Si evolve il turismo in montagna e cerca, con maggiore fantasia, di offrire ai villeggianti più occasioni di divertimento. Anche una della capitali storiche del turismo alpino, St. Moritz, esce dagli schemi di vacanze invernali tradizionali. Anche di notte. Così ogni venerdì sul Corvatsch, in Alta Engadina, c'è la "Snow Night" che incontra molti favori perché, sotto la luce dei riflettori, sciatori e snowboardisti disegnano curve fino a valle a valle sulla più lunga pista illuminata della Svizzera (5 km). Il biglietto per la "Snow Night" costa 25 CHF (ca. 16.50 euro) e nel prezzo sono compresi sia l'utilizzo della funivia del Corvatsch, nonché il divertimento illimitato sulle piste dalle 19 alle 2 di notte (ultima salita sulla funivia all'1,40). Il trasporto per andare e tornare dal Corvatsch non è un problema, giacché presso la stazione a valle a Silvaplana partono regolarmente dei bus notturni fino alle 02.30.

Non basta, ora sono in programma due notti in cui la "Snow Night" si aggiungerà lo "Snow Show". Il team della Corvatsch AG è riuscito ad ingaggiare degli ottimi artisti musicali la cui forza è anche quella di trascinare gli spettatori in un clima di festa e allegria. Due notti di concerto: il 26 febbraio Davide Van De Sfroos, il cantautore comasco, trasformerà il ristorante Murtèl (presso la stazione intermedia) in una "balera" lombarda; un mese dopo, il 26 marzo, il ristorante si trasformerà in un saloon del selvaggio West quando George Hug e la sua band animeranno il Country-Party.

Due occasioni divertimento in più per gli sciatori ospiti dell'Engadina, che già, di giorno, hanno a disposizione i 56 impianti dell'Engadin St.Moritz Mountain Pool per accedere ai 350 km di piste. Cabinovie, treni a cremagliera, seggiovie e skilift ed una funivia trasportano l'ospite sino alle cime come il Corvatsch (3300m.). In aggiunta un'offerta gastronomica molto varia per genere e qualità, spaziando dal bar di ghiaccio sino al ristorante gourmet.

Info: info@corvatsch.ch; www.corvatsch.ch