Se siete camminatori con la C maiuscola, non perdetevi la lista che abbiamo preparato per voi.

10 trekking in giro per il mondo, per stuzzicare i vostri palati, o meglio per invogliarvi a mettere le scarpe ai piedi e partire. Di trekking da favola sparsi a ogni lato del globo ce ne sono centinaia e le nostre scelte sicuramente non comprendono tutti i più bei percorsi al mondo.

Intanto non tutti i percorsi sono affrontabili da tutti i camminatori, ce ne sono di infinitamente lunghi...

 

Pensate al Pacific Crest Trail, un sentiero di 4.286 km, che taglia in verticale gli Stati Uniti e percorre gli stati della California, dell'Oregon e di Washington unendo Messico e Canada. Un percorso monstre reso celebre recentemente dal film Wild di Jean Marc-Vallée, tratto dal libro Wild – Una storia selvaggia di avventura e rinascita di Cheryl Strayed, la donna che ha percorso da sola tutto il tragitto.

Oppure, per citarne uno sul nostro territorio, pensate al percorso S.I., Grande Sentiero Italia, un sentiero di 6.166 km che parte da Trieste, segue tutto l'arco alpino, passa dalla Liguria agli Appennini, fino ad arrivare in Calabria e proseguire in Sicilia e Sardegna. Un progetto ancora in fieri, che renderebbe questo sentiero il più lungo sentiero percorribile a piedi al mondo.

 

Detto questo, passiamo alla nostra carrellata. Un elenco per sognare a occhi aperti o mettersi alla prova...

 

1) GR20, Corsica

I 200 km del GR20, che tagliano in due la Corsica da nord a sud, vi impegneranno per circa due settimane di cammino. Il percorso, uno dei più vicini a casa della nostra lista parte da Calenzana, a nord, e arriva a Conca, a sud, vicino a Porto Vecchio. Inutile dire che questo è uno dei trekking più famosi al mondo, molto frequentato soprattutto d'estate. Si passa attraverso una varietà di paesaggi unica al mondo, dal mare, alle foreste, all'alta montagna e si attraversano cime, altipiani, torrenti, pozze dove fare il bagno e paesaggi lunari. Tracciato nel 1972 è un must per ogni escursionista di un certo livello. Sì, perché il percorso è abbastanza impegnativo e non è la classica passeggiata di montagna della domenica.

 

2) W, Torres del Paine, Cile

Questo percorso che si trova nella Patagonia cilena deve il suo particolare nome proprio al fatto di essere tracciato a forma di w. Vi impegnerà per 5 – 7 giorni a seconda di quanto prenderete seriamente la marcia e di quante deviazioni vorrete fare dal percorso principale. Lo scenario che vi troverete di fronte agli occhi è decisamente mozzafiato, il massiccio del Paine infatti è un monolite di roccia di grande bellezza e ricco di varietà. Da non perdere un'alzata molto presto al mattino per andare a vedere le tre Torres quando spunta il sole. Non temete questa sarà l'ultima tappa della doppia W e dopo la sveglia proibitiva potrete riposarvi nei prati al sole attendendo il pullman che vi riporterà a Puerto Natales.


 

3) Campo Base dell'Everest, Nepal

Questo trekking si inserisce di diritto tra quelli da fare almeno una volta nella vita, se siete dei veri alpinisti. Arrivare ai piedi della montagna più alta del mondo dopo 3 settimane di cammino è un'esperienza unica che non dimenticherete mai. Attraverso il percorso si approda ai 5.545 m di Kala Pattar e l'acclimatamento può rappresentare un problema non da poco. Arrivateci preparati fisicamente e pronti a fronteggiare un via vai quasi continuo di sherpa e turisti.


 

4) Cammino Inca, Perù

Camminare da queste parti significa camminare su un'antica pista di 33 km tracciata dagli Inca in tempi molto remoti. Collega la Valle Sacra a Machu Picchu e oltre a farvi visitare straordinari monumenti, vi immergerà in paesaggi da sogno. Ogni giorno 'solo' 500 escursionisti accompagnati da una guida organizzata possono cominciare il percorso, occorre prenotare per tempo se non si vuole incappare in brutte sorprese...

 

5) Haute Route, Svizzera

Ecco un percorso che accontenta anche gli sciatori. Questo tracciato che va da Chamonix, in Francia, a Zermatt, in Svizzera, è anche questo molto vicino a casa nostra e si può effettuare con gli sci ai piedi in periodo invernale o d'estate con gli scarponcini da montagna. Con gli sci vi occorreranno 5 giorni e il viaggio si può organizzare da marzo a maggio, in condizioni primaverili. Tenete anche conto che il tragitto estivo è leggermente diverso e che in entrambi i casi, sia che ci andiate con la neve, sia che ci andiate d'estate, le tappe sono decisamente impegnative.

 

Ne volete ancora? Ecco il prosieguo: "10 trekking da sogno (2a parte)"