La Freeskischool, prima e unica scuola di sci freestyle riconosciuta in Italia, organizza 3 week end tra novembre a gennaio a Laax, in Svizzera, per riunire la scena freeski italiana e far scoprire la disciplina a tutti gli sciatori.

Dopo le esperienze sviluppate nei più importanti comprensori alpini, quest’anno una nuova sfida per i coach della Freeskischool nel tempio svizzero delle attività freestyle. Gli impianti all’avanguardia, 235 km di piste con 5 discese a valle innevate, la prima Indoor Freestyle Hall d'Europa, 4 snowpark e il più grande halfpipe al mondo: queste le premesse per i tre weekend organizzati per tutti i ragazzi a partire dai 12 anni.

Lo sci freestyle non è altro che l’evoluzione naturale dello sci – ha commentato Federico De Albertis, presidente e tra i fondatori della Freeskischool – e la scelta di Laax come sede di questo progetto è sicuramente una sicurezza a livello di strutture e piste.” Come la possibilità di utilizzare per l’allenamento indoor la Freestyle Accademy, una struttura dotata di tappeti elastici, salti e vasche di gommapiuma, in ambiente protetto per far avvicinare tutti i principianti a questa nuova esperienza.

Le date dei tre week end sono:

  • 29 - 30 Novembre
  • 13 - 14 Dicembre
  • 17 - 18 Gennaio 2015

Nelle due giornate, i ragazzi andranno alla scoperta del comprensorio e, divisi in gruppi in base alle loro abilità, insieme ai coach e alla squadra nazionale italiana, si dedicheranno alle discese e al Freestyle. Con la chiusura delle piste tutti presso i locali della freestyle Academy per riprovare alcuni dei salti e delle evoluzioni migliori.

Verranno coinvolti circa 150 partecipanti ed invitati tutti i maestri che si sono specializzati in freeski in Italia tramite i collegi regionali maestri; inoltre vi saranno esponenti di spicco del panorama del freestyle italiano, membri della squadra olimpica italiana e i coach che da oltre 6 anni collaborano con la FreeskiSchool.

 “La nostra mission è quelle di far scoprire le potenzialità di questo sport ai giovani, in sicurezza e facendoli divertire unendo tutta la scena italiana - commenta Federico De Albertis - Non è un’alternativa allo sci agonistico, ma anzi un’attività propedeutica per migliorare le percezioni e la conoscenza del proprio corpo sopra gli sci”.

 

Per maggiori info: freeskischool.it