Anche i più distratti, la scorgono passando rapidi dall’autostrada del Brennero, all’altezza di Bressanone: da una imponente montagna innevata, si vede scendere un ‘serpentone’ bianco che contrasta con lo scuro dei boschi. Una pista da sci, chiaramente. La sua lunghezza appare evidente anche guardandola da lontano, si chiama Trametsch: con 9 km è la più lunga pista nera delle Dolomiti e una delle più lunghe d’Europa.

Ma questa è solo una delle gemme nascoste dell’area vacanze Valle Isarco, che di piste ne conta per 143 km in totale: la Plose stessa (43 km di piste), Maranza-Valles (44 km, balconata naturale su mezzo arco alpino), nell’ambito della zona ‘Valle Isarco’ del Dolomiti Superski. E poi, più a nord, nell’Alta Valle Isarco, Racines-Giovo (25 km, vicino a Vipiteno, ben esposta in campo aperto con impianti d’avanguardia), Monte Cavallo (16 km, la montagna di Vipiteno), Ladurns (15 km, in Val di Fleres, vicino a Colle Isarco). Senza dimenticare le 22 piste per lo sci di fondo, per una lunghezza da record di oltre 200 km, le 44 piste da slittino, alcune illuminate, tra cui due sono fra le più lunghe del settore, sul Monte Cavallo e alla Plose.

 

Bressanone è il cuore della Valle Isarco, città d’arte e storia che sorge in un’aperta conca, incorniciata da alte ma dolci montagne. Davvero ideali per lo sci, in uno dei pochi contesti dove è possibile abbinare alle esperienze sportive e naturalistiche nella magia invernale, anche shopping, enogastronomia e cultura. Per i prossimi anni, tra l’altro, è prevista la costruzione di una funivia fra Bressanone città e le piste, in integrazione con il sistema ferroviario. Sia la Plose che la ski area Maranza-Valles (con il nome ufficiale di ‘Gitschberg Jochtal’, con il collegamento fra le due stazioni aperto appena un anno fa grazie a due nuove cabinovie a 8 posti) spiccano per tecnicità e varietà di tracciati.

Le due ski-aree totalizzano insieme 87 km di piste (20% facili, 62% medie, 18% difficili). Maranza-Valles offre un panorama da record su 500 vette tra Austria e Dolomiti. Valles sembra progettata a tavolino per le famiglie, con gli alberghi sulla neve, diverse lunghe e facili piste (ma anche ottime piste impegnative). Queste aree compongono l’area ‘Valle Isarco’ del Dolomiti Superski e sono coperte da skipass unico (valido anche per i piccoli impianti di risalita ad uso famiglie in Val di Funes, Velturno e Luson). Gli amanti degli sci di fondo si concentrano anche sull’Alpe di Rodengo-Luson e di Villandro, tutte intorno ai 2000 m di altitudine e oltre, con tanto sole, spettacolare panorama, e ottimo innevamento naturale.

L’ Alta Valle Isarco gravita invece attorno all’importante centro storico e commerciale di Vipiteno, proprio appena sotto il Brennero. Offre 56 km di piste tra Monte Cavallo-Vipiteno, Racines-Giovo e Ladurns-Colle Isarco. Queste stazioni sono tutte entro i 15 minuti dall’uscita autostradale, sono coperte da skipass unificato e dotate di impianti dell’ultima generazione (Monte Cavallo appartiene anche allo skipass Ortler Skiarena). La latitudine settentrionale garantisce in Alta Valle Isarco ottimo innevamento naturale per l’intera stagione.

In Val Ridanna e Val di Vizze si estendono anche notevoli percorsi per il fondo e le ciaspole. In Val di Vizze, in ambiente particolarmente incontaminato, si penetra nella valle tra alte montagne di confine con un percorso di 20 km.

 Scopri le offerte invernali nella Valle Isarco