L'impresa è affascinante: una corsa notturna a scavalcare i passi Sella, Gardena, Campolongo e Pordoi. Il richiamo è irresistibile ed infatti ha già fatto l'en plein degli iscritti la 15° "Sellaronda Skimarathon" in programma a Canazei, in Val di Fassa, venerdì 5 marzo.
Saranno in 700, numero imposto dal tetto massimo imposto dal regolamento, a disputarsi il trofeo lungo i 42 chilometri che da Canazei si inoltrano verso Selva Gardena, dopo aver scavalcato Passo Sella (2.174 m.), quindi verso Corvara dopo aver superato la salita di Dantercepies, tetto della gara con i suoi 2.298 metri, e la conseguente discesa da Passo Gardena, e ancora affrontando nella notte l'ascesa di Passo Campolongo e del Bec De Roces a 2.080 metri, scendendo poi a tutta verso Arabba per cimentarsi infine sull'ultima salita di Passo Pordoi (2.239 m.) prima dell'arrivo a Canazei.

Quattro passi, quelli dolomitici delle quattro vallate ladine attraversate dal percorso, che costringono gli scialpinisti partecipanti ad affrontare un dislivello totale di oltre 2700 metri, di notte potendo contare solo sul fascio di luce del proprio faretto fissato obbligatoriamente sul casco, e sulla luce delle torce che delimitano il tracciato.
Un'edizione che vivrà nel nome di Diego Perathoner, scomparso sotto una valanga il 26 dicembre scorso insieme ad altri tre soccorritori in Val Lasties. Era l'organizzatore e l'inventore di questa gara che, negli anni, si è costruita una fama che ha scavalcato i confini dell'Italia, è infatti una delle più affollate in senso assoluto e nelle ultime edizioni ha sempre raggiunto velocemente il tetto massimo di iscritti imposto - per ragioni di sicurezza - dagli organizzatori. Il comitato, ora orfano della sua esperienza, ha deciso di limitare a 280 le coppie ammesse in gara, alle quali si aggiungono altre 70 coppie "wild card" a discrezione dello stesso comitato, ma attualmente ci sono pressioni per ammetterne delle altre e Alfredo Weiss, presidente pro-tempore, sta valutando l'ipotesi insieme ai tecnici.

È una scelta dovuta perche la Sellaronda Skimarathon, gara particolarmente amata dagli appassionati, è decisamente impegnativa per la distanza, il dislivello e soprattutto per il fatto di disputarsi di notte, quando le temperature sulle Dolomiti spesso si fanno proibitive. Occorre un'organizzazione meticolosa a presidiare tratto per tratto tutto lo svolgimento della manifestazione, ed infatti per questo sono in pista quasi 400 persone, gran parte guide del soccorso alpino.
L'improvvisa scomparsa di Diego Perathoner aveva fatto temere uno stop della Sellaronda Skimarathon, ma i membri del comitato organizzatore, la sua famiglia e i rappresentanti delle istituzioni delle quattro vallate hanno deciso insieme di portare avanti il progetto, ed ora alla guida del comitato c'è Alfredo Weiss, presidente anche di Marcialonga, il quale ha alle spalle una grande esperienza organizzativa, ma con lui collaborano esperti e tecnici dello scialpinismo.

L'ultima edizione della Sellaronda Skimarathon porta il sigillo di una coppia che ha segnato lo sport azzurro, Guido Giacomelli-Hansjörg Lunger, il primo convocato per i concomitanti mondiali di ski alp ed il secondo che ha scelto di abbandonare l'attività agonistica. Hanno però deciso di esserci, e nuovamente insieme per onorare la memoria di Diego Perathoner, loro grande amico. È da battere il loro record stabilito nel 2008 con un tempo incredibile di 3h15'07", che aveva ritoccato il loro stesso precedente primato di 3h19'70" dell'anno prima.

Tra gli iscritti anche Martin Riz, qualificato atleta fassano che faceva parte del gruppo di soccorritori quel triste 26 dicembre, e che è scampato miracolosamente alla tragedia. In gara anche l'ex campionessa del mondo team e campionessa europea Catherine Mabillard in coppia con Andrea Zimmermann.
La partenza è fissata per le ore 18 di venerdì 5 marzo dalla piazza centrale di Canazei, l'arrivo dei primi invece - se le condizioni meteo non saranno un ostacolo - è annunciato verso le 21.15.
È stato deciso anche di istituire il "Memorial Diego Perathoner", una sorta di combinata sommando i tempi delle due gare "inventate" dall'apprezzato organizzatore, la Sellaronda Skimarathon e la Dolomites Skyrace, la gara di sky running che si disputerà a luglio e il cui tracciato passa anche per la Val Lasties.

Info: www.sellaronda.it