Manca pochissimo alla partenza dei Mondiali di sci alpino di Cortina d'Ampezzo che si terranno dal 7 al 21 febbraio 2021: sarà il primo grande evento sportivo invernale in epoca Covid-19.

Che il pubblico non ci sarebbe stato si sa già da un po': il Comitato Tecnico Scientifico aveva annunciato ad inizio gennaio che il mondiale si sarebbe potuto tenere ma a porte chiuse e nel rispetto di strettissime misure anti contagio. Gli organizzatori hanno fatto un enorme lavoro per rendere questo evento che stavamo tutti tanto aspettando possibile e per adeguarsi al particolare momento che stiamo vivendo.

Durante la conferenza stampa in streaming, Alessandro Benetton, presidente della Fondazione Cortina 2021 ha detto : "Non ci siamo mai demoralizzati. Oggi siamo all'ultimo sforzo, l'esame è vicino. Siamo consci di aver fatto un lavoro importante, con un gioco di squadra. La mia priorità è stata fare in modo che siano gare di successo".

Ha poi aggiunto: "Ho voluto immaginare qualcosa di più, come è accaduto in Italia con le Olimpiadi di Torino 2006 e con Expo di Milano. I grandi eventi devono avere un effetto "palla di neve", coinvolgere il territorio, per la sua rinascita. Pensiamo di aver ottenuto questo risultato. Ci siamo posti il problema dei Mondiali a porte chiuse, senza pubblico, ma non avevamo alternative. In montagna si dice: fai fuoco con la legna che hai".

Benetton ha infine sottolineato che "sarà la prima manifestazione sportiva internazionale in pandemia. Sarà un grande evento mediatico: le statistiche dell'audience ci riportano dati importanti. Per questo abbiamo investito molto sulla comunicazione alternativa". "Le Olimpiadi Cortina 1956 furono le prime in televisione; questi Mondiali saranno un evento con grande diffusione mediatica. Mancherà il calore del pubblico, anche per gli atleti, ma vedremo di compensare".

La multimedialità sarà fondamentale per poter rendere visibili a tutti le gare stando comodamente seduti sul divano, ed è proprio sul digitale che si sono concentrati gli sforzi e gli ultimi investimenti.

Tramite la "nuova nata" Cortina 2021 Official App, sarà possibile seguire direttamente sul proprio device, le competizioni iridate attraverso la cronaca live fatta dagli speaker ufficiali di Cortina 2021 direttamente dalla Finish area dei Mondiali: un modo importante per abbattere le distanze e rendere tifosi e appassionati partecipi delle gare al 100%, vivendo anche da remoto l'emozione unica dell'arrivo e del tifo a bordo pista. Al termine delle competizioni, e solo tramite l'app, gli utenti potranno assistere da casa alle conferenze stampa dei vincitori, con la possibilità di diventare «giornalisti per un giorno» inviando le proprie domande da porre ai grandi campioni tramite l'apposita piattaforma di chat in tempo reale.
La piattaforma digitale è stata sviluppata da Iquii (Official digital provider dei Mondiali) e sfrutta le potenzialità del "mobile" come elemento centrale per informare e coinvolgere gli utenti, grazie a tantissimi contenuti esclusivi studiati appositamente per appassionare e accrescere il grado d’interazione.

Per rendere possibile e visibile a noi questo magnifico spettacolo saranno al lavoro sul posto in moltissimi: sulle piste saranno all'opera oltre 500 persone impegnate per l'allestimento dei tracciati di gara che saranno tre: Olympia delle Tofane, Vertigine (Discesa, SuperG e Giganti) e Col Druscié (slalom) e 1 dedicata alle qualificazioni (Cinque Torri). Saranno 3.500 le persone coinvolte nell’evento, tra addetti ai lavori, volontari e membri delle Federazioni, 550 i media accreditati. Sono 140 le telecamere posate per la produzione televisiva dell’intero evento, 90 delle quali funzionanti in contemporanea che trasmetteranno le immagini a oltre 500 milioni di telespettatori.

La neve non manca, l'attesa è molta, il periodo "particolare" richiede sforzi "particolari" e Cortina si farà trovare ancora più pronta a mostrare a tutto il mondo delle gare appassionanti, in sicurezza avendo intorno la miglior cornice possibile: le meravigliose Dolomiti!