E’ iniziato con il SuperG della Val Gardena, il lungo weekend che vede impegnati gli sciatori della Coppa del Mondo. 
Nella prima gara degli uomini la vittoria è andata al favorito Aksel Lund Svindal, che ha la meglio sul canadese Hudec e sul francese Theaux. Per gli azzurri, assente Paris, si registra la buona prestazione di Peter Fill che però inforca a pochi metri dal traguardo. Nono il portacolori azzurro Christof Innerhofer e undicesimo Werner Heel. Brutta caduta per Matteo Marsaglia, che però non dovrebbe avere grosse conseguenze per il proseguio di stagione.
 
Sabato è stato la volta della grande classica, la discesa libera della Saslong, dove si impone il canadese Erick Guay davanti al norvegese Kjetil Jansrud, secondo a 12 centesimi, e il francese Johan Clarey, terzo a 24. Per gli azzurri, buona prova per Werner Heel, ottavo. Decimo Fill.
 
Domenica l’appuntamento è con lo straclassico gigante della Gran Risa in Alta Badia.
 
Le sciatrici erano di scena anch’esse in Libera, sulla classica (e piatta) Oreiller-Killy della Val-d’Isère, che è stata dominata dalla “scivolatrice” svizzera Marianne Kaufmann-Abderhalden, che prece la fuoriclasse slovena Tina Maze, e la 21enne austriaca Cornelia Hütter, al primo podio in carriera. L’attesissima Lindsey Vonn, che aveva tra i suoi supporter al parterre la star del golf Tiger Woods (suo compagno nella vita) esce dal tracciato. Fuori dalle 15 le azzurre.
 
Domenica di nuovo in pista con il gigante, sempre in Val d’Isere.