Le novità del prossimo inverno sulle Alpi

News Most popular Le novità del prossimo inverno sulle Alpi

Le stagioni precedenti eravamo abituati al fatto che le stazioni sciistiche delle Alpi investivano milioni di euro ogni anno in nuove infrastrutture per gli sciatori. Quest’anno è chiaramente intuibile che il numero di nuovi investimenti, soprattutto quelli più grandi e spettacolari, è diminuito in modo significativo.

L’ultima stagione è stata estremamente difficile per tutte le stazioni sciistiche. Il blocco causato dalla pandemia di coronavirus ha causato perdite significative alla maggior parte dei centri.

Tuttavia, questa stagione include anche alcune novità nelle Alpi.

Ecco una selezione degli investimenti che sono stati fatti per l’inverno 2021/22:

Novità in Trentino Alto Adige (Italia)

  • In Val di Fassa, in località Belvedere Canazei, verrà varata la nuova seggiovia ad agganciamento automatico a 6 posti Kristiania. La stazione a monte del nuovo impianto si trova sul Col dei Rossi nei pressi della stazione di arrivo della funivia che proviene da Alba di Canazei e della funivia Pecol-Belvedere, che è stata attrezzata con nuove cabine.

 

  • Anche Carezza prosegue il suo ambizioso piano di investimenti. In questo centro verrà costruita una moderna cabinovia da 10 posti chiamata König Laurin. Il nuovo impianto lungo 1.800 metri sostituirà i due esistenti, collegando il rifugio Frommeralm con il rifugio Fronza alle Coronelle. Ci vorranno solo 6 minuti per coprire questo percorso.

 

  • In Val di Fassa si investe anche nello sci di fondo. A Pozza di Fassa – Ciampedìe sono state ammodernate le piste delle piste “Vajolet 1” e “Vajolet 2” e in zona Alpe Lusia – San Pellegrino è stato ricostruito il tratto finale del percorso “Fiamme Oro 1”.

 

  • La novità di questa stagione a Madonna di Campiglio sarà la cabinovia 10 posti Fortini – Pradalago Linea D.
    Questa moderna funivia utilizzerà meno elettricità, sarà anche più silenziosa e causerà meno vibrazioni rispetto alle vecchie cabinovie. Il viaggio è reso confortevole agli sciatori da 102 nuove e spaziose cabine di design con sedili riscaldati.

 

  • Una rivoluzione negli skipass – “pay per use”
    Nella Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta (Madonna di Campiglio, Pinzolo e Folgarida-Marilleva) sarà introdotto nella stagione 2021/22 un nuovo sistema di vendita degli abbonamenti. Con il listino prezzi dinamico pagherai solo il tempo effettivo trascorso sulle piste. L’abbonamento diventa “Starpass”. Per ottenerla è sufficiente registrarsi all’app partner tecnico MyPass Ski o su mypass.ski e acquistare una tessera MyPass a 10€, che sarà valida nel comprensorio sciistico Campiglio Dolomiti di Brenta. Chi usufruisce di questa opzione, più scierà, meno pagherà. Maggiori informazioni sono disponibili su: www.ski.it

 

  • Nuova pista slittini in Paganella
    Al comprensorio della Paganella aprirà la prima pista per slittini con la seggiovia Santel-Meriz, con partenza nei pressi del Fai della Paganella. Partendo dal Rifugio Meriz, potrete utilizzare la seggiovia biposto (che gestisce già il campo scuola Rolly Marchi) per raggiungere la partenza del nuovo traguardo ai piedi della pista da sci per principianti. La suddetta pista, costruita e gestita dalla Paganella 2001 S.p.A. è lunga 880 metri, larga da 3 a 5 metri, ed ha una pendenza media del 10%, fino ad un massimo del 20%.

 

  • Nuova cabinovia a Cortina d’Ampezzo
    La nuova telecabina Leitner 10 posti Son dei Prade-Cianzopè-Bai de Dones collegherà in questa stagione i due comprensori sciistici Tofane e Cinque Torri. La partenza è dalla stazione a valle sopra Pocol attraverso la stazione intermedia di Cianzopè a Bai de Dones. L’investimento pianificato da tempo migliorerà la comunicazione tra lo spettacolare gruppo delle Cinque Torri e Cortina. Finora ci si poteva arrivare solo su strada. La cabinovia coprirà oltre 4,5 chilometri e 242 metri di dislivello. Il viaggio durerà circa 14 minuti. La capacità del nuovo impianto sarà di 1.100 persone all’ora.

 

  • FlySki Shuttle: dall’aeroporto alla pista
    Nel periodo dall’8 dicembre 2021 al 3 aprile 2022 le principali località sciistiche del Trentino saranno collegate con transfer diretti dagli aeroporti di Verona-Valerio Catullo, Bergamo-Orio al Serio, Milano-Linate, Milano- Malpensa, Venezia-Marco Polo, Treviso-Antonio Canova, Bolzano e con le stazioni ferroviarie: FS di Mestre, Milano Centrale (novità 2021) e Trento. Grazie al servizio FlySki Shuttle, gli sciatori possono raggiungere facilmente le stazioni sciistiche della Val di Sole, Val di Fassa, Val di Fiemme, San Martino di Castrozza, Madonna di Campiglio/Pinzolo e la stazione ferroviaria di Trento.

 

Novità in Tirolo (Austria)

  • Funivia Weißseejochbahn sul ghiacciaio Kaunertal
    L’investimento in Kaunertal è un caso quasi unico. In Tirolo, per motivi ambientali, non si costruiscono più impianti di risalita in luoghi nuovi e la gamma dei comprensori sciistici non si amplia da molto tempo. Fa eccezione la nuova cabinovia a 10 posti Weißseejochbahn. Insieme ad essa, gli sciatori possono utilizzare una nuova pista rossa e interessanti varianti di piste da freeride. Il progetto di Leitner è costato 12,5 milioni di euro. La Weißseejochbahn porta gli sciatori dalla stazione intermedia Ochsenalm alla cresta a 3.044 metri sul livello del mare, dove si trova il confine tra Austria e Italia. Il percorso copre quasi 2 chilometri e 550 metri di dislivello. Il viaggio verso la cima dura meno di 6 minuti e l’impianto può trasportare 2.400 persone in un’ora.
    Nella progettazione di questa opera è stata prestata particolare attenzione a garantire che la nuova cabinovia fosse priva di barriere architettoniche. Pertanto, può essere facilmente utilizzata da persone disabili che si spostano in monosci o in sedia a rotelle. Kaunertal, infatti, è rinomata per la sua offerta per le persone con mobilità ridotta.
    Anche la Weißseejochbahn fa parte della strategia di sviluppo sostenibile poiché è alimentata dall’elettricità dei pannelli solari. Durante la costruzione è stata utilizzata una speciale tecnologia solare, che rappresenta una vera novità nelle funivie: la facciata dell’edificio sul lato soleggiato è ricoperta da innovativi moduli fotovoltaici che non riflettono la luce. La struttura produce energia elettrica 365 giorni all’anno. L’apertura della Weißseejochbahn è prevista per dicembre 2021.

 

  • Funivia Goldsee a Nauders
    Nauders accoglierà gli sciatori questa stagione con la nuova Goldseebahn a 6 posti. In definitiva, il nuovo investimento sostituirà tre ponti sollevatori con barra a T molto usurati. Grazie a questo, gli sciatori possono contare su un comfort decisamente maggiore. La nuova seggiovia è dotata di sicure per bambini automatiche, sedili riscaldati ed ergonomici e coperture per proteggere da neve e vento. Allo stesso tempo, sono state curate anche le piste da sci nell’area del nuovo impianto di risalita, che sono state nuovamente profilate ed i tratti più ripidi sono stati leggermente ammorbiditi. Il vantaggio del nuovo impianto è una maggiore resistenza alle raffiche di vento.

 

  • Funicolare Rosskarbahn a Obergurgl
    Nel comprensorio sciistico di Obergurgl, alla fine della valle Ötztal, una nuova cabinovia a 10 posti di Doppelmayr sostituirà la vecchia seggiovia a 4 posti, in uso dal 1997. Dopo oltre 20 anni di fedele servizio è tempo di rinnovarla. Il tempo di ingresso al Festkogel sarà ridotto da 7 a poco più di 5 minuti. Allo stesso tempo, aumenterà in modo significativo la capacità dell’impianto, che sarà in grado di trasportare 2.400 persone all’ora. Ciò contribuirà sicuramente a ridurre le code che a volte si formavano nei periodi di maggiore affluenza.
    Durante la costruzione, la stazione a monte è stata leggermente spostata verso la Festkoglbahn. Come per la seggiovia esistente, anche la nuova cabinovia sarà composta da due tronconi, consentendo a sciatori e snowboarder di salire e scendere a metà percorso.

 

  • La nuova jibline nello snowpark dello Stubai Zoo
    Questa non è una nuova funivia, ma vale la pena menzionare questa innovazione. Snowpark Stubai Zoo situato sul ghiacciaio Gaisskarferner a un’altitudine di 3.100 metri sul livello del mare. – uno dei migliori e più famosi nelle Alpi – si è arricchito di un nuovo jibline con una lunghezza di 300 metri. La linea è servita da un proprio ascensore (Zooshuttle).

 

  • Il giro di sci KitzSkiWeltTour
    Questa è una nuova attrazione per gli amanti delle lunghe percorrenze. I comprensori sciistici SkiWelt Wilder Kaiser-Brixental e KitzSki offriranno agli sciatori in questa stagione il circuito sciistico più lungo del mondo! Si potrà sciare da Going am Wilden Kaiser attraverso le Alpi di Kitzbühel fino a Hollersbach negli Alti Tauri e, soprattutto, lo si potrà fare senza mai percorrere lo stesso percorso due volte lungo il tragitto. Il circuito sarà lungo 80 chilometri. Tutto sarà disponibile in un unico passaggio: KitzSkiWelt.

 

Novità nel Salisburghese (Austria)

  • Telecabina Flying Mozart nello Snow Space di Salisburgo
    Dall’inizio della stagione invernale 2021/22, l’attuale cabinovia Flying Mozart da Wagrain / Kirchboden a Grießenkar sarà sostituita da una modernissima cabinovia a 10 posti. La nuova cabinovia è una delle funivie monofuni più potenti al mondo. Con una straordinaria capacità di 4.000 persone all’ora, garantirà agli appassionati di sport invernali un rapido accesso al comprensorio sciistico.
    Con il nuovo comparto sciistico Panorama Link aperto nel dicembre 2020 tra Flachau / Wagrain e Flachauwinkl / Kleinarl, è stata creata una delle regioni di sport invernali più grandi e diversificate d’Europa. La cabinovia da 10 posti vi porta dalla stazione Grießenkareck attraverso un crinale montuoso fino alla stazione Flachauwinkl-Kleinarl. Il tempo di percorrenza è di 8 minuti, e grazie alle ampie vetrate sotto il  percorso di 3,2 chilometri potrete ammirare un panorama montano unico.

 

  • Seggiovia “Mooslehenbahn” a Filzmoos
    Filzmoos è un piccolo ma molto popolare comprensorio sciistico per famiglie nel Salisburghese. Nella stagione invernale 2021/22 la “Mooslehenbahn” sul lato soleggiato della valle sarà sostituita da una oderna seggiovia a 6 posti. Il nuovo impianto soddisfa i più elevati standard di sicurezza e comfort; è dotato di dispositivi automatici di sicurezza per bambini e coperture contro le condizioni atmosferiche sfavorevoli.

 

  • Funivia Zwölferhorn nella regione del Wolfgangsee
    Grazie alla nuova funivia Zwölferhorn a St. Gilgen sul lago Wolfgangsee, fino a 655 persone possono raggiungere la vetta dello Zwölferhorn in un’ora. Le 28 nuove cabine gialle e rosse offrono il massimo comfort, ampi spazi e splendide viste. Inoltre, sono state rinnovate le stazioni superiore e inferiore ed è stato costruito un nuovo ristorante al piano superiore.

Novità nel Vorarlberg (Austria)

L’apertura di due nuove funivie è prevista per dicembre 2021 nella più grande regione sciistica austriaca, Ski Arlberg, precisamente presso la stazione di Lech Zuers am Arlberg.

  • Funivia Zugerbergbahn
    L’attuale seggiovia a 2 posti Zugerbergbahn a Zugo è attiva dal 1969 e la comodità non era proprio “il suo forte”; sarà quindi sostituita da dicembre da una moderna e confortevole cabinovia a 10 posti. La salita in cima richiederà solo 5 minuti invece di 13. Ridurrà anche le code. Degno di nota è anche il design delle stazioni della cabinovia inferiore e superiore. Entrambe si trovano sottoterra, quindi si fondono con il paesaggio. Di conseguenza, sono anche meno sensibili al vento e sfruttano in modo ottimale lo spazio. Inoltre, il nuovo impianto potrà essere utilizzato anche dagli appassionati di montagna che non praticano lo sci o lo snowboard. La stazione superiore è collegata da un tunnel sotterraneo con il rifugio Balmalp.

 

  • Seggiovia Madloch
    Dopo oltre 50 anni di fedele servizio, è arrivato il momento di sostituire anche la seggiovia Madlochbahn che opera a Zürs dal 1967. Rispetto ad altre moderne funivie nella regione dello Ski Arlberg, lasciava molto a desiderare in termini di comfort, velocità e capacità. Il nuovo Madloch a 6 posti non sarà solo più veloce, ma anche molto più comodo. Le sedute saranno dotate di coperture contro le condizioni atmosferiche sfavorevoli ed i sedili saranno riscaldati. Ci vorranno solo 5 minuti per raggiungere Madloch a un’altitudine di 2.446 metri.
    Le stazioni sono realizzate in una struttura in acciaio e vetro, grazie alla quale si integrano bene con l’ambiente circostante. Inoltre, la stazione a valle è stata trasferita e ora si trova di fronte al Lago di Zürs. Questo è un cambiamento molto positivo per il comprensorio sciistico e la pista Der Weiße Ring, che ora può essere percorsa ancora più velocemente.

 

Novità a Les 4 Vallées (Svizzera)

Il 2022 sarà un anno di innovazione nel più grande comprensorio sciistico della Svizzera, Les 4 Vallées. In questa stagione verranno costruiti quattro nuovi impianti di risalita per offrire agli sciatori un maggiore comfort. Anche il tempo di percorrenza si ridurrà, poiché i nuovi impianti di risalita saranno in grado di trasportare più sciatori e snowboarder all’ora. Tutti e quattro i progetti dovrebbero essere pronti questo inverno.

  • Seggiovia Moay Pasay a Bruson
    La vecchia seggiovia di La Pasay è stata dismessa e sostituita con una nuova seggiovia a 6 posti con parabrezza. Forse l’innovazione più notevole è il tempo di viaggio, che è stato ridotto di oltre la metà. Invece di 11 minuti, sciatori e snowboarder raggiungeranno la vetta in soli 5 minuti. Degno di nota è anche il design dei sedili progettati da Porsche Design Studio.

 

  • Seggiovia Pissavache Chargerat a Bruson
    Anche il secondo nuovo impianto da realizzare a Les 4 Vallées è una seggiovia a 6 posti. Il nuovo progetto collegherà La Pisse-Vache e Col de Chargerat. La seggiovia lunga 1.523 metri coprirà un’altezza di 462 metri. Il tempo di percorrenza sarà di circa 6 minuti e la capacità sarà di 1.600 persone all’ora.

 

  • Téléporté Mixte a Thyon
    Un importante investimento è in corso anche a Thyon, che contribuirà al miglioramento del comprensorio sciistico. Il Téléporté Mixte è in costruzione per sostituire le due cabinovie esistenti. Il nuovo impianto è una combinazione di seggiovia e cabinovie. Ci saranno 6 seggiovie e cabine da 10 posti. Il nuovo impianto non solo offre una maggiore capacità, ma consente anche ai pedoni senza attrezzatura da sci di spostarsi tra Les Collons 1900 e Thyon 2000. Il viaggio sul nuovo impianto durerà 4 minuti.

 

  • Cabinovia Medran IV a Verbier
    Old Mèdran I è stato uno dei principali impianti di risalita di Verbier fino allo scorso inverno. Porta direttamente dal paese (1.500 m) a Les Ruinettes a 2.200 metri di altitudine, da dove si possono esplorare gli altri comprensori sciistici di Les 4 Vallées. Tuttavia, dopo 37 anni di attività, la seggiovia a 6 posti non soddisfa più i requisiti moderni, soprattutto a causa della ridotta capacità. Pertanto, la località ha deciso di sostituire l’impianto con una moderna cabinovia Mèdran IV. Le cabine della nuova funivia possono ospitare 10 persone e anche la velocità di viaggio è notevolmente aumentata. La capacità della nuova cabinovia è di 3.200 persone all’ora.

 

Copyright © 1995-2022  Mountain News Corporation.  All rights reserved.