Racines-Giovo a pochi chilometri da Vipiteno e dall’uscita autostradale, dispone di 25 km di piste varie e larghe, in gran parte fuori dal bosco, quasi tutte servite da veloci seggiovie quadriposto ad agganciamento automatico. Le piste sono concentrate in un unico versante, esposto a nord nella omonima valle di Racines, più alcune direttamente affacciate sul passo Giovo, e vantano un abbondante innevamento naturale: con questi punti di forza Racines, pur non grandissima, è un’area sciistica decisamente appagante, la principale dell’Alta Valle Isarco.



I tracciati sono relativamente dolci, per tutti i gusti, ma la pista Blosegg, serpeggiante nel bosco, richiede sicuramente più concentrazione. Per chi avesse delle velleità in più, dopo aver lasciato i bimbi alla ‘Kinder Ski-Land’ (l’asilo nido presso la malga Rinneralm), può scatenarsi sotto l’ultima seggiovia (a destra salendo), che raggiunge la quota massima di 2100 m. Qui si trovano un po’ di gobbe, diversivo alle lisce autostrade bianche. Accompagnati da guide o maestri e solo con condizioni sicure in assenza di divieti, l’area si rivela assai adatta anche per il freeride, sfruttando i bordi pista o i pendii sotto gli impianti.

Per lo sci di fondo, nel centro sciistico di Racines, ci sono ben 28 km di piste. La quasi parallela Val Ridanna ne offre altri 37 km, con un percorso che da solo è lungo ben 25 km. La Val Ridanna, sede di gare internazionali, è diventata in questi ultimi anni un vero e proprio polo del fondo e del biathlon, grazie anche al moderno stadio dedicato a questo sport olimpico. Qui vengono ad allenarsi molte squadre da tutto il mondo e nascono le nuove leve come la ventenne biathleta Federica Sanfilippo dell’Associazione sportiva Ridanna, recentemente qualificatasi per i Campionati Mondiali juniores.

Offerte invernali a Racines-Giovo