Italia, Francia, Svizzera sono notoriamente destinazioni sciistiche abbastanza costose, con esclusione di una manciata di località meno glam e meno frequentate, ma altrettanto servite e stupende. In tempi di crisi molti sciatori e appassionati valutano la possibilità di andare a sciare nell'est Europa. Un est vicino e meno orientale ma che porta a scoprire una parte di Europa che di solito veniva associata più che altro a fine settimana fuori porta o gite scolastiche.

SLOVACCHIA
In Slovacchia le vette dei Bassi Tatra arrivano a quota 2024 metri, e sono tra i monti più alti del paese. Il comprensorio sciistico si chiama Ski Jasna e dispone di oltre 28 chilometri di piste e località di ottimo livello. I prezzi sono molto più bassi di quelli che siamo soliti pagare. Da visitare anche il Park Snow Vyske Traty, con cinque chilometri di piste che arrivano fino a quota 1800. Qui, negli Alti Tatra e nei Bassi le piste sono tutte blu e rosse, adatte per chi vuole cominciare o divertirsi senza grandi difficoltà. Un’altra zona da provare si trova nei Tatra Occidentali, 40 chilometri di piste nel comprensorio Jasenza Dolina con le località di Kasova e Lehota.


ROMANIA
Tra le altre destinazioni da scoprire vi segnaliamo la Romania: paesaggi bellissimi e prezzi bassi. Il cibo è più accessibile, come anche lo skipass. Perfetta per una settimana bianca: dai monti Postavarul e Bucegi, al confine tra la Transilvania e la Valacchia. La stazione sciistica più famosa e frequentata è quella di Brasov con 40 chilometri di piste che scendono gù per i Carpazi. Predeal, si trova a due ore di macchina da Bucarest, ed è una stazione meno famosa ma altrettanto bella e poco trafficata. Mentre se si decide di esplorare la zona dei Carpazi Orientali le località da esplorare sono Piatra Neamt, Vatra Dornei e Durau.
 

REPUBBLICA CECA 
Se scegliete la Repubblica Ceca, qui si scia nel comprensorio di Jested, nel nord del paese, non lontano da Praga. Mentre il comprensorio di Spindleruv Mlyn, nei Monti dei Giganti, offre 25 chilometri di piste a due ore dalla capitale. Mentre il comprensorio più grande di Skiregion offre oltre 40 chilometri di piste. Qualche nome? Harrachov, Rokytnice nad Jizerou, Paseky nad Jizerou, Rejdice e Prichovice. Per chi vuole unire sci e benessere ecco un’occasione per scoprire le terme della Repubblica Ceca. Invece per i più avventurieri, a Spindleruv Mlyn si trova il più grande centro di snowkiting dove potrete scivolare sulla neve con una vela gonfiata dal vento.


POLONIA
Se pensate alla Polonia, potete andare a Zieleniec, nei Sudeti, una delle più popolari stazioni sciistiche polacche. Si scia da novembre fino agli inizi di maggio a Zakopane, a pochi chilometri dall'aeroporto di Katowice servito dai voli low cost. In queste aree sciistiche le strutture per famiglie e bambini non sono molto sviluppate. In ogni caso l'offerta è resa allettante da oltre 50 impianti di risalita, piste di ogni tipo, dalle classiche piste blu per chi comincia, alle più tecniche per esperti e sciatori esperti. Zakopane uno dei centri sciistici più gettonati non solo della Polonia, ma di tutta l’Europa Orientale, ed è collocata ad un altezza dai 750 ai 1000 metri. Dall’Italia Zakopane si raggiunge con voli Ryanair da Roma (Ciampino) e Milano (Bergamo Orio Al Serio) per Cracovia.
 

SLOVENIA
In Slovenia, il comprensorio sciistico di Kanin è collegato a quello friulano di Sella Nevea. Mentre più distante dai confini italiani si scia a Maribor, 66 chilometri da Trieste, con oltre 40 chilometri di piste. Kranjska Gora resta la località sciistica più famosa per via delle piste appartenenti al circuito della Coppa del Mondo. Si segnala anche Vogel e Rogla e Cernko la più recente stazione sciistica slovena, 20 chilometri di piste collegate da impanti moderni con 100% innevamento artificiale. Krvavec è invece la località più vicina a Lubiana, ideale per unire lo sci alle bellezze storico-artistiche della capitale Slovena.


BULGARIA
Non dimentichiamoci la Bulgaria, si arriva con voli low cost su Sophia per poi dirigersi a Borovetz o a Bansko. Il monte Vitosha è il più vicino da raggiungere ma anche il più affollato, anche se il termine affollato qui ha sicuramente un significato diverso.

Borovetz è la più moderna località turistica invernale della Bulgaria, grazie agli impianti e le attrezzature più all’avanguardia per lo sci. 45 chilometri di piste che variano in lunghezza e difficoltà e divise in tre regioni: Sitnqkovo – Martinovi Baraki, Markudjik e Qstrebec. Oltre allo sci alpino, a Borovets potrete praticare il Biathlon, lo snowboard e il salto con gli sci. Queste località si trovano a soli 70 chilometri da Sofia, il che significa che sono molto facili da raggiungere per noi italiani, grazia anche ai voli low cost di Wizz Air, che collegano Roma (Fiumicino) e Milano (Bergamo-Orio Al Serio) alla capitale bulgara.


CROAZIA
Se associate la Croazia al mare, ripensateci. Medvednica, è una località sciistica immersa in un fantastico parco naturale, costituito da boschi e foreste per oltre 228 chilometri quadrati. Sciare a Medvednica è economico e offre una varietà di piste particolarmente adatte a principianti e sciatori di livello intermedio. Qui è anche possibile praticare snowboard, arrampicate e provare l’ebrezza dello sci notturno. A due passi da Zagabria Medvednica è un’ottima opportunità per chi vuole avvicinarsi al mondo dello sci senza andare in ‘rosso’.