neve. Piuttosto scegliete una località sciistica adatta al weekend, con collegamenti facili sia che vi spostiate in aereo, in treno o in auto.

Ecco alcune stazioni sciistiche sulle Alpi adatte ad un weekend sulla neve:

Sauze d’Oulx, Italia

In aereo: aeroporto di Caselle (Torino) 90 km/90 minuti.

In treno: corse frequenti di navette dall’aeroporto alla stazione ferroviaria principale di Torino (Porta Nuova). È possibile acquistare i biglietti direttamente in aeroporto. Dalla stazione di Porta Nuova, è possibile prendere un treno Trenitalia per Oulx (un’ora). I biglietti costano circa € 15. Una volta arrivati alla stazione di Oulx, c’è un regolare servizio navetta per Sauze d’Oulx, al costo di circa € 5.

In auto: prendere la A55 in direzione Susa-Frejus-Oulx-Sauze.

Sauze d’Oulx (1.500 metri) è una località vivace e affascinante, ottima per chi ha un livello intermedio di sci e offre l’accesso all’area sciistica della Via Lattea, di cui fanno parte 249 piste collegate e 70 impianti di risalita la cui altitudine varia dai 1380 metri di Cesana ai 2800 metri della cima del Monte Motta, per un totale di 400 chilometri di piste per tutti i gusti e tutti i tipi di sciatori. La località è particolarmente frequentata dai giovani festaioli.

 

Courmayeur, Italia

In aereo: aeroporto di Genova 100 km/90 minuti; Aeroporto di Caselle (Torino) 150 km/100 minuti.

In treno: prendere il treno SBB da Torino o Genova per Aosta, e poi un pullman per Courmayeur.

In auto: Courmayeur si trova subito dopo Chamonix in Francia. È facilmente raggiungibile attraverso il traforo del Monte Bianco o dalla strada del Gran San Bernardo sopra Martigny in Svizzera. Il tunnel della Val D’Aosta rende facilmente accessibile la località da Aosta e Torino.

Courmayeur (1.700 metri) è un incantevole paesino pedonale pieno di strade acciottolate e di graziosi edifici. La centrale Via Roma è piena di bar e di negozi esclusivi. L’area sciistica, sebbene non sia altissima, gode di un’ottima copertura di neve grazie alla posizione delle piste, situate a nord e a nord-ovest. La località è consigliata agli sciatori provetti, con i suoi ottimi fuori pista e l’accesso alla famosa Vallée Blanche.

 

Livigno, Italia

In aereo: gli aeroporti più vicini sono quelli di Milano e Bergamo, in Italia. Zurigo in Svizzera e Innsbruck in Austria.
Milano offre collegamenti agevoli grazie al servizio di navetta tra gli aeroporti di Malpensa, Linate, Orio al Serio e la Stazione Centrale, da cui ogni giorno partono molti treni diretti in Valtellina.
Da Zurigo si raggiunge Sankt Moritz o Zernez in treno, e si prosegue per Livigno in autobus o taxi. 

In treno: in Italia la stazione più vicina è quella di Tirano, a circa 70 km da Livigno. I collegamenti con Milano, Stazione Centrale e Stazione Porta Garibaldi sono numerosi ogni giorno e quasi ogni treno trova coincidenza con i bus di linea Perego per Bormio e per Livigno.
In Svizzera si possono raggiungere Sankt Moritz o Zernez in treno e da qui si prosegue per Livigno con diversi mezzi, a seconda anche della stagione: bicicletta, autobus, taxi, bus Silvestri, percorrendo il Passo della Forcola (estate) o il Passo del Gallo Tunnel Munt La Schera (inverno-estate). 

In auto: venendo dall’Europa centrale, Livigno è raggiungibile attraverso il Passo del Gallo (Tunnel Munt la Schera), aperto tutto l’anno, che lo collega con la Svizzera e, tramite il Pass dal Fuorn, con la Val Monastero. Venendo da Milano, Livigno si raggiunge passando da Lecco e la Valtellina fino a Bormio, valicando poi il Passo Foscagno, dove è opportuno avere a bordo catene da neve. 

Se state pensando ad un weekend di sulla neve in lombardia, Livigno (1.800 metri) farà sicuramente al caso vostro. Considerata la perla dell’Alta Valtellina, grazie alla sua conformazione, ovvero un altopiano circondato da montagne altissime, è stata soprannominata “Piccolo Tibet”. Avrete a disposizione 100 kmq di aerea sciabile e 115 km di piste da sci con 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu che aspettano di essere percorse sia con gli sci che con lo snowboard. Per tornare in vetta avrete a disposizione 6 telecabine, 11 skilift e 14 seggiovie, tutte curate e costantemente aggiornate, e se volete cambiare prospettiva, potete raggiungere l’altro versante della valle con il servizio gratuito di bus navetta per ricominciare il divertimento. 

 

Chamonix, Francia

In aereo: aeroporto di Genova 88 km/60 minuti.

In treno: servizi TGV diretti per la stazione di Chamonix.

In auto: direttamente accessibile dall’Autostrada Bianca (A40), ben collegata con la rete autostradale europea.

Chamonix (1.040 metri) è il luogo perfetto per chi cerca il brivido alpino e per chi vuole spingersi fino all’estremo. La località è conosciuta in tutto il mondo per le sue piste ripide e impegnative, per la neve polverosa dei fuori pista e per i suoi favolosi paesaggi di montagna. Chamonix ha ospitato le prime Olimpiadi invernali nel 1924 ed è considerata da molti come la culla dello sci alpino. La località si trova subito dopo il tunnel del Monte Bianco arrivando dall’Italia dopo Courmayeur, è una grande ed affascinante cittadina, che offre allo stesso tempo il fascino tradizionale e una vivace vita notturna. Vi è la possibilità di sciare sia sul Monte Bianco in itinerari fuori pista che dall’ Aiguille Du Midi scendono sino in paese attraverso la Mer de Glace, sia sul versante opposto, nell’area sciistica Brevent – Flegere. Questo è il comprensorio più ampio della zona con due accessi, uno dal centro di Chamonix e l’altro da Les Praz. 


Megève, Francia

In aereo: aeroporto di Genova 87 km/60 minuti.

In treno: treno TGV diretto per Sallanches (12 chilometri da Megève) per tutti i weekend invernali. Trasferimento in pullman da Sallanches a Megève.

In auto: direttamente accessibile dall’Autostrada Bianca (A40), ben collegato con la rete autostradale europea.

Megève (1.050 metri) è un paesino relativamente basso con piste da sci fino a 2.353 metri: di conseguenza, la quantità e qualità della neve può essere variabile. Il terreno è adatto a tutti i livelli di sciatori, dalle lunghe piste verdi tranquille ai tanti fuori pista che rimangono non battuti per giorni (anche se non quanto quelli di Chamonix). Megève è decisamente un paese tradizionale dell’Alta Savoia, circondato da molte fattorie. Troverete più di 90 ristoranti (molti stellati Michelin) e la Place d’Eglise è circondata da negozi esclusivi, bar e pasticcerie.


St. Anton, Austria

In aereo: aeroporto di Innsbruck 100 km/60 minuti.

In treno: frequenti treni OBB viaggiano tra le stazioni di Innsbruck e di St. Anton am Arlberg (circa 60 minuti).

In auto: da Innsbruck, proseguire verso Landeck – fino a St. Anton am Arlberg.

L’accogliente cittadina di St. Anton am Arlberg (1.300 metri) conserva la sua tradizionale atmosfera tirolese. La grande area sciistica offre la possibilità di non dover mai sciare due volte sulla stessa pista: 260 chilometri di piste e 83 impianti di risalita. Alcune delle piste più impegnative sono Glazig, Gampen, Schindler Kar e Kapall. St. Anton è famosa per la sua vivace scelta di attività “after ski”, in particolare i bar Krazy Kangaruh e Mooserwirt, entrambi situati direttamente sulle piste, dove si può entrare con gli scarponi da sci, bere obbligatoriamente Jägermeister e ascoltare cover band tedesche dal vivo.

 

Mayrhofen, Austria

In aereo: aeroporto di Innsbruck 65 km/60 minuti.

In treno: dall’aeroporto di Innsbruck, si può prendere una navetta che porta alla stazione centrale (ogni 15 minuti) e da lì un treno OBB fino a Jenbach, a 20 chilometri da Mayrhofen. Da Jenbach, la ferrovia Zillertal Narrow Gauge sale lungo la Ziller Valley fino a Mayrhofen. Ci sono anche dei pullman che portano a Mayrhofen, e in entrambi i casi il percorso dura un’ora.

In auto: prendere l’autostrada Inntalautobahn e uscire a Zillertal. Da lì, prendere la B169 verso Zillertal per 30 chilometri fino a Mayrhofen.

Mayrhofen (630 metri) è una bella cittadina, famosa per i suoi ampi terreni e per la sua vivace atmosfera. I 157 chilometri di piste offrono la possibilità di sciare a qualunque livello, così come gli eccellenti fuori pista non battuti ed uno dei migliori snowpark delle Alpi: il Vans Penken Park. Gli sciatori esperti possono investire acquistando uno Zillertal Superski Pass per accedere ad ulteriori 500 chilometri di piste. La località attira centinaia di giovani festaioli in aprile per lo Snowbombing, un festival annuale.


Schladming, Austria

In aereo: aeroporto di Salisburgo 90 km/60 minuti.

In treno: un filobus porta dall’aeroporto fino alla stazione centrale di Salisburgo ogni 10 minuti tutti i giorni. Sono poi disponibili tutti i giorni diversi treni OBB diretti dalla stazione di Salisburgo verso Schladming. Il viaggio dura circa un’ora.

In auto: in direzione Radstadt sull’autostrada A10, continuare per 18 chilometri lungo la B320 fino a Schladming.

Schladming (745 metri) fa parte dell’area sciistica di Ski Amade (860 chilometri). La stazione locale di Schladming si sviluppa tra quattro montagne ed è l’ideale per gli sciatori di livello intermedio. Il centro del paese interamente pedonale offre moltissimi servizi moderni. Da non perdere la pista lunga 4,6 chilometri, illuminata per lo sci in notturna, che arriva fino in paese e su cui si disputa il suggestivo slalom di Coppa del Mondo. E se vi siete stancati momentaneamente degli sci potete provare, anche di sera visto che è illuminata, la pista da slittino più lunga della Stiria..ben 7 chilometri! 


Villars, Svizzera

In aereo: aeroporto di Genova 110 km/60 minuti.

In treno: dall’aeroporto di Genova, diversi treni SBB viaggiano per Villars-Gryon: passando per Aigle (120 minuti in pullman), o passando per Bex (140 minuti in treno). Si contatti TPC per i dettagli sui collegamenti tra Aigle/Bex e Villars.

In auto: autostrada A9, uscita Aigle (a 20 minuti dall’autostrada)

Villars (1.300 metri) è un paesino tradizionale, ottimo per le famiglie, grazie alle sue piste non troppo scoscese tra gli alberi, ma anche per i più esperti, grazie al suo ripido fuori pista e per il ghiacciaio ad alta quota sul Diablerets. La stazione sciistica di Villars comprende i due comprensori di Villars/Bretaye e Gryon e attraverso il comprensorio del Meilleret è anche collegata al comprensorio sciistico di Les Diablerets dove il ghiacciaio culmina a 3000 m di altitudine. Complessivamente, si ha a disposizione un’area sciistica che vanta 44 impianti e 125 km di piste.
A ciò si aggiungono tre snow park, degli snow garden, 44 km di piste per lo sci di fondo, piste per slittino e numerosi itinerari per escursioni invernali, come pure delle vivaci attività per il doposci.

 

Morzine, Francia

In aereo: aeroporto di Genova 75 km/90 minuti.

In treno: i treni ad alta velocità SNCF portano fino a Cluses o Thonon les Bains, a 30 chilometri dalla località. Da lì, sono disponibili diversi collegamenti in navetta. Dalla stazione ferroviaria, sono anche disponibili trasferimenti in pullman.

In auto: dall’autostrada Bianca (A40), prendere l’uscita per Bonneville o Cluses/Scionzier (numero 18, a 30 chilometri da Morzine).

Morzine (1.000 metri) è un tradizionale paesino Savoiardo situato nel cuore del comprensorio sciistico Portes du Soleil, che comprende 12 stazioni e 650 chilometri di piste, che tagliano totalmente il versante svizzero delle Alpi.

Copyright © 1995-2021  Mountain News Corporation.  All rights reserved.