Sabato 23 e domenica 24 marzo prenderà il via, a Roccaraso, la 47° edizione del Campionato Nazionale di Sci degli Alpini. Oltre 300 i concorrenti provenienti da tutta Italia e suddivisi in 13 categorie in base all’età. La gara, per la prima volta in Abruzzo, sarà divisa in due percorsi differenziati tra le Gravare e la pista Lupo, che lo scorso anno ospitò lo slalom gigante dei campionati mondiali juniores. L’arrivo dei due tracciati è sullo stesso piazzale.
 
Il programma prevede alle 15 di domani, sabato 23, nella sala Spataro del municipio, la presentazione e la proiezione del film diretto da Anna Cavasinni e Fabrizio Franceschelli “1942: Natale in Russia” che rievoca le tragiche vicende del battaglione L’Aquila. In piazza Leone ci sarà l’annullo filatelico dalle 15 alle 21.
 
Alle 17 il via della cerimonia d’apertura in piazza Giochi della Gioventù con l’alzabandiera, la fiaccolata con gli sci, la deposizione della corona sul monumento dell’alpino, i saluti delle autorità, la celebrazione della Santa messa e la sfilata nel centro del paese.  Alle 21 festa in piazza con la Fanfara Alpina Sezione Abruzzo e l’immancabile vin brulé con l’intrattenimento gruppi di musica popolare.

Le gare si svolgeranno a partire dalle 9 di domenica 24, mentre la cerimonia di premiazione è prevista per le 14.30 nella sala Spataro, adiacente all’ufficio gare. Tra i riconoscimenti  più ambiti nelle varie categorie ci sono la premiazione olimpica del campione nazionale, il trofeo Ugo Merlini e il trofeo Calisto Del Castello. Tutti i partecipanti riceveranno un premio ricordo consistente in prodotti locali. Inoltre, alle personalità che interverranno alla manifestazione e ai primi classificati di ogni categoria sarà consegnata una preziosa spilla raffigurante un fiocco di neve con cappello alpino realizzata a mano dal Maestro Orafo Franco Coccopalmeri, su  disegno dell’alpino Sandro Di Vitto, entrambi di Roccaraso.
Si preannuncia dunque una grande festa per questa gradita invasione di penne nere.