Italiano
Sci di Primavera: non è troppo tardi per l'ultima pista!- ©Andrea Corbo

Monterosa Ski - Dal colle Bettaforca verso Champoluc

Copyright: Andrea Corbo

Sebbene in pianura le giornate siano miti è ancora decisamente presto per andare al mare, dove l’acqua è termicamente ai minimi dell’anno. E’ anche presto per andare in montagna a camminare, dato che gran parte dei sentieri si trovano ancora coperti dalla neve.

E allora perché non andare ancora a sciare? Dopo una stagione tormentata dal maltempo, sono in molti a non essersi sfogati a dovere e la primavera può essere il momento del riscatto, complice anche l’abbondante innevamento ancora presente ed il tracollo termico di questi ultimi giorni. Chiaramente non tutte le stazioni, in questo periodo, sono in condizioni ottimali.

Vediamo quindi dove trovare la neve migliore in Primavera...
 

VALLE D'AOSTA

✔ La Thuile – La Rosiére
Posta nell’estremo angolo nord-occidentale d’Italia, a cavallo con la Francia, La Thuile gode di un microclima particolare, spesso ventoso, che mantiene molto bene la neve, tanto da chiudere usualmente gli impianti non prima del 25 aprile. La quota delle piste raggiunge i 2800 metri e le esposizioni sono molteplici. La neve migliore si trova in prossimità del confine francese, nell’area del passo del Piccolo San Bernardo, dove il pendio è rivolto a nord, il sole è radente e la neve si mantiene polverosa sino a fine stagione. Un’altra zona buona è quella del bosco, che è il regno delle piste “nere”: grazie all’ombra degli alberi ad alto fusto, il sole incide per poche ore al giorno, ed i muri che si trovano qui si mantengono in buone condizioni nonostante ci si trovi sotto i 2000 metri di altitudine.

La Thuile - Condizioni piste 22-23-24 Febbraio 2014

La Thuile - Condizioni piste 22-23-24 Febbraio 2014


✔ 
Alagna - Gressoney - Champoluc
Alagna, nel suo piccolo, vanta sì la pista più bassa del comprensorio ma anche quella più alta, tornata a vivere da qualche anno dopo l’apertura della nuova “funifor” che dal passo Salati conduce a punta Indren, a quota 3250 metri. Qui è il regno del fuoripista, le piste non vengono battute, ma in questa stagione è anche un modo per trovare ancora polvere. Gressoney quest’anno promette sci fino ai primi di maggio, grazie alla battitura della pista “Salati” che continuerà anche dopo la canonica chiusura di stagione. Anche il resto delle piste su lato est si trovano comunque ad altezze ed esposizioni tali da favorire la tenuta della neve. Champoluc, nell’area Bettaforca e Sarezza offre anch’essa buone garanzie almeno sino al Crest, situato a circa 2000 metri di quota.

Alagna, 24 Marzo 2014

Alagna, 24 Marzo 2014




LOMBARDIA 

✔ 
Madesimo
Un vecchio e sbiadito pannello in cima al pizzo Groppera recita: «Neve ideale fino a giugno». Forse è fin troppo ottimistico, ma sciare in Val di Lei fino a stagione inoltrata è sicuramente una certezza. Questa parte del comprensorio, rivolta a nord, è molto apprezzata anche per il fuoripista grazie alla nevosità naturale sempre molto abbondante. Anche il resto delle piste di Madesimo sono comunque ideali per una sciata primaverile, grazie al sole mai diretto ed alle quote abbastanza elevate. Dai quasi 3000 metri del Groppera, inoltre, si può anche sperimentare una discesa fuoripista sul ben noto Canalone.

Madesimo - Neve di Marzo 2014

Madesimo - Neve di Marzo 2014


✔ 
Bormio - Santa Caterina Valfurva
Anche l’alta Valtellina si difende bene in questa stagione: Bormio e Santa Caterina hanno infatti gran parte delle piste rivolte a settentrione. A parte la discesa in paese, che si trova ad appena 1200 metri, l’area sciabile tra Bormio 2000 e Bormio 3000 è solitamente molto ben tenuta in marzo ed aprile. Polvere assicurata su quasi tutto il chilometro di dislivello che separa le due stazioni. Santa Caterina, col paese che si trova a 1750 metri, può vantare la quasi totalità del comprensorio in situazione favorevole alla tenuta ottimale della neve. La famosa pista “Deborah” regala forti emozioni, sia per essere un tracciato di Coppa del Mondo, sia perché si può percorrerla anche a fine stagione con una neve degna di gennaio. La Sunny Valley, come suggerisce il nome, è invece il posto ideale per una tintarella assicurata, nonché il luogo adatto a sciate più rilassate su pendenze meno accentuate.

Bormio - Neve di Marzo 2014

Bormio - Neve di Marzo 2014



SVIZZERA 

✔ 
CorvatschSt. Moritz
Le due stazioni più rappresentative dell’Engadina sono anche quelle ad offrire le maggiori possibilità di divertimento nei mesi finali della stagione. Corvatsch, col suo ghiacciaio e le piste prevalentemente rivolte a nord, è la regina della valle in primavera: base a 1750 metri, cima a 3303, oltre 1500 metri di dislivello polverosi per sciare come fosse pieno inverno grazie al sole radente. Sankt Moritz, anch’essa con base a 1750 metri, ma con esposizione a sud, dà il meglio di sé da Corviglia in su: l’area della Fuorcla Grischa e del Trais Fluors, vantano neve abbondante e polverosa anche quando il sole è alto. Entrambe le località offrono inoltre magnifici panorami sull’Engadina e sono collegate tra loro con una capillare rete di ski-bus.

Corvatsch

Corvatsch

 

 

 

 

 

Pubblicità

Ultime notizie

Pubblicità

Pubblicità