Riposate il corpo e sollecitate e ispirate la mente. Ecco qualche spunto montanaro per le gite estive in montagna con un occhio attento a arte e cultura.

- VINCERE UN WORKSHOP FOTOGRAFICO IN UN PARCO NATURALE
Avete mai pensato, o vi siete mai cimentati nel raccontare la vostra storia di montagna attraverso le immagini? “Tell your mountain story”, il concorso fotografico promosso da Salewa, ha infatti l’obiettivo di spronare i partecipanti a condividere i propri scatti a tema naturalistico. Premi? la possibilità di partecipare a un Workshop con fotografi professionisti in due location da sogno a scelta tra il Parco Nazionale del Gran Paradiso e quello dell’Adamello Brenta. Stupendo, vivere qualcosa di speciale in quei momenti indimenticabili poi da condividere con altri. Dal paradiso terrestre, scoperto dopo un’arrampicata o un’escursione in montagna, ai momenti di ‘beatitudine naturale’. Fino al 15 giugno graziealla collaborazione con la Rivista della Natura, Pixcube.it e Nikon for Parks, Salewa invita a caricare i propri scatti nell’apposita area (www.salewa.it/it/racconta la tua storia in montagna/racconta la tua storia in montagna-1).

 

- PALAZZI APERTI IN VAL RENDENA
E anche la zona di Pinzolo e dintorni vale bene un viaggio estivo. Infatti è proprio quando si vive meno sulle piste che ci si può regalare l’opportunità di scoprire i beni culturali, architettonici e artistici di una delle località magari preferite di solito d’inverno. In Val Rendena saranno accessibili al pubblico e aperti solamente durante la stagione turistica molti dei palazzi altrimenti difficili da visitare. Ecco che con la bella stagione arriva un invito a conoscere e apprezzare i piccoli e grandi tesori della cultura locale: con la proposta di Palazzi Aperti, infatti l’iniziativa promossa a partire da inizio maggio, offre la possibilità di scoprire sia le città sia i piccoli paesi alle pendici dei monti, grazie alle numerose iniziative rivolte a chi deciderà di concedersi un break culturale. In Val Rendena, per esempio l’itinerario alla scoperta della cultura e del territorio toccherà DarèCaderzone Terme e Pinzolo con quattro proposte curiose e singolari.


- BIENNALE MONTANARA
Giunta alla sua 4a edizione, la Biennale Gherdëina di Ortisei presenta nel 2014 importanti novità, a cominciare dal titolo Legno/Wood/Lën. Cinque artisti sono stati scelti dal curatore Luca Beatrice, per lavorare con i materiali che sono espressione della tradizione culturale e creative della Val Gardena. Nei mesi precedenti la Biennale, che si terrà dal prossimo 17 luglio fino ai primi di ottobre, nel centro pedonale di Ortisei, gli artisti lavorano con artigiani e aziende locali per realizzare opere e installazioni in legno. Saranno presenti alla 4a Biennale due artisti gardenesi Bruno Walpoth e Willy Verginer, insieme a Chris Gilmour, scultore inglese che vive a Udine, specializzato nell’uso del cartone e che si misurerà per la prima volta con un altro materiale, a Sonia Leimer, meranese ma residente a Vienna, impegnata in una rivisitazione concettuale di un tema della tradizione gardenese e, infine, a Velasco Vitali, milanese, pittore e scultore, che proporrà una gigantesca mongolfiera in legno e ferro.