Per alcune località la "stagione successiva" inizia solo poche settimane dopo che la precedente è terminata. Saas Fee in Svizzera per esempio o il ghiacciaio di Kitzsteinhorn sopra Kaprun in Austria , chiudono per un mese o due dopo la fine della stagione invernale, prima di riaprire per una nuova stagione.
Ma anche altre località vicino a ghiacciai, come Les 2 Alpes e Tignes in Francia e Cervinia in Italia hanno una stagione sciistica estiva, così si chiude a fine agosto o primi di settembre per prepararsi ad una stagione invernale di sei/otto mesi, che inizia già in autunno.

Anche Timberline chiude circa 15 giorni per manutenzione verso metà settembre . Il caldo estivo si sta attenuando e le temperature scendono, in Nord America alcune delle località più ad alta quota del mondo, ma senza skiarea sul ghiacciaio, come Copper, Loveland, Keystone e Arapahoe Basin, tutte in Colorado, potrebbero avviare l'innevamento programmato, con l'obiettivo di aprire ai primi di ottobre. Un quadro simile si registra in Scandinavia, e in particolare in Finlandia, dove si cercherà di aprire verso ottobre.

Ma quale sarà la prima località ad inaugurare la stagione sciistica?

Potrebbe essere il ghiacciaio Pitztal in Austria, che gestisce gli impianti di risalita più alti del Paese ed ha recentemente potenziato il suo sistema di innevamento con l'installazione di un sistema importato da Israele, che può produrre neve anche a temperature elevate. Quest'anno Pitztal programma di aprire mercoledì 15 settembre. Pochi giorni dopo, il 25 settembre, aprirà Tignes e poi ai primi di ottobre una dozzina di ghiacciai in Svizzera e Austria, e probabilmente, le stazioni ad alta quota in Colorado, ed anche alcune località a nord della Scandinavia si uniranno alla lista delle aree sciistiche aperte nella stagione 2010-11.

In ogni caso, qualunque sia la località ad aprire per prima, ci si augura di ripetere le grandi stagioni dei recenti inverni passati, che hanno visto località come Bormio in Italia, Kitzbuhel in Austria e Cairngorm in Scozia, aprire con largo anticipo rispetto al solito.

Gli amanti della neve possono iscriversi alla nostra newsletter, entrare nella community Skiers' Lounge, che conta 60.000 iscritti in tutta Europa, seguire la pagina Facebook di Skiinfo.it, e abbonarsi gratuitamente al servizio Powder Alarm della loro località preferita, oltre a consultare il nostro servizio booking per le offerte vacanza.