Sono 25 anni che la "Pierra Menta" riunisce alpinisti di grande esperienza ed appassionati della montagna di tutte le nazionalità. Con il valdostano "Trofeo Mezzalama" e la svizzera "Patrouille des glaciers" formano il terzetto regale nella storia delle gare di scialpinismo. Gare diverse ma unite da un unico fascino in grado di emozionare. Teatri diversi, ma sempre tra le vette più alte d'Europa: quella italiana e quella svizzera dominate dal Cervino e dal Monte Rosa, quella francese vive nel cuore del Beaufortain, di fronte ai massicci di Vanoise, di Aravis e del Monte Bianco.
Così, dall'11 al 14 marzo, torneranno ad affrontarsi alla "Pierre Menta" squadre di due persone per 4 giorni, al ritmo di 3-6 ore di corsa al giorno. Più di 200 cordate dovranno inerpicarsi lungo 10.000 metri di dislivello, attraversare una quindicina di colli, salire e poi ridiscendere corridoi estremamente scoscesi e spostarsi su pareti vertiginose.

Ogni anno i più grandi nomi dello sci alpinismo si danno appuntamento per affrontarsi in questa mitica corsa. I francesi Sbalbi, Perrier, Buffet, Gachet, Roux, gli italiani Brunod, Reichegger, Trento, Eydallin e Martinelli, Pedranzini, lo svizzero Troillet e lo spagnolo Jornet Burgada si contendono ogni anno il podio, ma alla linea di partenza ci saranno anche numerose squadre di dilettanti. Tutte le squadre sono pronte a vivere 4 giorni di gara intensi ed estremi per conquistare un sogno. Un'esperienza dura ma che vale sempre vivere perché offre sempre un'atmosfera allegra e conviviale. Guy Blanc, cofondatore nel marzo del 1986 di quella che è diventata nel corso degli anni la grande classica dello scialpinismo, ha dichiarato: «La "Pierra Menta" è un evento incomparabile dove atleti e spettatori condividono quattro giorni di sci e di festa».

Quest'anno la "Pierra Menta" torna nella sua veste classica: non sarà una tappa della Coppa del Mondo di sci alpinismo e quindi i concorrenti non dovranno essere della stessa nazionalità. Assisteremo così alla formazione di nuove squadre, effimere quanto terribilmente efficaci. La 25° edizione promette di essere ricca di colpi di scena e di eventi perché per essere più efficienti le squadre potranno utilizzare strategie diverse. I giovani avranno un percorso dedicato sabato 13 e domenica 14 marzo 2010.

Tocca agli italiani difendere il predominio conquistato lo scorso anno: tra gli uomini la coppia Denis Brunod-Manfred Reichegger ha trionfato davanti a Matteo Eydallin- Denis Trento mentre tra le donne Francesca Martinelli-Roberta Pedranzini ha lasciato dietro svizzere e francesi.

Info: www.pierramenta.com