La stagione sciistica sta per entrare nel vivo e alcune località hanno già aperto i battenti, altre si apprestano a farlo, mentre altre ancora stanno lavorando sodo per l'apertura di dicembre. Nonostante questo a novembre c'è già modo di sciare in diversi comprensori italiani ed europei.

Le temperature in diminuzione e le recenti nevicate, anche a basse quote, hanno permesso alle località già aperte di ampliare l'offerta di piste a disposizione e a quelle che stanno per farlo di mettere da parte un po' di fondo, che non guasta mai...

Vediamo in dettaglio dove potrete sfogare la vostra voglia di neve già nel mese di novembre!

 

Partiamo con le stazioni sciistiche italiane!

 

1) Passo dello Stelvio

La località regina dello sci estivo italiano rimane aperta fino al 1° novembre. Sono gli ultimi giorni per approfittare di questo paradiso ad alta quota e per sciare precocemente rispetto alla stagione invernale. Al Passo dello Stelvio si scia ad altissima quota; le condizioni in questo momento sono molto favorevoli e già tipicamente invernali. Da quota 2.760 si arriva fino a 3.450, 6 le sciovie aperte, tra cui Geister I e Geister II, aperte dalle  8.45 alle 15.45 (con una pausa tra le 12.45 e le 13.45); Payer e Cristallo, aperte fino alle 12.45. Tutte le altre, le due funivie Passo – Trincerone e Trincerone – Livrio, fanno orario continuato dalle 8.00 alle 17.00. Lo skipass giornaliero costa 40 euro. Affrettatevi, perché da queste parti, anche quando l'innevamento è eccellente, non si concedono deroghe, si chiude il 1° novembre. 

 

2) Val Senales

In questa località dell'Alto Adige al confine con l'Austria, si trovano già in autunno condizioni tipicamente invernali. Da Maso Corto a 2.000 metri di quota la funivia del Gletscherbahn porta gli sciatori sul ghiacciaio Grawand a 3.200 metri; il comprensorio complessivamente possiede 12 impianti di risalita e 35 km di piste tutte a quote elevate, cosa che, va da sé, garantisce ottimo innevamento e piste in condizioni perfette adatte a sciatori esigenti. Le nevicate degli ultimi giorni hanno portato 65 cm di neve fresca e hanno permesso, dal 20 ottobre, di aprire anche gli impianti e la pista Gletschersee. La novità della stagione 2015 è rappresentata da una nuova pista nera, la Leo Gurschler. C'è da immaginare che se le cose continueranno così, l'offerta, nel mese di novembre si amplierà ancora...

 

3) Ghiacciaio Presena - Pontedilegno Tonale

Il comprensorio di Adamello Ski è uno dei più alti d'Italia ed è uno dei pochi dove si scia tutto l'anno. Se vorrete vivere, in anticipo, uno scampolo d'inverno il consiglio è quello di scegliere le piste del Ghiacciaio Presena, per trovare neve dura e condizioni già oggi invernali. Tra le novità di queto inverno una nuova cabinovia porterà dai 2.585 metri del Passo Paradiso ai 3.069 metri di Cima Presena. La data ufficiale di apertura non ci è ancora stata confermata dagli impianti, ma entro fine novembre gli impianti dovrebbero già essere aperti.

 

4) Solda

L'inizio della stagione a Solda è previsto per il 24 ottobre. Le quote elevate, da queste parti si scia da quota 1.900 fino a 3.250, e l'efficienza degli impianti di innevamento artificiale garantiscono ottime condizioni già a partire da inizio stagione. All'inizio saranno aperte le 3 seggiovie sopra quota 2.600, poi, c'è da sperare che, in fretta, possa venire aperto tutto il comprensorio.

 

5) Cervinia

A Cervinia si parte il 6 novembre, con l'iniziativa “Fall in love with Cervino”, festa di apertura della stagione invernale. Ricordiamo, per chi si fosse perso le puntate precedenti, che quest'anno si celebrano i 150 anni dalla prima scalata del monte Cervino e quindi tutti i fine settimana di novembre saranno animati da attività e festeggiamenti. Le piste aperte a novembre sul versante italiano saranno, la parte alta del Ventina e le piste in zona Plan Mason, Fornet, Bontadini. Inoltre, da quest'anno un nuovo impianto di innevamento artificiale, consentirà, temperature permettendo, di arrivare dritti in paese con le piste 3 e 5. 

 

Passiamo ora alle stazioni sciistiche estere, una panoramica di dove si potrà sciare a novembre.

 

6) Stubai (Austia)

Il ghiacciaio dello Stubai è il più esteso d'Austria e qui si scia fino a giugno... Capite immediatamente che a inizio novembre da queste parti è già inverno! Sul ghiacciaio ci sono 110 km di piste, tra cui segnaliamo le piste Eisjochferner e Daunferner, da non perdere. Sulla Daunferner si può fare anche uno slalom cronometrato gratis. L'area di Stubai, una delle 9 dell'Olympia SkiWorld Innsbruck, offre 62 km di piste servite da 26 impianti più il Moreboards Stubai Zoo, snowpark per sciatori e swoboarder. I 4 comprensori della valle di Stubai possono essere visitati con lo stesso skipass, lo Stubaier Super Skipass; un servizio di navetta gratuito collega le 4 aree. È abbastanza evidente, una sola giornata non vi basterà per visitare questo paradiso sciistico a pochi chilometri dal Brennero... Tra l'altro dal 5 all'8 novembre lo Sport Scheck Glacier Testival offrirà l'opportunità di testare oltre 3.800 prodotti di 50 espositori per gli sport invernali. Un'occasione perfetta per un week-end lungo...

 

7) Hintertux (Austria)

La località tirolese è una delle poche che rimane aperta per 365 l'anno... Questa caratteristica già da sola dice quasi tutto... Hintertux è l'ideale per sciare fuori stagione ed è ancora meglio per sciarci in autunno, con impianti che arrivano fino a quota 3.268 metri. Dalla sommità si gode di uno splendido panorama che comprende, ovviamente, il sottostante ghiacciaio di Hintertux e che vi permetterà di abbracciare anche le splendide Alpi di Tux, l'Olperer e perfino le Dolomiti. A Hintertux ci sono 22 impianti per 60 km di piste, la località fa parte del comprensorio Ski Zillertal 3000, dal nome della valle in cui è situata la stazione sciistica, e comprende anche Mayrhofen, Finkenberg e Tux. Rimanerci più di un giorno non sarebbe male...

 

8) Diavolezza (Svizzera)

Se cercate località meno affollate e panorami più suggestivi, non potrete non fare una visita a Diavolezza, situata sul passo del Bernina e raggiungibile da Tirano dall'Italia. 5 impianti per 9 km di piste servono questa piccola località, ma il panorama vale il viaggio e il prezzo dello skipass. Due funivie salgono una verso Diavolezza a quota 2.975, l'altra fino a Piz Lagalb a quota 2.959, da cui scendono tracciati particolarmente difficili e tecnici e diversi percorsi per il freeride. Da qui si possono ammirare alcune delle montagne più belle dell'Engadina, tra cui il Piz Bernina che con i suoi 4.049 metri di altezza è la più alta del cantone dei Grigioni. Impianti aperti da sabato 17 ottobre, se l'innevamento non lo consente, si scende in funivia. A partire dal 21 novembre, si parte anche a Corvatsch e Corviglia nel comprensorio di Saint Moritz.

 

9) Zermatt

La località gemella di Cervinia è raggiungibile dalla Valle d'Aosta già a novembre. Offre numerose piste dal Plateau Rosà fino a quota 3.900. Già dall'apertura della stagione si può scendere fino a Trockener Steg a quota 2.939, facendo due conti vi rendete conto che avrete già a disposizione, sin da novembre, 1.000 metri di dislivello. Neve permettendo si procede rapidamente con le aperture per permettervi di sciare fino quota 2.400 a Furgg

 

10) Saas Fee

Chiudiamo la nostra panoramica con Saas Fee, località svizzera dove un ampio ghiaccio permette agli sciatori di divertirsi già a novembre.

 

In attesa della aperture di massa di dicembre, già così, non è male, per cominciare.