In attesa di pubblicare la Guida Sci di quest'anno, con tutti i nuovi modelli di sci per l'inverno 2017/18, per molti appassionati è arrivata l'ora X. Ovvero il momento per partire alla ricerca di un nuovo paio di sci!

Avete deciso di comprare un nuovo paio di sci? Bene, allora avrete già intuito quanto sia difficile orientarsi per chi è magari alle prime armi e non è ancora ben informato. L'offerta in fatto di attrezzatura diventa ogni giorno più ampia, il numero di marchi e varietà è quasi infinito. I meno esperti potrebbero perdersi nella scelta, a meno che non abbiano un venditore di fiducia pronto ad elargire preziosi consigli. Per questi motivi, Skiinfo vuole fornire qualche consiglio per vederci più chiaro ed aiutarvi a nella scelta! 

Prima di tutto...

Comfort, divertimento, sicurezza, progressione: ecco le caratteristiche che la maggior parte di voi vuole trovare in un paio di sci.

Cosa non facile quando si deve scegliere un nuovo paio in negozio, senza poterlo provere in condizione reali. Fortunatamente, con lo sviluppo delle tecnologie, non esistono più sci scadenti, ma sci che si adattano meglio o peggio alle caratteristiche di uno sciatore.

Determinare il proprio profilo è dunque fondamentale per trovare il paio di sci ideale.

Il profilo di uno sciatore si definisce attraverso tre criteri:

- Livello tecnico / frequenza con la quale si scia

- Tipo di utilizzo

- Caratteristiche fisiche dello sciatore

 

Livello tecnico: Dimmi come scii...

- Sciatore principiante: non avete mai sciato, oppure avete sciato poche volte; avete ancora qualche difficoltà nei movimenti di base e state imparando a fare le vostre prime curve a bassa velocità su piste facili (verdi/blu). 
Sci consigliato: facile, accondiscendente, semplice.

Sciatore intermedio: sciate per lo più per divertimento (uno o due week end all'anno o durante una settimana bianca), sapete concatenare diverse curve a media velocità e siete capaci di sciare su tutti i tipi di piste. Volete migliorare per essere a vostro agio anche ad una velocità più elevata. 
Sci consigliato: equilibrato e confortevole.

Sciatore avanzato: sciate da molti anni e nessuna pista vi mette in difficoltà! Passate dappertutto in sicurezza, anche a bordo pista. Sciate perfettamente a sci uniti in curva, senza variare il raggio di curvatura e cominciate a saper carvare. 
Sci consigliato: confortevole e performante.

Sciatore esperto: in pista siete in grado di condurre lo sci in curva a grande velocità e sapete carvare perfettamente. Fuori pista, siete a vostro agio su tutti i tipi di neve e sciate in modo sicuro e fluido. Se siete dei freestyler, scegliete sempre il percorso più difficile! 
Sci consigliato: molto performante, esclusivo.

 

Tipo di utilizzo: Dimmi dove scii...

Ogni gamma di sci è destinata a particolari modalità di utilizzo e a terreni differenti. Eccovi di seguito un abbinamento tra gamma di sci e sciatore tipo, per sapere su quale modello di sci concentrarvi nella vostra scelta. La polivalenza, in ogni caso, è una tendenza che negli ultimi tempi sta diventando dominante tra tutti i costruttori!   

- Ski race: per i maniaci della precisione e della performance su neve battuta, o gli sciatori che amano divertirsi su tutte i tipi di pista, in ogni tipo di comprensorio. Sci consigliato: sci corti e stretti per una migliore reattività, spatole relativamente larghe per facilitare l'entrata in curva e corte per per ridurre le vibrazioni.

- All mountain: per chi ama sciare in ogni condizione di neve. Dura, compatta, molle, fresca... non sapete scegliere e volete divertirvi in ogni condizione, sia in pista che fuori. Sci consigliato: sci facili da usare, confortevoli, che vi fanno sentire in sicurezza su ogni tipo di terreno, di larghezza media (intorno agli 80 mm), una spatola più lunga rispetto agli sci da pista, per migliorare la tenuta sulla neve molle, e un raggio di curvatura ben equilibrato per poter alternare grandi e piccole curve con facilità.

- Freeride: per i malati di neve fresca, che passano la maggior parte della giornata fuori pista in cerca di percorsi vergini e che fremono aspettando la prossima nevicata. Sci consigliato: sci di dimensioni generose, con un pattino largo (più di 90 mm) e delle spatole lunghe e larghe per facilitare la tenuta in neve fresca. Le due spatole si concentrano sul divertimento mentre i talloni sulla velocità e la stabilità.

- Freestyle: per gli amanti dello snowpark che vogliono volteggiare nell'aria alla ricerca di nuovi tricks sulle strutture dei park, rotaie, gobbe o zone inesplorate a bordo pista. Sci consigliato: sci bi-spatola per poter sciare in tutti e due i sensi (normale e switch), leggeri e resistenti, ma altrettanto polivalenti per scendere tranquillamente anche sulle piste. 

 

Caratteristiche fisiche: Dimmi che sciatore sei...

Al di là dei parametri descritti fin qui, un criterio molto più personale interviene nella scelta: la morfologia dello sciatore. Il sesso, il peso e l'altezza sono elementi altrettanto decisivi quando dobbiamo scegliere un paio di sci.

Sesso: gli sci di oggi si adattano alle caratteristiche morfologiche de due sessi. Ad esempio sono state sviluppate delle attrezzature destinate alle donne che, insieme a serigrafie particolari, hanno caratteristiche tecniche adatte ai loro bisogni: talloniere sollevate, peso alleggerito...

Altezza: l'altezza di uno sci si sceglie in funzione dell'altezza dello sciatore e del “programma” che ogni sciatore ha previsto per la sua stagione. In generale, per uno sci freeride, sceglieremo uno sci più o meno alto come noi. Per lo sci da pista, all mountain e freeride, invece, l'ideale è scegliere uno sci da 10 a 15 cm più corto della nostra altezza.

Peso: il peso di uno sciatore influisce sulla reattività dello sci. Se uno sciatore leggero si ritrova con un sci rigido, avrà delle difficoltà a deformarlo e non potrà approfittare a pieno delle sue qualità. Al contrario, uno sciatore pesante su uno sci molle avrà l'impressione di sciare su uno sci senza vita. Ad ogni modo ognuno è libero di scegliere secondo il proprio gusto: sci "nervoso" o sci "dolce e prevedibile". 

 

Concludendo...

Otre a questi criteri, gli sciatori più pignoli ed esigenti sicuramente valuteranno ulteriori elementi prima di scegliere lo sci definitivo, spulciando con attenzione e nel dettaglio tutte le caratteristiche tecniche. In effetti, c'è da dire che i materiali si sono molto evoluti negli ultimi anni, sia per quanto riguarda la costruzione dello sci sia per la sua anatomia.

I materiali di costruzione infatti sono alla continua ricerca della performance e della leggerezza. Troviamo ormai diversi tipi di legno nella composizione del nucleo ed alcuni elementi molto innovativi (strati di titanio, rinforzi in fibra di vetro...) oltre ad un occhio sempre attento all'impatto ambientale, che sta conducendo alla costruzione di sci con materiali meno inquinanti (bamboo, resine ecologiche...).

Allo stesso tempo, una grande evoluzione ha rivoluzionato la gamma degli sci: il rocker (una zona curva nella parte centrale dello sci, che sta a contatto con la neve). Apparso in primis sugli sci da freeride per aumentare la tenuta, si trova ora generalmente sulle spatole degli sci da pista per facilitare l'entrata in curva. Lasciamo ad ogni sciatore le proprie preferenze sul rocker, ma c'è da dire che gli sciatori veterani avranno difficoltà a cambiare la propria impostazione classica in favore di uno sci con il rocker, che ha invece la tendenza a rendere le curve più semplici.

Dopo la lettura di questi consigli, dovreste poter entrare in un negozio di attrezzatura con un'idea più precisa sulla scelta dei vostri prossimi sci.


In ogni caso, per essere sicuri del vostro acquisto, la cosa migliore che potete fare è testare gli sci direttamente sulla neve, durante uno dei tanti ski test tour che i grandi brand organizzano nelle stazioni sciistiche.