D'inverno, con gli sci, è già un bellissimo ma impegnativo tour. E' il Sellaronda, uno dei più noti al mondo ski-safari. Ma ora con la mountain bike sarà davvero dura. Infatti è stata battezzata Sarà dura, ma soprattutto sarà tra le più affascinanti. Nasce così la "Sellaronda Hero MTB Marathon", la competizione di mountain bike in programma il 26 giugno in uno tra i più incantevoli panorami alpini. La gara si snoda tra le Dolomiti della Val Gardena, l'Alta Badia, Arabba, la Val di Fassa e l'Alpe di Siusi. Una competizione con due livelli di difficoltà: un percorso "marathon" di 82 chilometri e uno accessibile a tutti (o quasi) di 50 chilometri.

Qualunque sia la scelta si tratta sempre di una gara impegnativa dove è richiesto un buon allenamento. E in più il percorso di 82 km ha 4.200 metri di dislivello, uno sforzo che sarà alleviato solamente dal guardare il seducente panorama delle Dolomiti, un Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO. Le premesse ci sono tutte perché questa gara sia destinata a diventare un must nel panorama della mountain bike internazionale.

Chissà come se la caveranno gli sciatori della nazionale azzurra che hanno accettato l'invito di Peter Runggaldier, l'ex nazionale di discesa libera, oggi direttore tecnico della nuova ed impegnativa competizione che si fregia del titolo di "Europe's hardest mountain bike race". Al via si schiereranno Christoph Innerhofer e Peter Fill. E quest'ultimo pedalerà sul sentiero fuori casa, visto che abita a Castelrotto, uno dei paesi attraversati dalla gara. Ci sarà anche Kristian Ghedina, che non vuole mancare al confronto con i suoi ex compagni di squadra. La partecipazione degli azzurri della neve è legata anche alla raccolta di fondi in favore di Assisport Alto Adige, l'associazione che si occupa di affiancare e sostenere giovani talenti sportivi nella provincia di Bolzano. Alla vigilia della manifestazione, infatti, si terrà un'asta benefica con pezzi unici offerti dagli atleti della nazionale di sci: chi metterà a disposizione il proprio casco, chi un pettorale di gara, ognuno contribuirà a modo proprio alla operazione di beneficienza.

Due percorsi, si è detto, uno lungo Irony (limitato a soli 500 iscritti) e uno Medio, che attraverseranno i quattro passi dolomitici, Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella, nonché il Passo Duron, intorno al spettacolare massiccio del Sella (3.152 m) e del Sassolungo (3.181 m). Si è detto che il percorso più lungo ha 4.200 metri di dislivello, mentre quello di 50 km ne conta 2.600 di metri.

I due percorsi prevedono la partenza unica, alle ore 8, da Selva Gardena, a quota 1.563 metri. I concorrenti si dirigeranno quindi verso il Passo Gardena/Dantercepies (2.298 m) che rappresenta il primo GPM, e da qui in discesa verso Corvara (1.568 m) per poi salire in quota sul Passo Campolongo (1.875 m) e ridiscendere ad Arabba (1.605 m) in territorio veneto. Il secondo GPM lo si affronterà sul Passo Pordoi (2.239 m) e da qui i biker si butteranno nella discesa verso Canazei (1.450 m) in Val di Fassa, Trentino e a Campitello (1.414 m). Un'ultima salita per chi ha scelto il percorso MEDIO verso il Passo Sella (2.100 m) mentre chi vuole misurarsi sul tracciato IRONY dovrà affrontare il poco conosciuto Passo Duron (2.280 m) ma assai impegnativo, prima di tagliare il traguardo di Selva Gardena.

Ricco il programma di eventi collaterali della "Sellaronda Hero MTB Marathon", che inizia venerdì 25 giugno, con la presentazione della manifestazione nel tardo pomeriggio a cui seguirà il Welcome Party. Il giorno dopo, sabato 26 giugno, ad arricchire l'agenda del weekend sportivo, prenderà il via la manifestazione podistica con centro nevralgico Selva Val Gardena e i vincitori saranno premiati alle ore 15:00, durante il Pasta Party, aperto a tutti gli iscritti! Infine domenica 27 giugno, con partenza alle ore 08:30, si svolgerà la quinta edizione del "Sellaronda Bike Day" su strada, una pedalata sui passi alpini che hanno fatto la storia del ciclismo su strada. Per l'occasione i passi dolomitici di Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella saranno chiusi al traffico dalle 8.30 alle 15.30, lasciando via libera ai ciclisti.

Il montepremi previsto alla prima edizione della "Sellaronda Hero MTB Marathon"è importante: ai vincitori assoluti delle categorie "men" e "ladies", per esempio, andrà un assegno di 2.500,00 Euro mentre i primi classificati nella categoria amatori porteranno a casa due mountain bike Scott il cui valore commerciale è di circa 4 mila euro l'una.

Info: www.sellarondahero.com