A Ladurns-Colle Isarco, 15 km di piste, si scia in faccia a uno scenario grandioso di cime imponenti, tra cui l’inconfondibile Tribulaun, la montagna calcarea simile alle Dolomiti, che fu oggetto dei primissimi studi geologici di Deodat de ‘Dolomieu’. Siamo a nord di Vipiteno, subito a sud del Brennero.

La cittadina di Colle Isarco (a 1098 m proprio ai piedi del passo, nella valle principale) conserva accenni di architetture interessanti, testimonianze di una secolare reputazione turistica. Fra gli ospiti illustri anche Ibsen, al quale è dedicato un piccolo museo.

L’area sciistica di Ladurns, che sorge poco a ovest, nella stupenda Val di Fleres, è una stazione di appeal superiore a quanto farebbero pensare i numeri, sia per la morfologia delle piste, tutte di pendenza non banale, sia per l’esposizione ottimale nord che garantisce buona qualità di neve. La pista di rientro servita da una quadriposto automatica è una delle favorite dagli intenditori alto atesini, il che non può non essere garanzia di qualità oggettiva: dalla cima sono quasi 1000 di dislivello nel bosco e 4 km di lunghezza (compreso il tratto in campo aperto). Curvoni e muretti consentono ottime espressioni tecniche. Non mancano però campi scuola e piste facili, unitamente a una particolare organizzazione per le famiglie con bimbi. Cosa che si traduce in servizi e pacchetti speciali, ma anche a prezzi molto ragionevoli.

Offerte invernali a Ladurns-Colle Isarco