Ci stiamo avvicinando al periodo che l'anno scorso ha segnato il vero e proprio picco dell'inverno 2012, ovvero Febbraio. Come ricorderete, l'anno scorso il secondo mese dell'anno ha ricoperto l'Italia con una lastra di ghiaccio, in particolar modo al Nord, per diversi giorni. Dalle previsioni quest'anno non arriveremo a tanto, ma già in questi giorni assisteremo ad un cambio di rotta rispetto alle temperature miti e soleggiate di questi giorni.

Tra oggi e domani è previsto infatti un crollo delle temperature a quote alte, che avrà ripercussioni anche a valle. Il vento di oggi è un primo accenno di questa nuova situazione che si sta verificando su Nord Ovest, Sardegna e Regioni Tirreniche, oltre che a Sud Ovest. Temporali in arrivo quindi su Toscana, Lazio, Campania e Calabria. Sarà comunque tutta l'Europa mediterranea dover fare i conti con il gelo, che arriverà a far scendere bruscamente le temperature fino al nord Africa. Tornando all'Italia, da oggi è prevista neve a quote basse sulle regioni del centro (Toscana, Lazio e anche Sardegna), dopo alcune lievi nevicate che ieri hanno interessate alcune zone del Piemonte e dell'Alto Adige.

Da giovedì a venerdì la previsioni neve ci parlano di precipitazioni sui rilievi appenninici anche a quota 400 metri su Emilia Romagna, Marche, Toscana e Umbria, mentre su Lazio, Abruzzo e Molise la quota neve si assesterà intorno ai 600 metri. Ma nevicate importanti sono attese fino alle regioni più meridionali dell'Italia, come la Calabria, Campania e Basilicata.

Il vero peggioramento sembra dover arrivare nel weekend, che da Nord a Sud si preannuncia molto freddo e nevoso...