Gli azzurri dello sci alpino maschile e femminile avranno un unico Direttore Agonistico per la prossima stagione agonistica: Claudio Ravetto. La Federazione italiana Sport Invernali ha poi confermato direttore tecnico del fondo Silvio Fauner, e Fabrizio Curtaz per il biathlon, Alberto Monticone per lo sci velocità. Restano da definire anche le altre direzioni tecniche.

Nella stessa riunione FISI sono stati nominati anche alcuni referenti del Consiglio federale per le diverse direzioni agonistiche: lo sci alpino maschile è stato affidato al vicepresidente Richard Weissensteiner, lo sci femminile farà riferimento a Walter Wedam, snowboard e freestyle sono stati affidati al vicepresidente vicario Antonio Noris, mentre il fondo avrà come referente Guido Carli e il bob Corrado Dal Fabbro.

L'attività federale intanto ha visto lo svolgimento delle elezioni dei presidenti dei Comitati Regionali. Un volto nuovo - ma notissimo sul piano sportivo -, quello di Claudia Giordani al vertice delle Alpi Centrali. Sconfitto Carmelo Ghilardi, ancora una volta per una manciata di voti, dopo aver cedute nella sfida con Morzenti. Un ottimo ingresso nelle vita federale quello di Giordani, slalomista negli Anni '70 con 3 vittorie di Coppa all'attivo e una medaglia d'argento ai Giochi di Innsbruck '76. Con lei in Consiglio un'altra e atleta, Daniela Zini.

Altro cambio al vertice è avvenuto al Comitato Fisi Friuli Venezia Giulia. Manuele Ferrari succede a Franco Fontana, in carica dal febbraio 2001 e ora consigliere federale. Ferrari, 48 anni, sindaco di Forni Avoltri in passato ha ricoperto il ruolo di coordinatore regionale del biathlon e di presidente dell'Asd Monte Coglians. Volto nuovo anche al Comitato Siculo: Nuccio Fontanarosa succede a Piero Agen. Così per il Comitato Appennino Emiliano, dove al presidente uscente Mario Stegagno subentra Giulio Campani, in un clima disteso e collaborativo.

Per i restanti Comitati Regionali si è trattato di conferme. Per l'Alto Adige è stato confermato Hermann Ambach, peraltro candidato unico. Ma con una novità: il nuovo Comitato è stato ridotto dagli attuali 20 consiglieri a soli dieci. Ambach è diventato Presidente del Comitato due anni fa. Era il primo presidente dell'Oltreadige.

Pietro Marocco ha ottenuto la riconferma con bella sicurezza alla presidenza della FISI Alpi Occidentali. Il Comitato Valle d'Aosta (ASIVA) per la quarta volta consecutiva sarà guidato da Riccardo Borbey, sempre affiancato dai vicepresidenti Renzo Bionaz e Nella Therisod. Soluzione di continuità anche per il Comitato Trentino con Angelo Dalpez, che ha ricevuto il 92% delle preferenze: "Per il prossimo quadriennio è mia ferma intenzione dare una nuova impronta organizzativa al Comitato Trentino Fisi. E avremo una particolare attenzione, come abbiamo fra l'altro dimostrato nelle ultime stagioni, all'aspetto tecnologico e all'innovazione". Con l'unanimità l'assemblea del Comitato Umbro Marchigiano ha riconfermato Filippo Cherri.