Oggi vogliamo farvi conoscere meglio 9 stazioni sciistiche alternative ai grandi circuiti, luoghi lontani dalla folla in cui vivere una vacanza sulla neve seguendo ritmi più naturali e silenziosi. Così si possono scoprire impianti e resort al di fuori dai tracciati più famosi e frequentati. Ecco nove posti scelti per voi tra Trentino, Alto Adige e Veneto.

TRENTINO

1. La
Valsugana è una valle trentina situata nella zona sudorientale della provincia e delimitata a Nord dalla catena montuosa del Lagorai. Gli amanti della montagna trovano in Valsugana e Lagorai un’oasi di pace, lontana dal turismo di massa. Il Passo Brocon offre 12 km di piste per lo sci alpino, tapis roulant coperto e una pista per slittini, una scuola sci & snowboard due piste rosse illuminate per un totale di 2,4 km totali, sette chilometri di piste per lo sci di fondo oltre al servizi di noleggio, piste per gli allenamenti e il  parco skilandia per bambini.

2. Polsa - San Valentino. Particolarmente apprezzata dai giovani, l’area sciistica di Polsa - San Valentino si trova sull’altopiano di Brentonico sul versante settentrionale del Monte Baldo. Nove impianti di risalita, tra seggiovie, sciovie e quattro tapis roulant, permettono di scendere lungo oltre 35 km di piste. Gli appassionati dello snowboard hanno a disposizione il Double Park di Polsa, per principianti e esperti. Per le famiglie con bambini, baby park sulla neve e parco giochi libero. Il mercoledì, sabato e domenica, un servizio skibus collega le aree sciistiche di Brentonico e un bus navetta permette di sciare vista lago (di Garda), con lo stesso skipass, a Prà Alpesina Monte Baldo.

3. L’Altopiano di Pinè-Bedollo. La piccola pista della sciovia Pradis-Ci a Bedollo è solo una delle attrazioni invernali dell’altipiano di Piné. A Bedollo, (1406 metri di altitudine) è possibile sciare presso il Centro ricreativo Invernale sulla sciovia Pradis - Ci. La piccola pista è curata attraverso impianti di innevamento programmato. Su prenotazione (minimo 19 persone) si può anche fare una bella sciata in notturna, offerta valida però per un minimo di 10 persone.

 

ALTO ADIGE

1. Monte San Vigilio. Meta alpina per niente affollata e tra le più eco della zona, infatti c’è un solo modo per arrivare: tramite la funivia da Lana. Otto minuti per arrivare in un luogo magico e incontaminato. Le automobili sono bandite completamente in questo comprensorio, ideale per tutti gli sport sulla neve, dallo sci al curling su ghiaccio. Parte del carosello sciistico dell’Ortler Skiarena, il comprensorio del Monte San Vigilio offre nel complesso cinque chilometri di piste da sci, servite da quattro impianti di risalita. Quasti tutte le piste, esclusa una più ripida per gli sciatori più esperti, sono di bassa difficoltà e per questo indicate anche per chi muove i primi passi sulla neve. Tra i servizi la presenza dello sci club e la scuola di sci. Monte San Vigilio è conosciuto anche per il vigilius mountain resort, gioiello a cinque stelle progettato dall’architetto Matteo Thun secondo i più innovativi criteri ecologici ed ecosostenibili.

2. Montecavallo - Rosskopf. Qui potete trovare la pista di slittino più lunga, innevata e illuminata d'Italia - 10 km da Monte Cavallo a Vipiteno. Oltre ad essere a 15 minuti di ovovia da Vipiteno. Montecavallo è un luogo magico fuori dalla folla: con la cabinovia si sale a 1860 metri, e qui per lo sportive si apre un intero mondo sia per lo sci sia per lo snowboard.  Le tre seggiovie poi vi permettono di spostarvi sui percorsi, sempre perfette grazie al moderno sistema di innevamento. Le piste sono adatte a tutti i tipi di sciatori, dai più esperti ai principianti, anche se la maggior parte delle piste sono di media difficoltà.

3. Schwemmalm – Malga Guazza. Il comprensorio sciistico di Schwemmalm - Malga Guazza in Val d’Ultimo è poco conosciuto e meta ideale per chi vuole sciare lontano dai ritmi dei circuiti sciistici più frequentati . La moderna cabinovia a otto posti, quattro seggiovie ad ammorsamento automatico e uno skilift. Gli scenari sno selvaggi e incontaminati, per una vacanza stupenda sulle 10 piste a disposizione. Oltre a tracciati per i principianti si trova un anello da 25 km per lo sci di fondo.

 

VENETO

1. Alpago. L'Alpago è il paradiso dello sci alpinismo grazie alle abbondanti e frequenti nevicate, infatti, ogni anno Alpago ospita la Transcavallo, gara internazionale di sci alpinismo. Gli appassionati troveranno percorsi per lo sci escursionistico oltre a vivere la neve in tutte le sue forme: dallo sleddog, allo skijoring e poi lo sci di fondo nella magnifica foresta del Cansiglio con 40 km di tracciati. Per lo sci ci sono piste interessanti per tutti i livelli e non troppo impegnative, facendola diventare un’ottima destinazione per principianti e per i più piccoli. I comuni di Puos, Tambre, Chies, Pieve e Farra, sono piccoli paesi che ancora conservano tracce dell'antica architettura montana.

2. Monte Avena. Proprio all’ingresso del Parco Nazionale delle Dolomiti Belluniesi e in posizione panoramica sulla vallata feltrina e bellunese. Le piste da sci a Monte Avena raggiungono i 1.500 metri di quota e sono sempre ben innevate. Gli impianti di risalita contano una comoda seggiovia e due sciovie, fornendo inoltre altre combinazioni fra i cinque tracciati disponibili per un totale di 21 km di piste. Le piste hanno pendenze omogenee e sono adatte ai principianti ma anche gli sciatori agonisti avranno da divertirsi. L’accesso alle piste è in località ‘Le Buse’, dove si trova inoltre un comodo e ampio parcheggio.

3. Melette 2000 – Asiago. Due seggiovie biposto, una seggiovia triposto e tre sciovie, per questa piccola chicca sull’altopiano di Asiago. 16 piste per 20 km, e innevamento artificiale programmato. Il comprensorio di Melette 2000 è adatto ad ogni tipo di sciatore. Comoda da raggiungere: in soli 15 minuti d’auto da Asiago. Sempre nello stesso comune e a 10 minuti d’auto si può sciare nella skiarea Valbella, ideale per tutta la famiglia.