Skiinfo utilizza i cookies per personalizzare al meglio la vostra navigazione e raccogliere dati statistici. Continuando, si accetta l'uso dei cookies. Clicca qui per maggiori informazioni sulla privacy. Politica privacy
Ok

Tre giorni a Livigno: idee e consigli

25th Febbraio 2015 | F. Giugiaro

Notizie dalle regioni: Lombardia

Località citate in questo articolo: Livigno

Livigno

Copyright: http://www.livigno.eu

Se avete voglia di prendervi un fine settimana lungo, ecco cosa potrete fare se decidete di passare tre giorni a Livigno.


TUTTI I NUMERI DI LIVIGNO
 

  • La località sciistica della Valtellina, nella provincia di Sondrio, è uno dei comuni più elevati d'Italia ed è situato ad un'altezza di 1.816 metri sul livello del mare. Livigno dista 240 km circa da Milano.
     
  • Questo comune gode di un clima invernale particolarmente rigido, le temperature d'inverno possono scendere fino a -28°C, e l'innevamento è spesso garantito dalla neve naturale, grazie anche all'altitudine. Le piste arrivano fino a 2.800 metri di altezza. Oltre a questo il microclima locale è simile a quello che si può trovare nelle regione himalayana del Tibet, per questo la località valtellinese si è guadagnata la nomea di “Piccolo Tibet”.
     
  • Ogni sciatore troverà pane per i suoi denti a Livigno: ci sono 31 impianti per 115 km di piste tra cui 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu. Lo skipass giornaliero costa in questo periodo di alta stagione 44 euro al giorno, ma si può risparmiare acquistando gli skipass 3 giorni. Se mamma e papà acquistano un giornaliero di 3 giorni, i bambini nati dopo il 2007 hanno diritto a un pass gratis. 10% se di sconto sugli skipass se comprerete uno skipass di 6 giorni. Skipass free invece, se prenotate almeno 4 notti in albergo o almeno 7 in appartamento.
     
  • A Livigno ci sono anche 30 km di piste per lo sci di fondo e la località valtellinese è nota per essere uno dei paradisi per sci e snowboard freestyle, con i suoi oltre 100 km di superficie sciabile nei suoi snowpark. Appassionati della tavola, dello sci freestyle e del boardercross non possono scegliere località migliore per “raidare” in Italia. A Livigno si organizza anche il Nine Knights, evento clou del freeski internazionale, dove sciatori e snowboarder si esibiscono in evoluzioni acrobatiche su strutture gigantesche. Il tutto si terrà dal 5 all'10 aprile 2015. Appassionati di freestyle non potete mancare.
     
  • Numerose sono anche le strutture ricettive per i bambini, per avvicinare i più piccoli allo sci o per farli divertire. Si può scegliere tra Kindergarten M’eating Point Mottolino, Kinder Club Lupigno, Yepi Park, percorso per bambini con aree gioco, nella skiarea Mottolino, Boarder Zoo o Kids Area.

Insomma se siete una famiglia o un gruppo di amici con gusti sportivi diversi, tutti sarete soddisfatti dal potenziale che Livigno può offrire.

 

1° GIORNO 

Siete riposati perché avete raggiunto Livigno la sera prima e avete dormito a lungo? Siete esausti perché vi siete svegliati all'alba e avete raggiunto Livigno in mattina? Non importa se siete stanchi o riposati. Il 1° giorno di neve bisogna approfittarne fino in fondo!

Livigno ha due skiarea separate tra di loro, ma facilmente raggiungibili attraversando il paese: Mottolino e Carosello.

Direi di cominciare il primo giorno esplorandone una delle due.

Il Mottolino è una delle due aree sciistiche della località valtellinese ed è da non perdere la pista nera Giorgio Rocca. Gli amanti del freestyle possono invece divertirsi sulle strutture del Mottolino Snowpark, uno dei più famosi snowpark italiani.

Se il vostro primo giorno cade di giovedì vi consigliamo di non perdere anche una sciata in notturna, la seggiovia n°23 apre i battenti alle 20.30 e chiude alle 22.30 costo dello skipass notturno 7,5 euro.

Livigno non ha solo attrazioni diurne, ma anche notturne. Numerosi sono i ristoranti a cui vi consigliamo di marcare visita... Segnaliamo La Pioda che propone, oltre a piatti tipici della cucina valtellinese, anche sella di capriolo o filetto di cervo con porcini; Camana Veglia, dove in un ambiente rustico tipico della vecchia montagna si possono gustare piatti di cucina raffinati; Mattias, con i suoi menù degustazione e l'ottima carta dei vini o La Baita, locale tradizionale consolidato nel tempo dove gustare la tipica cucina valtellinese cucinata con i saperi di una volta.

Per chi non fosse ancora sazio, la night life di Livigno ha diverse opportunità da offrire, si può prendere una birra al locale Birrificio, per continuare le chiacchiere o continuare la serata in una delle discoteche locali.

Occhio all'orologio però, ci sono ancora due giornate di sci che vi aspettano!

Jibbing in Livigno, Italy - ©Mottolinolivigno

Jibbing in Livigno, Italy

Copyright: Mottolinolivigno

 

 

2° GIORNO

Se non avete fatto troppo tardi la sera prima e siete svegli di buon mattino vi state dirigendo di buon mattino verso l'altro comprensorio di Livigno, il Carosello.

Qui oltre a diverse piste, ci sono molte attrazioni per gli amanti delle acrobazie. Oltre allo snowpark Livigno Park 3000 ci sono anche lo snowpark Amerikan, piccolo, ma molto attivo nell'organizzazione di eventi e lo snowpark Woodpark con strutture tutte costruite in legno e situato in mezzo a un bosco di larici.

A pranzo la tappa obbligata quando si scia a Carosello è il rifugio Costaccia, dove si cucina la polenta come una volta nel paiolo e dove si possono mangiare i tipici gnocchi di Livigno. Anche la pancia vuole la sua parte... Se poi c'è il sole, non mancano in questo rifugio le terrazze dove appisolarsi, magari dopo aver bevuto del latte di cervo o della grappa al mirtillo servita con il mestolo.

Se nel pomeriggio non siete ancora cotti, vi consigliamo di provare le Fat Bike, queste bici dalle ruote larghe, adatte per andare sulla neve, sono molto di moda ultimamente; a Livigno c'è un percorso di 20 km da fare con queste divertenti biciclette. Se non ne avete più nelle gambe, potete anche tenervelo come diversivo allo sci per il terzo giorno.

Fat biking in Livigno - ©Livigno

Fat biking in Livigno

Copyright: Livigno

 

3° GIORNO

Speriamo che non dobbiate partire troppo presto, ma se ancora avete tempo di sciare, il terzo giorno dopo aver esplorato i percorsi in pista, si deve buttare un occhio ai percorsi fuoripista.

Livigno è una della località italiane più famose per questa pratica, ai primi di febbraio si è tenuto nella località valtellinese l'European Freeride Festival, accompagnato anche dal Freeride Film Festival, insomma due giorni dedicati allo sci fuoripista più estremo.

Vi consigliamo di esplorare qualche fuoripista della località valtellinese nel vostro terzo giorno di sci, se le condizioni lo consentono. Magari se non conoscete i percorsi potete affidarvi a una delle guide locali per scoprire le meraviglie fuoripista che Livigno può offrire.  

 

Ok è tempo di tornare a casa, ma niente panico, potete sempre tornare a Livigno per un altro week-end lungo o per una settimana bianca.

 

Per maggiori informazioni: www.livigno.eu

 

 

 

Pubblicità

Pubblicità

Ricevi notizie da Skiinfo

Ricevi i bollettini neve, le previsioni meteo e le informazioni delle tue stazioni sciistiche preferite. Inzia qui...

Pubblicità