L'inverno sembra non finire e continua a regalare neve sulle località sciistiche. Un consistente manto bianco continua a coprire il versante italiano delle Alpi. Qualche anno fa le previsioni per lo sci erano catastrofiche: non nevicherà più sulla maggior parte dei comprensori e sarà sempre più uno sport da praticare su neve programmata con forti aumenti di costi. Invece ecco due inverni veri, nevosi, come forse la memoria di molti sciatori non ricorda.
Ora sono molti gli sciatori che, ben abituati dall'ottimo stato delle piste e del fuoripista, si chiedono fino a quando saranno aperti gli impianti delle skiarea italiane. Siamo alle ultime battute di questa stagione fortunata per il comparto turistico dello sci, che a sentire i primi dati - sempre tenendo conto della crisi dei consumi - è da classificare come positiva. Le vacanze natalizie e pasquali hanno fatto registrare ottimi numeri. Ora in maggioranza le località metteranno termine alla stagione il weekend del 11 aprile. Qualcuna prolungherà di un paio di fine settimana e poche arriveranno a toccare maggio. La decisione non esclude valutazioni economiche (contratti, budget) perché i bilanci della società degli impianti devono restare sani, ma è soprattutto il clima a porre dei limiti. La primavera avanza, scioglie la neve alle quote più basse e le giornate di sole spingono molti turisti a scegliere altre mete.
In diverse località le temperature primaverili si sono fatte sentire di più - ad esempio in Trentino Alto Adige e Veneto, oltre che sugli Appennini - dove alcune piste sono state chiuse in anticipo rispetto alle date previste. Diverse località hanno dovuto chiudere alcune piste in anticipo e fra queste si annoverano anche Plan de Corones e Cortina. Ma ecco il quadro generale, seguendo un ordine da Ovest ad Est.

Piemonte
Le piste olimpiche e non della Vialattea verranno chiuse domenica 11, lasciando concludere questa settimana che segue la Pasqua, con molte scuole chiuse per vacanza. Stessa decisione a Bardonecchia, dove però il weekend del 17-18 aprile saranno ancora aperti gli impianti dello Jafferau. Solamente per sabato 17 aprile Bardonecchia riserva a tutti gli universitari una promozione speciale: lo skipass giornaliero a 10 euro per l'ultima sciata sulla neve primaverile. Ma il 10 aprile, dalle ore 10 e fino alle 17.30, il Fiat Freestyle Team Snowparking di Bardonecchia sarà teatro di una festa all'insegna del freestyle e della musica dal vivo con il gruppo "la Band". Per l'occasione verrà predisposto uno "special Jump" sul quale tutti gli snowboarder potranno esibirsi e cimentarsi nell' "l'ultimo salto" della stagione. Durante i festeggiamenti i partecipanti avranno la possibilità di provare le nuove tavole Burton della collezione 2010-2011. Immancabili pastasciutta e grigliata collettiva.
Nelle stazioni del cuneese, Limone conferma impianti aperti continuativamente fino a domenica 11 aprile. Ma da mercoledì 7 a venerdì 9 saranno aperti gli impianti Cabinovia, Pian del Sole, Alpetta, Belvedere, Pian del Leone, Pancani, Cabanaira, Carosello; con tariffe: giornaliero 25 euro, giornaliero corto 22 euro, ragazzi 18 euro, 1/2 giornata 18 euro. Sempre valide le promozioni. Verrà inoltre valutata, in base alle previsioni meteo, l' apertura di alcuni impianti nei week-end successivi. (decisione il giovedì precedente).
Allineata anche Prato Nevoso sul secondo weekend di aprile, mentre snowpark e psita notturna sono già ferme da inizio mese. Durante l'ultima settimana di apertura verranno valutate le condizioni di innevamento della stazione ed eventuali proroghe saranno tempestivamente comunicate.


Valle d'Aosta
Grazie al ghiacciaio ovviamente Cervinia offrirà le sue piste agli sciatori incalliti e insaziabili. Così come le funivie di Courmayeur verso Punta Helbronner per compier la meravigliosa gita sulla Vallèe Blanche fino a Chamonix. Ma occorre informarsi fino a dove si può scendere con gli e quanto camminare (meglio portarsi gli scarponcini nello zaino). Sul resto della Val Veny sempre termine dell'11 aprile. Stessa data di chiusura al Monterosaski, dove però cè un'eccezione: a Gressoney si sale da Staffal a Punta Indren fino al 9 maggio.
Un po' più avanti si spingono a La Thuile (collegata alla francese La Rosière), ospitando anche manifestazioni particolari. Infatti sabato 10 sarà di scena "The white hole", una sfida di golf sulla neve: alcuni professionisti proveranno un tiro magico. Ovvero dall'alto del muro finale della pista 37 "Maison Blanche" dovranno andare in buca sul green realizzato sul parterre dopo aver superato un dislivello di circa 90 metri ed una lunghezza di oltre 180 metri. Seguirà la competizione per i Top Player, giocatori invitati dall'organizzazione e sul "green" (si fa per dire in questo caso) verranno realizzati dei cerchi concentrici con valori decrescenti a partire dalla buca. Vincerà colui che realizzerà il maggior punteggio. Poi alle 18,30 la "The White Hole", gara "Only One" sul parterre davanti alla Scuola di sci. La partenza sarà posizionata nel piano del campo sci a circa 80 metri dal green precedentemente realizzato per i Top Player. Vincerà colui che realizzerà il maggior punteggio. Regolamento sul sito www.lathuile.net/datapage.asp?l=1&id=207.
Il finale sabato 17 e domenica 18 aprile con una importante competizione di Ski Cross valida per i Campionati Italiani della specialità. Denominata "Coppa Funivie Piccolo San Bernardo", la competizione si svolge sulla pista n. 16 - Standard e interessa le categorie Ragazzi, Allievi, Juniores e Seniores ed è organizzata dallo Sci Club La Thuile-Rutor.
Anche Pila chiude il 18 aprile con la terza edizione di "Desarpa bianca", un lungo gigante per una festa di sport in allegria.


Lombardia
La Pasqua ha portato ancora un po' di neve sulle piste del Tonale, dove si continuerà a sciare fino a domenica 18 aprile. Fino a questa data sarà in funzione anche la cabinovia Pontedilegno-Tonale, impianto strategico per chi vuole godersi tutto il carosello sciistico Adamello Ski. Le piste di Temù e di Pontedilegno chiuderanno invece una settimana prima, domenica 11 aprile. Ma c'è anche il Presena, dove la notte di Pasqua sono scesi altri 50 cm di neve: rimarrà aperto fino al 20 giugno. I possessori di skipass stagionale potranno sciare ai 3.000 mt di quota del ghiacciaio fino al 30 aprile,
data che segna la fine della stagione invernale. Dopodiché potranno continuare a farlo acquistando lo skipass estivo ( giornaliero oppure plurigiornaliero da 2 a 7 giorni).
Quindi l'Alta Valtellina. In Valdidentro impianti aperti fino all'11; mentre Santa Caterina si scia fino al 18. Ovviamente una situazione a parte a Bormio e Livigno. In quest'ultima impianti aperti fino al 2 maggio.
L'intero comprensorio sciistico della SkiArea Valchiavenna è al massimo del suo splendore grazie al favoloso innevamento che ha caratterizzato la stagione in corso; a Madesimo ci sono quasi due metri di neve e in Val di Lei, a quota tremila metri, ce ne sono tre metri e mezzo. Vista quest'abbondante coltre sulle piste, la data di chiusura della stagione è stata posticipata a domenica 18 aprile.


Trentino
Grazie alle temperature dell'ultimo mese e alle abbondanti precipitazioni delle scorse settimane che hanno regalato agli sciatori un finale di stagione inaspettato, gli impianti rimangono aperti fin dopo le festività di Pasqua. A chiudere i battenti per prime, il 10 aprile, sono le piste del comprensorio Skirama Dolomiti (Trentino Occidentale) ad Andalo e sulla Paganella, a Pinzolo.
Ottime condizioni d'innevamento sulla skiarea Madonna di Campiglio e grande sciabilità: fino al 6 aprile è rimasto aperto al 98%, mentre fino al 20 aprile, giorno di chiusura, si potrà sciare su oltre il 50% dei tracciati. Dal 7 aprile sono ferme le seggiovie Miramonti e Vagliana e le sciovie Belvedere e Larici; da lunedì 12 aprile saranno chiusi tutti gli impianti delle zone 5 Laghi e Pradalago, mentre saranno regolarmente in esercizio gli impianti di risalita delle zone Grostè e Spinale: Da giovedì 8 aprile giornaliero a tariffa speciale: adulto 26 euro, Senior 21 euro, Junior 18, bambino 13.
In Val di Sole è possibile sciare fino a domenica 11 nelle aree sciabili di Folgarida-Marilleva e Peio (aperto il collegamento sci ai piedi con Madonna di Campiglio) e del Monte Bondone.
Nel comprensorio Dolomiti Superski (Trentino orientale) si scia ovunque fino all'11 aprile (compreso il Sellaronda). Quindi questa stagione pur ricca di neve si ferma al secinbdo weekend di aprile a Canazei Belvedere e Campitello-Col Rodella, sulla Marmolada, sul Pordoi, sull'Alpe Cermis, a Passo San Pellegrino e a Pampeago-Obereggen. Chiusi già dopo Pasquetta San Martino di Castrozza, così come sul Passo del Brocon in Valsugana.


Alto Adige
Passata la Pasqua restano agli sciatori ancora per non molti giorni per praticare il loro sport preferito sulle piste d'Alto Adige. Ecco in sintesi il calendario di quando l'ultima funivia fa il suo giro finale della stagione .
Ovviamente la Val Senales, con il suo ghiacciaio, è quella che si spinge più in là nella stagione, arrivando al 2 maggio. E poi il weekend del 25 aprile si disputerà l' "Ötzi Trophy", gara tradizionale di fine stagione, in occasione della quale la prima salita in funivia verrà effettuata alle ore 7 per permettere ai molti concorrenti di raggiungere la pista di gara. Da prima di Pasqua, sabato e domenica la funivia e gli impianti Roter Kofel e Teufelsegg sono attivi dalle ore 8. Questo orario è valido fino alla chiusura degli impianti (03/05/2010).
Nel resto della regione il calendario delle chiusure è suddiviso in tre fasce. Per Alpe di Siusi, Alta Badia, Ladurns - Alta Valle Isarco, Passo Monte Croce, Val Gardena la chiusura è stata fissata per il weekend del 10-11 aprile. Le stesse date valgonoi per le piste di Belpiano-Resia, Carezza, Funivie Speikboden (Campo Tures), Maseben-Vallelunga, Monte Elmo, Obereggen, Val d‘Ultimo, Val Passiria, Watles. Si continua a sciare sui tracciati di Plan de Corones e Klausberg-Valle Aurina il 18 aprile. Infine resta il Piccolo Tibet, ovvero Solda, che festeggerà il weekend del 1° Maggio sulla neve, alla pari della Val Senales.


Veneto e Friuli
Regina delle Dolomiti e blasonata, Cortina si distingue anche come la skiarea che chiude le sue piste più tardi di tutte le 12 del Dolomiti Superski: si potrà sciare tra Tofana e Faloria fino al weekend del 25 aprile. L'altra stella veneta, Arabba-Marmolada, invece si fermerà il classico 11 aprile.
Sarà Sella Nevea a finire per ultima la stagione, ben dopo le sue sorelle dell'Est. Imiterà Cortina e il 25 aprile sarà festa con la divertente competizione del "Pond Skimming", ormai un classico, ovvero planare con sci o snowboard su uno stagno artificiale. Musica dei dj e grigliata gratuita il contorno. La giornata di allegria vedrà anche gare di slittini e bob.