Un'altra medaglia di peso per la Francia: questa volta è la giovane Tessa Worley a piazzarsi davanti a tutte e a mettersi al collo la medaglia d’oro nello slalom gigante ai campionati mondiali di Schladming. L’atleta transalpina ha vinto in maniera straordinaria, dominando entrambe le manche e togliendo il metallo più pregiato alla favoritissima Tina Maze (argento), che ha dato tutto nel recupero della seconda (dalla quarta posizione) ma senza riuscire a centrare il risultato pieno come in SuperG. Con ben 4 medaglie (due ori, un argento e un bronzo) per il momento si può dire che per i Francesi questo è un mondiale da sogno, probabilmente al di sopra delle più rosee previsioni.

Al terzo posto mini riscatto per un atleta di casa, quell’Anna Fenninger che sulla carta doveva essere una delle superfavorite di questi mondiali ma che alla fine dovrà probabilmente accontentarsi.

Prova opaca per le azzurre: la migliore, undicesima, è Manuela Moellg, più indietro Irene Curtoni fuori Nadia Fanchini e Denise Karbon.

Domani l’appuntamento è con il gigante maschile, poi la volata finale con gli slalom speciali nel weekend.