Dopo il successo della prima edizione nel 2011, il Red Bull Jib-Ski Kings conquista di nuovo l'Alto Adige! Questo contest di freeski, unico nel suo genere, ha visto pro e amatori darsi battaglia il 9 e 10 marzo 2012 sulla pista Spitzbuhl di Alpe di Siusi (BZ), e alla fine la vittoria tra i pro è stata conquistata dall'atleta altoatesino 19enne Lukas Schäfer, che ha sbaragliato nella finale a quattro la concorrenza degli avversari. "Sono veramente contento di come è andata la gara - ha spiegato l'emozionato vincitore - l'ultima run è andata molto bene e speravo in una vittoria, che alla fine sono riuscito a conquistare. E' stata una bellissima giornata e mi sono veramente divertito".
Secondo sul podio Valentino Mori, mentre al terzo posto si è classificato il finlandese Markus Fohr. Ultimo del gruppetto finale Christoph Schenk, che per chiudere quarto in classifica ha dovuto battere in gara la concorrenza, oltre che degli altri atleti, anche del fratello Stefan, professionista nello sci freestyle come lui. Christoph è riuscito a conquistare anche il premio per il "Best trick", chiudendo perfettamente uno Switch Misty 9.

Il concept dell'evento è nuovo per la scena, e si pone l'obiettivo di allargare i confini del jibbing nel freeski. A differenza degli usuali contest di questa disciplina, il Red Bull Jib-Ski Kings non si è svolto all'interno di un park, ma su una normale pista da sci, e ha messo in primo piano la dimensione più "naturale" di questa disciplina, abolendo per una volta tutte le grandi installazioni artificiali dei park.
I rider non hanno avuto a disposizione grandi strutture per i trick, ma la loro creatività è stata stimolata solo da ostacoli "naturali", quali ad esempio le irregolarità del suolo, i cambi di pendenza e i rail naturali.

La gara era aperta sia a pro che ad amatori, ovviamente con una buona padronanza degli sci e dei trick del freestyle. Al termine della giornata di qualifiche dedicate agli amatori, i migliori 10 hanno conquistato un pass per il main event del giorno successivo, dove hanno avuto la possibilità di sfidare i propri idoli in questa disciplina. Tra i qualificati anche una ragazza, la 25enne Silvia Bertagna, che ha gareggiato senza timore contro gli uomini e si è fatta valere nella competizione.
La vittoria e il relativo montepremi in denaro sono stati assegnati da una giuria tecnica disposta sul percorso, che ha valutato i trick in base a quattro diverse categorie: numero, varietà, esecuzione/stile, utilizzo del percorso.
Tra i giudici, anche la giovane promessa del freeski italiano Markus Eder che, non potendo partecipare a causa di un infortunio, ha avuto il difficile compito di giudicare i suoi colleghi atleti pro.