La vittoria di Ivica Kostelic oggi è lì per dimostrare che è possibile vincere la sfida con il tempo, non solo col cronometro. A 34 anni e con un menisco lesionato il croato torna alla vittoria in speciale, entrando così nella Hall of Fame degli sciatori più vincenti: questa infatti è la 26esima vittoria in carriera per lui, che raggiunge così Franz Klammer ed entra nei 10 più vittoriosi atleti in Coppa del Mondo.

Dietro a Kostelic arriva Marcel Hirscher, che con questo piazzamento si porta a casa matematicamente la sua seconda coppa di specialità e consolida la leadership in Coppa generale. Terzo posto per Mario Matt. Da segnalare che il podio poteva essere molto diverso se il francese Pinturault, saldamente al comando nella prima e fino a metà della seconda manche, non avesse inforcato buttando al vento una vittoria praticamente certa. In casa Italia il migliore è Manfred Moelgg, nono. Poco più dietro Patrick Thaler, undicesimo. Stefano Gross, settimo nella prima manche, sbaglia nella seconda e finisce ventesimo.

Volgendo lo sguardo all’altra metà del cielo, nello speciale di Ofterschwang si registra l’ennesimo exploit di Tina Maze: la slovena mette pressione alla giovane Shiffrin che non va oltre il terzo posto ed ora segue la stessa Maze in coppa di specialità. In mezzo alle 2 fuoriclasse si insinua la svizzera Wendy Holdener.

Tutti gli atleti si spostano ora a Lenzerheide dove tra mercoledì e sabato andrà in scena il gran finale dell'emozionante stagione 2012/13 per decidere gli ultimi (pochi) titoli non ancora assegnati.