Il Consorzio Turistico mette a disposizione cartine stradali e percorsi, mentre la collaborazione con la scuola specializzata Dolomite Biking (www.dolomitebiking.com) permette di organizzare escursioni singole o di gruppo di uno o più giorni, alla scoperta di nuovi percorsi e panorami dolomitici. Le esperte guide organizzano giri ciclistici in mountain bike o bici da corsa, di diversi gradi di difficoltà, con la possibilità, per i meno allenati di usufruire dei moderni impianti di risalita dell'Alta Badia, accessibili anche con la bici. Le escursioni spaziano da tranquille gite alle cascate del Pisciadú o alla scoperta dei masi ladini, fino a più impegnative escursioni nel parco naturale Fanes-Senes-Braies o alla Sellaronda in mountain bike, percorribile dal 27 giugno al 12 settembre.
Le strutture alberghiere "Bike Friendly" mettono a disposizione tutto quanto necessita al ciclista: deposito con possibilità di lavare e riparare le bici, cassetta specifica di attrezzi per le bici, lavanderia, ricca colazione equilibrata e piatto freddo o torte al pomeriggio, per un pieno di energia.
L'altra novità dell'estate 2010 è data dal percorso "Freeride Gherdenacia", dedicato agli appassionati di mountain bike, amanti dell'avventura. Da La Villa è possibile, infatti, prendere la seggiovia Gardenaccia, attrezzata con appositi ganci per il trasporto delle bici. Direttamente dalla stazione a monte diparte il percorso più impegnativo, adatto a persone maggiormente esperte, mentre per i bambini o per i ciclisti con meno esperienza si è pensato ad un percorso alternativo, ma non meno allettante. Attraverso il bosco, sempre in discesa, i due percorsi riconducono al punto di partenza, nel centro di La Villa.

LA SFIDA DI MARIA CANINS
Qui, nel cuore delle Dolomiti altoatesine, patrimonio naturale dell'Unesco, è nata Maria Canins trionfatrice per ben due volte al Tour de France e tutt'oggi icona di tale sport. Il Giro d'Italia ha entusiasmato gli appassionati e gli atleti, con le avvincenti sfide sui passi e poi la Maratona dles Dolomites, l'evento che raduna 9.000 ciclisti da tutto il mondo con sei ore di diretta televisiva, che è diventata la regina delle Granfondo, la gara irrinunciabile con 23.500 richieste di adesione, per chi pratica questo sport. E poi il Sella Ronda bike day che ogni anno colora e anima i passi dolomitici con tutte le vallate limitrofi chiuse al traffico.
La novità di quest'anno è legata a Maria Canins, che ha lanciato la sfida "gli 11.000 delle Dolomiti" che l'ex campionessa ha lanciato: riuscire a pedalare 11.000 m di dislivello in una settimana. Cinque le tappe da fare senza competizione, accompagnati da Maria Canins, Gianni Bugno, Claudio Chiappucci e guide locali con assistenza pulmino e ristoro sui passi. Queste le date previste: dal 06.06.10 al 13.06.10 e dal 20.06.10 al 27.06.10.


SVILUPPO FUTURO DELL'ALTA BADIA ALL'INSEGNA DELLE BICI

All'interno del progetto "Alta Badia quo vadis?" è stato creato un gruppo, che si occupa dello sviluppo dell'offerta bike per l'Alta Badia. Per il futuro sono previste migliorie per quanto riguarda la segnaletica sulle passeggiate a valle e in quota. Questo comporta l'individuazione di percorsi per soli ciclisti, oppure per ciclisti ed escursionisti. A medio termine è prevista la creazione ex novo di percorsi per sole bici in quota. Inoltre, è prevista una collaborazione con Alto Adige Marketing, in merito allo sviluppo dell'Alto Adige, quale destinazione per gli amanti delle due ruote. Si prevede il potenziamento della rete di piste ciclabili, dei percorsi a tema, con collegamenti tra le singole valli e di un sistema di noleggio omogeneo. Inoltre, si vuole creare materiale informativo uniforme, esteso a tutto l'Alto Adige. In quest'ambito é di elevata importanza poter offrire strutture ricettive specializzate, potenziare l'offerta di eventi legati al mondo delle bici ed effettuare un controllo della qualità, monitorato e continuativo.