Lo sci alpino iridato torna sulle piste al di là dell'Atlantico, in Colorado. Il verdetto è stato annunciato dal Presidente della Federazione internazionale dello sci (Fis), Gianfranco Kasper al Congresso di Antalya, in Turchia: la candidatura di Vail - Beaver Creek
al primo turno di votazioni ha vinto con 8 voti sui 15 totali. Buon successo per la proposta di Cortina che ha raccolto 4 voti contro i 3 di St. Moritz, l'avversaria diretta per l'edizione 2017 della kermesse, che vede a questo punto in pole position proprio la candidatura italiana. Alla prossima candidatura, infatti, dovrebbe confermarsi la regola del 3, che ha premiato Vail e Schladming, le ultime due vincitrici, proprio alla terza candidatura. E a questo punto Cortina parte già in vantaggio sulla rivale svizzera.
La sede dei Mondiali di sci nordico 2015 sarà Falun, in Svezia, che ha regolato 8 a 7 l'avversaria diretta Lahti (Fin). I Mondiali di salto 2014 sono andati ad Harrachov (Cze) e quelli di snowboard e freestyle 2015 a Kreischberg (Aut).
Positivo il commento del Presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, Giovanni Morzenti: "Facciamo i complimenti a Vail che si è aggiudicata i Mondiali, ma Cortina ha perso con onore. A questo punto, con tutta probabilità, ci ricandideremo per il 2017, come era già nelle intese precedenti a questo Congresso. Il nostro ringraziamento va al Governo che ci ha supportato in maniera davvero significativa, alle istituzioni locali e agli sponsor della candidatura. Un grazie speciale al presidente onorario della candidatura, l'ing. Paolo Scaroni, che ha sapientemente accompagnato i cammino di Cortina in questa esperienza mondiale".