Ha sempre più successo l'arrampicata, un'attività che suggerisce avventura e abilità. Con il ritorno della bella stagione riprendono a radunarsi attorno ai massi e alle pareti alpine, a ritrovarsi in manifestazioni dalla caratteristiche diverse. Nipoti dell'alpinismo classico, sono funamboli delle rocce, sulle ali della libertà. Seguono, con concezioni e stili diversi, quella filosofia che nel 1968 aveva portano un vento nuovo nel concepire l'arrampicata.

L'esordio della stagione avviene a Trento con i velocisti dell'arrampicata, i migliori del mondo. L'occasione si presenta il 1° maggio per "Trento Speed", la prima tappa della Coppa del Mondo Speed 2010. Sarà Piazza Dante, nel cuore del capoluogo trentino, ad ospitare un evento che vive la sua quarta edizione. Nuova location, dopo due anni in Piazza Duomo e lo scorso anno in Piazza Fiera.
Percorrere in pochi secondi la parete di gara, saltando di presa in presa per "bruciare" in velocità gli avversari, è in estrema sintesi ciò che i migliori specialisti dello Speed Climbing porteranno a Trento su una parete omologata per il record del mondo, a cui sono in molti a dare la caccia. Sulla parete si potranno ammirare i vincitori della Coppa del Mondo 2009, la polacca Edyta Ropek e il russo Sergey Sinitsyn, che senza dubbio punteranno ad iniziare la loro stagione, è proprio il caso di dirlo, col piede giusto. Non mancherà tuttavia l'agguerrita concorrenza, che porta i nomi del ceco Libor Hroza e del polacco Lukasz Swirk, entrambi particolarmente affezionati alle gare trentine, basti ricordare le vittorie di Speed Rock nel 2008 per Swirk, e quelle della gara di Daone e di Rock Master nel 2009 per Hroza.

L'armata dei climbers russi, per tradizione particolarmente legati alla velocità - le prime gare speed furono organizzate nell'ex URSS negli Anni 40 - vedrà salire in parete anche il vincitore della gara di Trento dello scorso anno, ovvero il ventenne attuale leader del ranking mondiale Sergey Abdrakhmanov, e il ventitreenne Evgeny Vaytsekhovsky, che nel 2007 trionfò al Rock Master. Altri "big" già iscritti alla prova cittadina di Trento sono il venezuelano vincitore di Rock Master 2008 e secondo l'anno scorso Manuel Escobar, gli ucraini Maksym Stenkovyy e Maksym Osipov e la giovane stella polacca Jedrzej Komosinski.
Per quanto riguarda la gara femminile, ad insidiare la Ropek ci saranno le russe Ksenia Alekseeva e Yuliya Levochkina, le sempre temibili ucraine Olena Ryepko e Anastasiya Savisko e la venezuelana Lucelia Blanco. Le iscrizioni chiuderanno a breve e per questo sono attesi altri atleti, inclusi gli italiani, che andranno ad arricchire il già prezioso parterre di gara.

La struttura sarà eretta sul "pavé" di Piazza Dante, rivolta alla stazione ferroviaria, con l'austera statua di Dante a fare da spettatore. La parete, realizzata dall'azienda arcense Sint Roc, misura 15 metri in verticale, è rivestita in resina e sabbia di quarzo, è dotata di 20 prese per le mani e 11 per l'appoggio dei piedi, ed è pronta a registrare i nuovi records, se saranno battuti quelli fatti segnare lo scorso anno al Campionato Mondiale in Cina da Qixin Zhong con 6"64, e da a Cuilian He, cinese pure lei, con 9"04.
Come detto la CdM Speed 2010 debutterà a Trento, per poi spostarsi a Mosca nel mese di giugno e a Chamonix in luglio, poi farà ritorno in Trentino con lo Speed Rock del 24 e 25 luglio, e proseguirà in Cina e Corea nei mesi di agosto e ottobre. L'appuntamento in piazza Duomo a Trento è per il 1° maggio con le qualifiche alle 10.30, con l'avvio degli ottavi di finale nel pomeriggio alle 15.15, delle semifinali e finali alle 16.45.
Info: www.speedrock.it

Poi ci sono i "sassisti", che amano più la libertà "espressiva", il gusto del riunirsi per dar vita ad happening sui massi e intorno. E quale occasione migliore di "Melloblocco", una delle più seguite e popolari manifestazioni del genere. E' l'appuntamento tra i più attesi dai boulderisti quello che andrà in scena nella Riserva Naturale della Val di Mello, nel Comune di Valmasino in Valtellina. L'edizione 2010, la settima, inizia giovedì 6 maggio e finisce domenica 9 maggio. Per questi i 4 giorni i boulderisti arriveranno da tutto il mondo. Si immergeranno ancora una volta nella Valle del Bouldering, un piccolo grande paradiso di pareti incantate, prati verdi e massi che sembrano caduti dal cielo.

L'anno scorso sono stati più di 2.000 i "Melloblocchisti" e più di 6000 le presenze in Valle. Un popolo, anzi una colorata "tribù" internazionale del boulder, che per 4 giorni ha animato, vissuto, riempito ma anche rispettato la Valle. E' anche per questo che la Val di Mello e il Comune di Valmasino hanno adottato il Melloblocco. Per questo, durante il Melloblocco, si va a piedi o si prendono i bus navetta. Perché il "Mello" è all'insegna della scalata e della natura, e il suo motto è: "Boulder, Wilderness e Pace".
Si parte Giovedì 6 febbraio, dai Bagni di Masino, con il convegno dedicato proprio alla nuova Riserva Naturale della Val di Mello, la più estesa della Lombardia. Ma in programma c'è anche la premiazione dei giovani che hanno partecipato al Concorso "Crea il marchio della Riserva". Non manca però l'arrampicata sul campo, con l'apertura della nuova area boulder dei Bagni di Masino. In serata, dopo l'appuntamento fisso l'happy hour in musica a San Martino, tutti al Centro Polifunzionale della Montagna per l'inaugurazione della mostra "Smettiamola di andare con delle sconosciute", ovvero la geologia applicata all'arrampicata.
Poi, venerdì, sabato e domenica si continua ad oltranza per tre giorni di bouldering e arrampicata sugli infiniti massi della Valle. Un immenso campo di gioco che spazia dal cuore storico della
manifestazione, la Val di Mello, ai massi nelle foreste dei Bagni di Masino. Dalle aree boulder di San Martino ai blocchi del Sasso Remenno. Per continuare con quelli sparsi in tutta la valle.
Non mancheranno né lo speciale Melloblocco Baby per avvicinare all'arrampicata le scolaresche, né i Clinics con i campioni. Si potranno provare le nuove attrezzature, ma anche partecipare a speciali slackline contest, incontri, proiezioni, presentazioni. E, naturalmente, si festeggerà il 7° Melloblocco e la gioia di arrampicare nell'imperdibile "La Sportiva Party" del sabato. Poi la grande conclusione della domenica sera con i premi per i campioni che avranno scalato i problemi più difficili ma anche i premi per tutti i Melloblocchisti.

Iscrizioni: Il Melloblocco è aperto a tutti. Pre-iscrizioni sul sito ufficiale www.melloblocco.it