La stagione in rosa dello sci italiano è iniziata nel migliore dei modi...

 
Nel gigante di apertura di Sölden, a fine ottobre, ha infatti vinto Federica Brignone, milanese, ma valdostana di adozione. La sua performance è da considerarsi storica, perché nella Coppa del Mondo femminile un'italiana non vinceva da ben otto anni. Per trovare un'italiana sul gradino più alto del podio dobbiamo infatti spostare indietro le lancette di otto anni quando Denise Karbon vinse nel gigante di Ofterschwang, inanellando una cinquina che le permise di vincere la coppa di specialità.

 

La Brignone è sicuramente l'atleta italiana più in forma in questo inizio di stagione. Nei giganti che sono seguiti a quello austriaco infatti ha sempre centrato il podio o ottimi piazzamenti. Solo nell'ultimo appuntamento della specialità a Courchevel è uscita nella seconda manche cedendo la leadership della coppa di specialità a Eva-Maria Brem. C'è da stare certi però, che vorrà rifarsi quanto prima... L'italiana, per quanto mostrato finora, è sicuramente in corsa e tra le favorite per conquistare la vittoria nella coppa di specialità.

 

E le altre azzurre?

 

Buone cose hanno fatto Nadia Fanchini e Johanna Schnarf, ma complessivamente la squadra italiana femminile ha dimostrato tutte le difficoltà a competere ad alto livello che aveva evidenziato già nelle stagioni passate. In particolare in slalom speciale il lavoro della federazione non ha ancora pagato e le azzurre in questa specialità sono da considerarsi N.P. nelle posizioni di vertice. C'è da sperare che la buona stagione della Brignone traini le compagne e faccia rinascere un movimento che da troppi anni è in crisi di risultati.

 

 

Chi si sta contendendo i vertici della Coppa del Mondo femminile?



Per quanto riguarda la lotta al vertice anche nella coppa del mondo femminile, come in quella maschile, la vittoria se la contendono due atlete. Lara Gutt e Lindsey Vonn

La svizzera Lara Gutt ha vinto 3 volte, dimostrandosi più continua nei piazzamenti e tenendo per ora la testa della classifica.

L'americana Lindsey Vonn ha trionfato 4 volte e insegue nella generale di coppa del mondo staccata di una cinquantina di punti. Le altre sono lontane e difficilmente potranno insediare la lotta al vertice. La prima azzurra è proprio Federica Brignone al decimo posto.

La copertina della stagione spetta di diritto all'americana Lindsey Vonn personaggio pubblico e mediatico oltre che grandissima campionessa. L'americana sempre chiacchieratissima sul web, tra post piccanti e gossip, ha timbrato la 69a vittoria in carriera in Coppa del Mondo sulle nevi di Laike Louise, dove ha centrato la 5a doppietta.

Mostruoso il vantaggio accumulato sulle avversarie, oltre il secondo. Non c'è stata praticamente gara su una pista che la Vonn ama particolarmente. Il record di vittorie in discesa libera è vicino, manca solo un primo posto infatti all'americana per scalzare al primo posto della classifica all-time l'austriaca Anne Marie Moser-Proell.
 

L'americana insegue nella generale la svizzera Lara Gut, apparsa più regolare finora nei piazzamenti e per questo capace di stare davanti all'americana nonostante un minor numero di vittorie. Ciononostante la lotta tra le due è serratissima, basta pensare che la svizzera si è aggiudicata la combinata in Val d'Isere a scapito dell'americana per un centesimo di secondo. Millimetri insomma.

 

La lotta nel nuovo anno sarà serratissima!