Seggiovie, cabinovie, ski-lift, ovovie: questi sono i mezzi di risalita più comuni ed utilizzati dalle stazioni sciistiche di tutto il mondo. Qualcuno utilizza anche l’elicottero, ovvero l’eliski, anche se non così comune.

Ma ci sono dei sistemi di risalita molto particolari in giro, e i resort che li hanno adottati ne han fatto una peculiarità della loro offerta turistica e del loro modo di intendere lo sci e l’andare per montagne.

Ve ne presentiamo alcuni tra i più curiosi, chissà che le località che li utilizzano non diventino la meta delle vostre prossime settimane bianche!


Risalita in Autobus: Moose Mountain, Alaska

Vista dall’alto non è così diversa da tante altre località sciistiche americane: una fitta rete di 42 piste fino a alle foreste. L’unica differenza è che non si vedono gli stretti corridoi tipici degli impianti di risalita: infatti a Moose Mountain si utilizzano gli autobus per tornare in vetta! Diversi i vantaggi, spiegano i gestori: intanto i bus sono riscaldati, e quindi, viste le temperature che ci sono da queste parti, gli sciatori possono godere di un riposo più confortevole rispetto ad un impianto “scoperto”. Questo sistema inoltre non ha in alcun modo toccato l’ecosistema della Montagna e, dal momento che la stazione rimane aperta tra i 40 e i 60 giorni all’anno, ha permesso anche all’azienda che la gestisce di non dover affrontare onerosi investimenti infrastrutturali difficilmente ammortizzabili.

Ski Area: 213-606 m, linee di autobus, 20 km di piste da sci

Sistemazione: Moose Mountain è una destinazione “da un giorno”: hotel a Fairbanks, dal centro città 25 km alla base del lodge.

Guide: Necessarie per eventuali fuori pista

Info: www.shredthemoose.com

 

Con il Va et vient su pendenze più ripide: Portillo, Cordigliera delle Ande, CileVillarica, Cile

Portillo unisce il paesaggio mozzafiato delle Alpi Occidentali con la neve fresca incredibilmente secca delle Montagne Rocciose. Teatro di frequenti valanghe, viste anche le pendenze delle piste, i gestori degli impianti hanno inventato il Va et Vient (fionda), ovvero un sistema di risalita senza pali o altre strutture fisse nel terreno: solo un cavo doppio teso a mezz’aria ancorato nella roccia a monte e alla struttura della stazione base a valle, cui è agganciato, tipo carrucola, una sorta di trapezio munito di 4 piatti (tipo skilifts tradizionale.). Si va ad una velocità doppia rispetto ad un impianto normale (di qui la necessità di tenersi alla sbarra del trapezio) ed è richiesta coordinazione ai (massimo) 4 sciatori che lo prendono contemporaneamente. 

Ski Area: 2580-3310 m, 14 impianti di risalita, 22 km di piste da sci

Sistemazione: L'elegante Hotel Portillo dispone di camere in diverse categorie, il Lodge Octagon è più economico e le camere nel Lodge Inca sono tipo ostello della gioventù.

Guide: possono essere prenotati istruttori privati e guide all'interno dell'hotel, l'eliski è possibile.

Info: www.skiportillo.com