6) Artesina, Piemonte

Artesina, una delle località del Mondolè Ski, ha ospitato quest'anno una tappa del Freeride World Tour. Basta questo per metterla tra le migliori dove praticare il fuoripista in Italia. I percorsi segnalati anche sullo skirama sono moltissimi, dalla Cima Durand o dalla Trucca della Turra partono moltissimi itinerari, così come dall'arrivo dell'impianto numero 16 si può accedere a una vasta area dedicata solo al fuoripista. I più avventurosi possono puntare al Monte Mondolè, da cui i freerider più bravi e famigerati del mondo sono scesi nel mese di febbraio.

 

7) Limone Piemonte, Piemonte

Anche Limone Piemonte, altra località del cuneese, si è ritagliata uno spazio sempre più ampio per i freerider. I percorsi, segnalati sullo skirama e ai quali si accede direttamente dagli impianti, sono numerosi. Da Limonetto 1.400 o da Limone 1.010 si sale fino a quota 2.085 attraverso l'impianto numero 6 o l'impianto numero 2. Da qui ci sono diverse discese in boschi o valloni segnalate sullo skirama. C'è anche un percorso che parte, sempre da quota 2085 da fare in snow kite.

 

8) Sella Nevea, Friuli Venezia Giulia

Sella Nevea in provincia di Udine e al confine con la Slovenia è un'altra delle migliori località italiane dove praticare il freeride. Qui l'innevamento è sempre abbondante; gli itinerari classici per il freeride partono dalla Sella Golovec, a sinistra dell'arrivo dell'impianto Funifor Slovita, e incontrano in più punti la pista del Canin. L'intera area che si trova tra il Poviz, il Leupa, il Cergnala e l'arrivo della vecchia funivia del Canin, è da considerarsi come un enorme parco giochi  per gli amanti del freeride.

 

9) Marmolada, Veneto – Trentino

La cima della Marmolada è raggiungibile partendo da Malga Ciapela. Quota 3.269 si raggiunge attraverso tre tronconi di funivia. Da qui si apre per gli amanti del fuoripista, un vero e proprio paradiso pieno di percorsi possibili. Si può scendere direttamente dalla cima verso il Lago Fedaia, attraverso il percorso conosciuto come Lydia, in un ambiente molto selvaggio, o costeggiare le piste attraversando pianori e canaloni, fino al Passo Fedaia. Se arrivate fino al Lago occorrerà o farsi un bel rientro a piedi o trovare un passaggio per arrivare fino al Passo Fedaia, altrimenti occorre percorrere una variante del percorso Lydia che vi permette di rientrare al Passo attraverso un lungo traverso.

 

10) Madesimo, Lombardia

Il nostro viaggio attraverso i fuoripista migliori d'Italia finisce a Madesimo, in questa località lombarda, nella parte bassa del comprensorio, non si trovano molti percorsi per il fuoripista. Nella parte alta invece gli amanti del freeride troveranno pane per i loro denti. Due sono i percorsi più famosi, che si sviluppano dall'arrivo al Pizzo Groppera, i Camosci o il Canalone, meno frequentato e più tecnico il primo rispetto al secondo. Entrambi vi permetteranno di tornare in pista 1.000 metri più in basso.   

 
L'esplorazione delle migliori località dove praticare il freeride finisce qui. Non abbiamo potuto parlare di molte altre località dove praticare il fuoripista, quasi tutte in realtà...

Il bello di questa disciplina è che si può scendere ovunque e si può scegliere il percorso che più si preferisce, al di là di quelli segnalati e consigliati.

Se amate l'avventura, scegliete la vostra linea e buon divertimento!