Per cominciare, con un tocco ecologico e divertimento assicurato, si potrebbe partire in treno, mezzo di trasporto adorato dai grandi e piccini. Collegamenti diretti per Villach partono dalle maggiori città italiane (Milano, Venezia, Bologna, Firenze), e per prepararsi in anticipo prenotare la prima grande vacanza sulla neve, con un occhio di riguardo agli hotel a misura di famiglia.

Nella regione carinziana di Villach, a pochi chilometri dal confine italiano di Tarvisio, basta cercare gli orsacchiotti per assicurarsi menù creati apposta per i più piccoli, servizio baby sitter, camere spaziose dotate di lettini (per partire leggeri), sgabelli e arredamento a misura di baby. Guardaroba e portasciugamani ad altezza bambino, monitor e asilo cinque giorni su sette.

Non poco. Così dopo tutta questa organizzazione resta solo la grande voglia di andare sulle piste: l'Alpe Gerlitzen, certificata dal marchio ‘Welcome Beginners" (Benvenuti principianti, ndr), con piste dolci e poco impegnative, sempre ideali per apprendere le nozioni base dello sci. I maestri qualificati spiegano in maniera giocosa come affrontare le piste e le loro regole. A fargli compagnia il simpatico Orso Bino, che porterà altra allegria e divertimento.

Se sciare non convince i vostri piccoli (o forse voi non siete ancora pronti emotivamente a vederli ‘scendere'), giocate insieme a loro provando l'ebrezza di una discesa sullo slittino, noleggiabile in loco: le piste si adattano ai vostri bisogni, dalla pista naturale di 2 chilometri della Gerlitzen per poi lanciarsi nella discesa panoramica Mathiasl, con i suoi 600 metri. 

Se volete provare all'imbrunire o di sera, sul Verditz si trova una pista illuminata per una lunghezza di un chilometro, come quella a Bad Bleiberg.

Per scoprire come organizzare almeglio una vacanza sulla neve con la vostra famiglia visitata il sito della regione.