Sono finiti i tempi in cui i rider più appassionati costruivano a bordo pista strutture artigianali per il freestyle. Oggi molte località sciistiche al mondo mettono a disposizione park grandi, divertenti e pieni di strutture elaborate per gli amanti delle acrobazie e delle evoluzioni più originali.

I tempi dei pionieri non esistono più e questo sport si sta facendo largo tra chi pratica lo snowboard e lo sciSe siete amanti di questa disciplina tenete d'occhio queste località, dove troverete pane per i vostri denti...

Il nostro viaggio comincia in EuropaEcco le località dove non potete non andare.

 

1) Livigno (Italia)
Il park della località lombarda in provincia di Sondrio è in grado di competere con i migliori park europei. Lo snowpark di Mottolino, riconosciuto come il migliore in Italia  e tra i primi 3 in Europa, presenta 5 linee, ospita competizioni internazionali e i più forti freeskier e freestyler europei. Accanto all'area XL, riservata agli atleti professionisti, c'è una linea large, una medium e una x-small con salti e rail adatti a tutti. Le foto e i video presenti sul sito, sono piuttosto impressionanti! Fateci un giro per farvi venire l'acquolina...

Dall'altra parte della vallata c'è il Carosello 3000 snowpark, 1 km di park con 3 linee di differente livello, e la Boarderzoo, la pista da boardercross. Se decidete di farci un salto non dimenticate a casa il vostro casco, in Italia è obbligatorio indossare il casco per poter entrare nei park. 


2) Mayrhofen (Austria)
La località austriaca, non molto lontana dal Brennero e da Innsbruck presenta un park non enorme, che non vi lascerà delusi a fine giornata. Il Penken Park situato a 1820 metri di altezza di fronte alle cime Penken e Horberg offre un panorama suggestivo, soprattutto al tramonto. La seggiovia vi porta in cima in 5 minuti, cosa che vi permette una trentina di discese a giornata, se siete veloci. Il percorso per i pro prevede tre salti in sequenza, mentre il percorso di livello intermedio è giusto di fianco con salti leggermente più piccoli. In mezzo alle due linee c'è un altro percorso, la Fun Area con la sua entrata indipendente e salti in stile boardercross.

Sul lato destro invece c'è un
halfpipe di 120 metri con ancora a fianco un park per principianti. Non mancano ovviamente una selezione in strutture in metallo per chi ama i trickIl park resta aperto tutta la stagione, finché l'ultimo fiocco di neve si è sciolto. In primavera conviene alzarsi presto al mattino perché le strutture si rovinano in fretta. In questa località si sono formati alcuni dei più importanti rider pro inglesi, potrete incontrarne qualcuno se decidete di fare un giro in Austria.
 

3) Solden (Austria)
Se avete qualche giorno di tempo da Mayrhofen potete spostarvi a Solden. Qui c'è l'Area 47 snowpark ideato e gestito dalla QParks crew, già conosciuta per il lavoro al park di Dachstein, sempre in Austria, park da gara, e a Kitzbuhel in Germania; una delle crew che costruisce i migliori park in Europa. 33 ostacoli divisi in 3 aree: beginner, medium e advanced. La linea per i pro è la più innovativa con un salto di dimensioni monstre e ostacoli molto tecnici.
 

4) Davos (Svizzera)
Situata nella Svizzera tedesca, la località di Davos ospita il Jatz Park, 21 elementi, divisi equamente su tre linee più un super pipe, alto 4 metri e lungo 120. Non è la lunghezza del park che conta, ma l'altezza e la grandezza delle strutture che sono da gara e adatte ai professionisti. Il pipe è aperto anche di notte e si possono fare corsi di boardercross su diverse piste. Ce n'è per tutti i gusti... 
 

5) Ischgl (Austria)
La località austriaca vicino al confine Svizzero ospita il Playstation Vita Snowpark, che, con tanto di sponsorizzazione, è  tra i park più famosi d'Europa. Senza volere fare classifiche troppo precise entra di diritto nei primi tre. 30 strutture, 20 salti dai 6 ai 20 metri, giganteschi ostacoli e un materasso di atterraggio per provare i salti, serve altro? Ah, sì, la linea con più evoluzioni d'Europa, per arrivare in fondo, gli atleti devono misurarsi con 20 ostacoli uno dopo l'altro. Ogni anno i tecnici lavorano a nuove strutture e a nuove linee per migliorare l'offerta e stimolare i rider a tornare e a provare nuovi percorsi. Il King-size park è destinato ai pro, che arrivano da tutto al mondo per mettersi alla prova su strutture enormi, il Public Park come dice il nome è destinato a tutti quelli che credono di potersi cimentare con evoluzioni e ostacoli, mentre il Beginner's Park è destinato ai principianti. Come se non bastasse è sufficiente passare il confine e andare in Svizzera per trovare un altro park, l'Obstacle Freestyle Park a Samnaum.  


6) Laax (Svizzera)
Laax vince ai punti il titolo di località con il park migliore d'Europa. Dalla stagione 2013-2014 Laax possiede un salto di dimensioni olimpiche, sì come quello che usano i super pro ogni 4 anni, il nuovo superpipe al NoName Park, è lungo 200 metri ed è il pipe più lungo del mondo, ci sono 90 ostacoli sparsi nei 4, sì avete capito bene, park del comprensorio (oltre al NoName ci sono il Curnius Park, il Ils Plauns Park e il Beginner Park). La pista 60 è dedicata al freestyle con 30 ostacoli sparsi lungo 1 km di discesa. Non c'è da aggiungere niente altro. Se dovesse fare brutto, siete principianti o non volete smettere di fare acrobazie neanche d'estate senza neve, a Laax c'è una struttura indoor per fare freestyle con tappeti per provare i salti, uno skatepark e diversi trampolini da cui esercitarsi con le figure.

 

7) Val Thorens (Francia)
Poco dopo il tunnel del Frejus, a Orelle, si può prendere una funivia che vi porta nel cuore delle Trois Vallees, uno dei resort più estesi d'Europa. Da Torino è un'ora e mezza di viaggio circa e se siete affamati di salti e acrobazie troverete quello che cercate. Val Thorens ospita nel settore Plateaux un park in grado di accogliere rider di ogni livello e dà a ciascuno di loro la possibilità di divertirsi secondo le proprie capacità. Su uno spazio di 70.000 metri quadrati troverete salti di 25 metri di lunghezza, rail e box di differenti forme e taglie. La località organizza moltissimi contest e tantissime attività per i pro e non: gare, camp e giornate di prova. Date un'occhiata al sito internet dedicato per le info aggiornate (http://www.snowparkvalthorens.com/Site/bienvenue.html). Nelle località francesi, come è d'abitudine, non ci annoia mai! 

 
8) Saalbach (Austria) 
Questa località delle alpi austriache è sempre stata un punto di riferimento per i rider. Il Nightpark, il più grande dei 3 park che sono stati costruiti nella località al centro del villaggio di Hinterglemm, deve il suo nome, come è facile intuire, al fatto di restare aperto fino alle 9.30 di sera. Alcune dei salti sono molto alti e ci vuole un bel coraggio per buttarsi a capofitto nella discesa. Adatto a rider con grandi ambizioni e stomaci forti, soprattutto sotto i riflettori notturni! È un park per rider esperti, ma presenta anche strutture di livello intermedio e per principianti, il Learn-to-ride Park. Non manca nemmeno la pista da boardercross. Info su http://www.nightpark.at/de/home.html. Lì vicino a Leogang c'è un altro park, il Nitro Park, 9.000 metri quadrati di estensione, 29 elementi con 3 linee, Easy Park, Kicker Line e Pro Park. Non è detto che due giorni di vacanza bastino per provare tutto, ma da qualche parte bisogna pure cominciare e nulla vieta di tornarci.

 

9) Morzine-Avoriaz (Francia) 
Questa località francese, vicina al confine con la Svizzera e non lontana da Ginevra, offre insieme alla sua gemella Les Gets, poco lontana, opportunità quasi infinite per i rider. Due park, un halfpipe permanente e il Burton Stash con strutture in legno, persino un piccolo park per i principianti, senza dimenticare la pista da boardercross a Les Gets, aperta tutto l'anno. Insomma c'è da divertirsi... Il park più frequentato è lo Chapelle, servito da un impianto di risalita indipendente, è pensato sia per i principianti che per i rider più esperti con tre salti e numerose strutture in metallo. La musica suona ad alto volume tutta la giornata, l'adrenalina è garantita. Fiore all'occhiello della località è il Burton Stash, uno dei due presenti in Europa. Pensato all'inizio per i rider esperti si è allargato sempre di più con strutture più semplici adatte anche ai principianti. Ci sono una ventina di strutture che si possono affrontare dalla cima a fondo pista, panche, arcobaleni, rotaie, pareti e persino salti attraverso gli alberi, non male! Come se non bastasse c'è il collegamento con la località Svizzera di Les Closets, che ospita un park con strutture enormi!

Se non siete ancora sazi appuntamento alla prossima settimana per un altro giro tra i park più belli e famosi del mondo, questa volta esploreremo ciò che c'è fuori dall'Europa.