Italiano

10 piste da Sogno in Italia e resto del Mondo

5º marzo 2019 | Skitrotter

10 piste da Sogno in Italia e resto del Mondo- ©A. Corbo

Cervinia, Pista Noussan a Valtournenche

Copyright: A. Corbo

Diciamocelo, tutti gli amanti dello sci non possono esimersi dal fare, nella propria mente, una speciale classifica delle piste più belle. La riprova è che ogni anno escono decine di graduatorie, in tutto il mondo:

- le più lunghe,
- le più tecniche,
- le più scenografiche...

A questo punto della stagione, abbiamo pensato che, se dovessimo mettere fare una lista di piste, ci piacerebbe parlare delle piste da sogno.

Sono i tracciati su cui fantasticare e su cui ci piacerebbe, un giorno, far scivolare le lamine dei nostri sci.

Alcune in paesi lontani, altre belle e impossibili, qualcuna dietro l’angolo di casa…


1 - Peak to Creek, Whistler Blackomb, Canada. Una fantastica pista che si snoda dalla sommità del monte Whistler fino alla base del comprensorio. Lunghissima, tanti cambi di pendenza, semideserta (eh sì, questa è la prerogativa numero uno delle piste NordAmericane) e altissimi pini innevati a fare da spettatori. 
Info su Whistler Blackomb - Canada

Åre, Svezia

Åre, Svezia

 

2 - Streif, Kitzbuhel, Austria. Sono stato indeciso fino all’ultimo se mettere questo mito in cima alla classifica o meno. Poi ho pensato che è già la regina della Coppa del Mondo (e mi sembra abbastanza!). Ad ogni modo se sogno deve essere possiamo immaginare di farla proprio durante la tappa del circuito mondiale: il boato dei 50.000 spettatori al traguardo (e almeno altrettanti lungo il tracciato) deve essere incredibile!
Info su Kitzbuhel - Austria

Credit: Bergbahn AG Kitzbühel, info su www.bergbahn-kitzbuehel.at

Credit: Bergbahn AG Kitzbühel, info su www.bergbahn-kitzbuehel.at


3 - Miharashi, Niseko, Giappone. Farete un po’ di fatica ad arrivare quaggiù (o quassù, dipende dai punti di vista). Siamo vicino a Sapporo, città Olimpica nel 1972, e Niseko è una delle stazioni più importanti del paese. Il panorama che offre questa pista è impagabile: davanti ai vostri occhi un immensa pianura su cui si staglia il Monte Yotei (avete in mente il monte Fuji? Bene… ora pensate più in grande…).

Hokkaido - Niseko, Giappone  - © Jordan Manley

Hokkaido - Niseko, Giappone

Copyright: Jordan Manley


4 - Kandahar Nasi, Sestriere, Italia. Una delle poche piste nel mondo ad avere ospitato Olimpiadi, Mondiali, Coppa del Mondo. Insomma un monumento da fotografare. Spesso con neve “difficile”, soprattutto nell’ultimo tratto, ha un livello di tecnicità davvero elevato. Dopo aver percorso i ben 1000 metri di dislivello vi sentirete più atleti, più felici e sicuramente più stanchi!
Info su Sestriere - Italia

Via Lattea, Piemonte  - © Ezio Romano

Via Lattea, Piemonte

Copyright: Ezio Romano
 


5 - Neptuno I, Las Lenas, Argentina. Nel 1983 qualcuno pensò di costruire qui, nel mezzo del nulla, una moderna stazione ski total. L’anonimo villaggio odierno oggi vi dirà poco, ma questa pista che parte da circa 3.400 metri con fantastici scorci sulle Ande e arriva fino alla base (a 2.200 metri) compenserà i circa 40 minuti di (lenti) impianti per arrivare in cima. Per non parlare del fatto che quando sarete lì i vostri amici, in Europa, staranno patendo l’afa estiva…
Info su Las Lenas - Argentina

 Las Lenas, Argentina

Las Lenas, Argentina


6 - Lauberhorn, Wengen, Svizzera. Oltre a essere un altro caposaldo della tradizione agonistica delle Alpi Europee, la Lauberhorn è una pista incredibilmente bella e alla portata di tutti. Quelli che sembrano lunghi falsipiani, vedendo le gare in TV, sono in realtà splendidi tratti di media difficoltà. Affacciatevi con prudenza sul Hundschopf, il vertiginoso salto che gli atleti affrontano con inquietante sicurezza.
Info su Wengen - Svizzera

Wengen, Svizzera  - © Vianney THIBAUT/AGENCE ZOOM

Wengen, Svizzera

Copyright: Vianney THIBAUT/AGENCE ZOOM


7 - Saslong, Val Gardena, Italia. Un altro famoso, storico tracciato. Rispetto a altre piste che hanno ospitato gare di discesa libera la Saslong è sicuramente più semplice ma anche definitivamente più divertente. Sempre ottimamente preparata, grazie anche al veloce impianto di risalita, è un piacere da gustare più e più volte.
Info su Val Gardena - Italia

Val Gardena - Il muro principale della Saslong, la pista di Coppa del Mondo  - © A. Corbo

Val Gardena - Il muro principale della Saslong, la pista di Coppa del Mondo

Copyright: A. Corbo


8 - 24,26,28,1, Lake Louise, Canada. Quella che sembra una formula matematica è in realtà il tracciato di Coppa del Mondo (e dei Giochi Olimpici del 1988). Oltre ad essere una magnifica pista, qui troverete una neve sempre perfetta (questa sì che è powder… altro che) con l’unico avvertimento di evitare i mesi più freddi (quello sì che è freddo). Anche qui panorami fantastici: la vostra videocamera potrebbe fondersi da quanto la userete.
Info su Lake Louise - Canada

Sciatore e snowboarder sulle piste di Lake Louise

Sciatore e snowboarder sulle piste di Lake Louise


9 - Ventina, Cervinia, Italia. La lunghissima Ventina è una vera celebrità delle Alpi. Con i suoi 11 kilometri di lunghezza (e quasi 1500 metri di dislivello) fa sembrare poco più di angusti vicoletti molte sue concorrenti. Ad essere sinceri la pista non è così bella in tutti i suoi tratti (con una lunga parte centrale quasi pianeggiante), ma la bellissima neve e il panorama sullo Cervino ne fanno davvero un “must”.
Info su Cervinia - Italia

Cervinia - Breuil  - © Cervinia

Cervinia - Breuil

Copyright: Cervinia

 

10 - Lundsrappet, Are, Svezia. Qui nel profondo nord, proverete l’emozione di sciare davanti a uno splendido lago ghiacciato. Le temperature possono essere probitive (soprattutto a Gennaio), ma potrete comunque ritemprarvi con i buonissimi dolci Svedesi (Ikea docet). E poi ricordatevi che state solo sognando…
Info su Are - Svezia

Åre, Svezia

Åre, Svezia

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità