Un pò di consigli per mantenersi in forma durante l'estate...

1. LA MONTAGNA IN PUNTA DI PIEDI A LANA
Se pensate a come mantenervi in forma una volta terminata la stagione sciistica del nostro bel paese, oramai per gran parte di noi, ottimo considerare la proposta escursionistica con le scarpe Five Fingers, le famose scarpe con le dita, inventate da Robert Fliri, quasi come indossare dei ‘guanti per i piedi’. Il design, unico nel suo genere, permette di scoprire e percepire il territorio in un modo completamente diverso. La suola viene protetta da una soletta speciale in caucciù, che consente la massima flessibilità su ogni tipo di terreno. La sensazione provata è quelle di camminare, in modo sicuro, a piedi scalzi. Le escursioni sono organizzate nella zona di Lana: da aprile ad ottobre, escursione guidata con noleggio FiveFingers, da Foiana a St. Ippolito (consigliata prenotazione).

 

2. IN CANOA NEI TORRENTI MERANESI
Per chi predilige la canoa, dentro i parchi di Merano, ci sono dei fantastici tracciati. Il torrente Passirio, rimane una vera mecca per chi sceglie le acque torrentizie o anche chiamate acque bianche, sicuramente meno comoda e agevole dei ‘viaggi’ in canoa in acque lacustri o marine. Qui pietre, onde, e altri ostacoli non vi faranno annoiare. E per chi vuole mettersi alla prova a giugno si svolge lo slalom internazionale  di canoa. La zona del meranese è da sempre meta indiscussa per la pratica del canottaggio e kayak.

 

3. PASSEGGIATE MEDITATIVE SUL MONTE SOLE
Numerosi i sentieri escursionistici ai piedi del Gruppo del Tessa e nello specifico nel paese di Naturno. Il clima soleggiato e la location ‘Alpine Wellness’ (la prima località certificata della regione), offrono gli ingredienti ideali per esplorare conifere e paesaggi alpini. Qui inoltre il Nature Fitness Park è stato creato per il corpo e la mente, secondo la filosofia dell’Alpine-Wellness. A voi la scelta, dal nordic walking al più dinamico jogging. Oppure se preferite seguite il sentiero della meditazione - che invita al raccoglimento - e che in due ore vi farà fermare, sostare e riflettere in ben 15 stazioni, un sentiero unico nel suo genere e simile ad una via crucis dedicata alla natura e al paesaggio.