La tecnologia fa progressi e sciare diventa più facile per chiunque, i nuovi materiali garantiscono maggiore velocità, che però non sempre è sinonimo di controllo. Per questo quando si scia in pista è bene seguire alcune norme di comportamento basilari per garantire la propria sicurezza e quella degli altri. Vediamo quali sono le principali. 

1) Usare il casco: l'uso del casco è obbligatorio per chi ha meno di 14 anni, ma può essere molto utile a tutti. Per quanto siate sicuri o esperti con gli sci ai piedi la prudenza non è mai troppa. 

2) Massima prudenza: tenere sempre un comportamento non pericoloso per l'incolumità altrui e moderare la velocità nei tratti a visuale non libera o limitata, vicino a fabbricati od ostacoli, negli incroci, nelle biforcazioni, in caso di affollamento sulla pista, nelle strettoie ed in presenza di principianti. 

3) I sorpassi: quando si sorpassa un altro sciatore, bisogna assicurarsi di avere spazio e visibilità sufficienti e mantenere sempre una direzione che consenta di evitare collisioni o interferenze con sciatori a valle. 

4) Precedenza: come alla guida, negli incroci, bisogna dare la precedenza a chi proviene da destra o secondo le indicazioni della segnaletica.

5) Soste: non ci si deve fermare nei passaggi obbligati, in prossimità dei dossi o in luoghi senza visibilità. Se ci si ferma, spostarsi sui bordi della pista, in caso di cadute o di incidenti, liberare tempestivamente la pista, portandosi ai lati.

6) Infortuni: segnalare sempre la presenza di un infortunato. Se trovate una persona infortunata e in difficoltà, bisogna avvisare immediatamente il gestore dell'impianto (non farlo comporta una multa). 

7) Divieto: non percorrere a piedi le piste da sci, salvo in casi di urgente necessità. Se in caso di emergenza sarete obbligati a discendere la pista senza sci, tenersi ai bordi della pista. 

8) Direzione: lo sciatore a monte, essendo in posizione dominante ha la possibilità di scelta del percorso. Lo sciatore che è davanti ha sempre la precedenza. Lo sciatore dietro deve mantenere una distanza di sicurezza sufficiente, in modo da consentire a chi lo precede di potersi muovere liberamente. 

9) Rispetto della segnaletica: gli sciatori sono tenuti al massimo rispetto della segnaletica e delle indicazioni esposte sulle piste da sci. Sulle piste vi sono segnali di direzione e indicazioni di pericolo, rallentamento, passaggio stretto, chiusura, o altro, che debbono essere scrupolosamente e rigorosamente rispettati.

10) Padronanza e comportamento: la regola più ovvia e di buon senso è sempre quella meno rispettata. Ogni sciatore deve tenere una velocità ed un comportamento adeguati alle proprie capacità nonché alle condizioni del terreno, della neve, del tempo e del traffico sulle piste. Gli incidenti sono spesso causati dalla velocità eccessiva, che provoca perdita di controllo e limita la visuale. Gli sciatori devono essere in grado di fermarsi in qualsiasi momento. In zone affollate e di ridotta visibilità, soprattutto ad inizio e fine pista, nelle aree di partenza degli impianti, nelle zone laterali ci si deve muovere lentamente.


La tecnologia ci dà una mano, sono in arrivo nuovi caschi che proteggono anche la nuca e zaini airbag che si gonfiano in caso di caduta. Questi nuovi ritrovati saranno utilizzabili dagli atleti di coppa del mondo, ma sono acquistabili da tutti.

In ogni caso è bene non dimenticare che, per quanto saremo protetti, la prima regola da seguire è conoscere i propri limiti e non superarli.