Stanchi delle solite risalite in Seggiovia? Oltre che su nuove discese, volete per caso anche darvi a nuovi mezzi per arrivare in vetta? Dopo i confortevoli bus di Moose Mountain e il velocissimo Va et Vient di Portillo, eccovi un’altra carrellata di mezzi insoliti, certi che a qualcuno sta venendo voglia di andare a sciare in queste località, oltre che per “discendere”, anche per il gusto di poter provare e poi raccontare gli inusuali modi di “risalire” le piste!


Gatto delle nevi nel paradiso della fresca: Keystone, Colorado, USA

In questa stazione sciistica gli impianti di risalita vanno fino al limite del bosco. Ma al di là degli alberi, in alto sulle cime ricoperte di soffice polvere bianca, senza alberi né altri ostacoli ad interrompere ampie curve in fresca, si può arrivare in qualche modo? La buona notizia è che si può salire lì per soli 5 $! E se volete farlo più volte, il biglietto da 15 corse costa $ 50. Il taxi per gli appassionati del fuoripista ma un po’ pigri è un battipista con una cabina adatta ad un massimo di dodici passeggeri nella parte posteriore. Vi è la possibilità di fare anche un Tour di Keystone con il gatto delle nevi, al prezzo di $ 240 comprendente il noleggio di sci da fuoripista,

Ski Area: 2.829-3.633 mt (col gatto delle nevi si può salire fino a 3845 m), 21 impianti di risalita, 128 km di piste (100 km in area con mezzi di risalita tradizionali).

Sistemazione: Il resort dispone di 1200 camere e appartamenti.

Guide: Il Tour è sempre accompagnato da una guida, disponibile presso la località.

Info: www.keystoneresort.com


In aereo sul ghiacciaio: Tasman Glacier, Nuova Zelanda

Il ghiacciaio Tasman è il più lungo ghiacciaio temperato nel sud del mondo. La “scala” delle vette è di tipo himalayano. Aoraki / Mount Cook svetta per 3.000 metri dal suo fondovalle.  Chi ha la fortuna di immergersi in questo paradiso bianco potrà sciare esplorando incredibili grotte di ghiaccio, torri (seracchi), e canyon: un viaggio indimenticabile reso ancor più unico dal mezzo di trasporto, ovvero un vero e proprio aereo da turismo (un Pilatus Porter) che in 15 minuti porta a Tasmansattel, a 2.500 mt. Di qui, con una guida, si godrà della discesa su 70 metri di (caduta media annua) di neve, accompagnati da esperte guide.

Ski Area: 1500-2500 m, 5 piste da 8 a 10 km di lunghezza, dal 1 ° Luglio al 30 Settembre due partenze al giorno sulle piste.

Sistemazione: Il Monte Cook Village offre numerosi hotel, l'inverno è bassa stagione.

Guide: Tutti i gruppi (3-7 persone) sono accompagnati da guide professionali.

Noleggio: c/o l’Aereoportodel  Monte Cook.

Info: www.skithetasman.co.nz
 

In barca per sciare: Romsdalsfjorden, Norvegia

Norvegia, terra di sci ma anche di fiordi spesso inaccessibili. Montagne a picco sul mare, alcune innevate per molti mesi all’anno e adatte ad escursioni in neve immacolata. In che modo? Naturalmente con una… barca! Nello specifico il 14 piedi a vela pazientemente restaurato da Erik Holo, con cui si muove insieme ai suoi ospiti da Molde per una settimana in tour verso le destinazioni nei dintorni delle Alpi Romsdal e Orskogfjell (63 gradi di latitudine nord con neve spesso fino al livello del mare): con massimo 3-4 ore di risalita con pelli su pendii dolci si otterrà in premio una discesa fino alla spiaggia…dove vi aspetteranno a bordo della nave per un pasto rigenerante e per salpare verso nuove…piste!

Area sciistica: 0-1545mt, senza piste battute.

Sistemazione: Sulla nave in cuccette.

Guide: Le escursioni case sono accompagnate da una guida.

Info: www.solli-adventure.no