Italiano

11 Esercizi giusti per lo Sci

null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
6. Sollevementi laterali: appoggiati su un fianco, alzate il fianco tenendo un gomito appoggiato a terra e i piedi sovrapposti. Tenendo la posizione del corpo dritta, mantenere la posizione per almeno 30 secondi, massimo un minuto. Questo esercizio rafforza i muscoli obliqui. - © Danielle Shapiro

6. Sollevementi laterali: appoggiati su un fianco, alzate il fianco tenendo un gomito appoggiato a terra e i piedi sovrapposti. Tenendo la posizione del corpo dritta, mantenere la posizione per almeno 30 secondi, massimo un minuto. Questo esercizio rafforza i muscoli obliqui.
Copyright: Danielle Shapiro

6. Sollevementi laterali: appoggiati su un fianco, alzate il fianco tenendo un gomito appoggiato a terra e i piedi sovrapposti. Tenendo la posizione del corpo dritta, mantenere la posizione per almeno 30 secondi, massimo un minuto. Questo esercizio rafforza i muscoli obliqui. - © Danielle Shapiro
null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
null - © Danielle Shapiro


Copyright: Danielle Shapiro

null - © Danielle Shapiro
2. Ponte con una gamba alzata: come esercizio numero 1, ma per aumentare l'efficacia dell'esercizio, si può tenere una gamba alzata ed alzare ed abbassare i fianchi facendo delle piccole spinte verso l'alto. - © Danielle Shapiro

2. Ponte con una gamba alzata: come esercizio numero 1, ma per aumentare l'efficacia dell'esercizio, si può tenere una gamba alzata ed alzare ed abbassare i fianchi facendo delle piccole spinte verso l'alto.
Copyright: Danielle Shapiro

2. Ponte con una gamba alzata: come esercizio numero 1, ma per aumentare l'efficacia dell'esercizio, si può tenere una gamba alzata ed alzare ed abbassare i fianchi facendo delle piccole spinte verso l'alto. - © Danielle Shapiro
1. Ponte: sdraiarsi sulla schiena con i piedi poggiati a terra. Sollevare il bacino da terra, mantenendo la schiena piatta. Tenere la posizione per qualche secondo, poi tornare col bacino a terra e ripetere. Il ponte serve soprattutto per far lavorare i glutei e i muscoli posteriori della coscia. - © Danielle Shapiro

1. Ponte: sdraiarsi sulla schiena con i piedi poggiati a terra. Sollevare il bacino da terra, mantenendo la schiena piatta. Tenere la posizione per qualche secondo, poi tornare col bacino a terra e ripetere. Il ponte serve soprattutto per far lavorare i glutei e i muscoli posteriori della coscia.
Copyright: Danielle Shapiro

1. Ponte: sdraiarsi sulla schiena con i piedi poggiati a terra. Sollevare il bacino da terra, mantenendo la schiena piatta. Tenere la posizione per qualche secondo, poi tornare col bacino a terra e ripetere. Il ponte serve soprattutto per far lavorare i glutei e i muscoli posteriori della coscia. - © Danielle Shapiro
3. Affondi laterali: partire con le gambe leggermente divaricate e piedi paralleli, fare dei piccoli passi a destra, poi tornare e ripetere verso sinistra. Per rendere l'esercizio più efficace, potete tenere dei pesi in mano. Questi affondi laterali questi preparano anche i muscoli delle gambe ad assorbire e fare forza sugli arti inferiori.  Inoltre rafforzano i muscoli e i tessuti connettivi intorno alle caviglie, ginocchia e bacino. - © Danielle Shapiro

3. Affondi laterali: partire con le gambe leggermente divaricate e piedi paralleli, fare dei piccoli passi a destra, poi tornare e ripetere verso sinistra. Per rendere l'esercizio più efficace, potete tenere dei pesi in mano. Questi affondi laterali questi preparano anche i muscoli delle gambe ad assorbire e fare forza sugli arti inferiori. Inoltre rafforzano i muscoli e i tessuti connettivi intorno alle caviglie, ginocchia e bacino.
Copyright: Danielle Shapiro

3. Affondi laterali: partire con le gambe leggermente divaricate e piedi paralleli, fare dei piccoli passi a destra, poi tornare e ripetere verso sinistra. Per rendere l'esercizio più efficace, potete tenere dei pesi in mano. Questi affondi laterali questi preparano anche i muscoli delle gambe ad assorbire e fare forza sugli arti inferiori.  Inoltre rafforzano i muscoli e i tessuti connettivi intorno alle caviglie, ginocchia e bacino. - © Danielle Shapiro
4. Allungamenti laterali: in posizione con gambe leggermente piegate, allungare e stendere lateralmente prima una gamba e poi l'altra. Questo esercizio prepara i muscoli del corpo inferiore di assorbire e fare forza in un piano di movimento diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. In questo esercizio lavorano il gluteo medio, i muscoli posteriori della coscia e i quadricipiti. - © Danielle Shapiro

4. Allungamenti laterali: in posizione con gambe leggermente piegate, allungare e stendere lateralmente prima una gamba e poi l'altra. Questo esercizio prepara i muscoli del corpo inferiore di assorbire e fare forza in un piano di movimento diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. In questo esercizio lavorano il gluteo medio, i muscoli posteriori della coscia e i quadricipiti.
Copyright: Danielle Shapiro

4. Allungamenti laterali: in posizione con gambe leggermente piegate, allungare e stendere lateralmente prima una gamba e poi l'altra. Questo esercizio prepara i muscoli del corpo inferiore di assorbire e fare forza in un piano di movimento diverso rispetto a quello a cui siamo abituati. In questo esercizio lavorano il gluteo medio, i muscoli posteriori della coscia e i quadricipiti. - © Danielle Shapiro

Pubblicità

Pubblicità