Questa valle a poco più di un'ora dal Brennero o dal passo Resia (quindi 2 ore da Merano, e 3 ore e 15' da Verona) è pressoché inedita per il mercato italiano, e ha abbracciato un modello esemplare di sostenibilità turistica che la preserva dall'invasione delle folle agostane. Lunga quasi 40 km, termina contro le alte montagne di confine e per tal motivo non è percorsa da trafficate strade di transito. Inoltre gli hotel (diversi i 4 stelle) sono sì quelli 'proverbiali' tirolesi, con tutti i loro ben noti pregi (calore, ospitalità, professionalità, cura dei dettagli, tradizione/innovazione, centri benessere e ‘coccole' per corpo e spirito a più non posso...), ma il numero dei posti letto totali è volutamente limitato a poche migliaia: così, l'equilibrato rapporto fra capienza ricettiva e numero di residenti garantisce un impatto moderato della pressione turistica. Ma il bello è che a Pitztal si recita un grandioso show di alta montagna. Oltre 50 vette sopra i 3000 metri e 46 ghiacciai per un totale di 35 kmq di nevi perenni, e poi prati coltivati e pascoli di altitudine, boschi e pietraie, cascate e laghetti , dove regnano gli stambecchi e le marmotte, i rododendri e le stelle alpine. Da esplorare con 380 km di sentieri segnalati.

E' un ambiente prezioso, tutelato dal Kaunergrat Naturpark che si estende su 58.920 ettari tra Pitztal e la parallela vallata Kaunertal. Tutto da vivere con la Gletschercard: un abbonamento settimanale (o anche 3 o 10 giorni) che agli adulti costa 41 euro, per i bimbi fino a 10 anni accompagnati è gratis. Dà libero accesso a una decina di impianti di risalita della zona 'Gletscherpark' (che individua un'area più vasta fino a Imst), permettendo a tutti di accedere ai piedi di spettacolari escursioni, che altrimenti richiederebbero marce di avvicinamento impegnative con dislivelli importanti. In più la card comprende l'ingresso al Centro Visite del Parco, pedaggio per la Gletscherstrasse (strada panoramica dei ghiacciai di Kaunertal) e altre facilitazioni.

Pitztal è una delle valli più tradizionali, autentiche e incontaminate del Tirolo - il che non vuol dire 'chiuse', poiché il livello degli alberghi e dei servizi è di prim'ordine. Nel tratto inferiore (paesi di Arzl, Wenns, Jerzens tra 800 e 1100 m) si pratica un'agricoltura di montagna in uno scenario da idillio, nella parte alta (Innerpitztal, con centri principali St. Leonhard a 1370 m e Plangeross) è il regno della natura potente e selvaggia. Alla fine della valle si raggiunge il pezzo forte della Pitztal, cioè il ghiacciaio omonimo. Vi si sale con un trenino sotterraneo che parte a 1800 m, dalla testata della valle, e arriva a 2750 m. Poi da qui (base della zona sciistica del ghiacciaio, aperta da metà settembre a metà maggio) si sale con la funivia Panorama-Bahn, alla quota più alta d'Austria raggiungibile con impianto di risalita. In cima si trova il Wildspitzblick, piattaforma panoramica su tutte le Alpi austriache, fino alle Alpi svizzere e altoatesine. E naturalmente sulle due cime gemelle che compongono la Wildspitze, 3774 m, una delle vette più significative delle Alpi orientali, raggiungibile senza eccessive difficoltà anche dai non alpinisti accompagnati da guide alpine. In cima la vista spazia dalle Alpi Bernesi al Grossglockner, dalle Dolomiti allo Zugspitze. Dalla stazione a monte della Panorama-Bahn gli escursionisti allenati possono poi scendere a valle attraverso una via ferrata sicura che scende sulla piattaforma glaciale Taschachferner, toccando la Taschachhaus in 6-8 ore. Una bella gita su sentiero segnalato in ghiacciaio raggiunge in 1,5 ore lo storico rifugio Braunschweiger Hütte. Dal ristorante centrale del Pitztal, all'arrivo del trenino, partono poi martedì e giovedì visite guidate gratuite di 2,5 ore per le buche di ghiaccio sotto il ghiacciaio (Gletscher-Eishöhlen).

Da non perdere, per un primo approfondimento della natura potente e selvaggia del Parco dei Ghiacciai, il Centro Visite Naturparkhaus Kaunergrat, importante esempio di architettura contemporanea votato alla divulgazione della cultura ecologica e delle peculiarità ambientali, con terrazza panoramica, ristorante, mostre interattive, e la mostra permanente "3000 m-Vertikal". Sorge a Fliess in un punto di osservazione privilegiato (il Gacheblick) verso la valle dell´Inn, all'ingresso di Kaunertal e Pitztal, in un'area densa di storia, cultura e natura: qui passava la via Claudia Augusta e nei pressi c'è il Piller Sattel, luogo di culto e di insediamento preistorico, con torbiere e biotopi di alto interesse ecologico.

PACCHETTI SUPER CONVENIENTI
La settimana dello stambecco (dal 25 luglio al 1 agosto 2010): una settimana mezza pensione, 3 giorni di Gletschercard, escursione guidata sulle tracce degli stambecchi, escursioni in ghiacciaio, per i bimbi programma al Pitzi Kinder Club sul tema natura e fauna, bus navetta per le escursioni e altre facilitazioni: da 305 euro a persona in 3 stelle.
Pacchetto 'attivo' Gletscherpark: una settimana mezza pensione a persona, compreso Gletschercard, programma escursioni, programma bambini e altre facilitazioni: solo da 300 euro a persona (tutta l'estate fino al 15 ottobre) in 3 stelle.
Pacchetto weekend lungo giovedì-domenica ‘Hochalpin' 3 giorni mezza pensione, compreso escursione guidata in cima al Wildspitze e-o altre escursioni come da programma settimanale del consorzio turistico: da 199 euro (tutta l'estate fino al 15 ottobre) a persona in 3 stelle.
Pacchetto famiglie: una settimana, mezza pensione, con programma e assistenza bimbi, ed escursioni guidate per adulti: da 782 euro (tutta l'estate fino al 15 ottobre) per 2 adulti più due bambini in 3 stelle.

Anteprima sci...
Piztal è la stazione sciistica su ghiacciaio più alta d'Austria e di tutte le Alpi centro orientali (terza in Europa). Aprirà gli impianti già il 14 settembre 2010. Sul ghiacciaio si accede con un trenino sotterraneo che porta a 2800 metri. Qui, tra i 3440 m e i 2800 m di quota, si snodano vari impianti ad alta portata per quasi 30 km di 'autostrade bianche' senza ressa (6 km facili, 19 km medi, 5 km difficili), che apriranno a pieno regime nel corso dell'autunno.

Info: Consorzio Turistico/Tourismusverband Pitztal, Unterdorf 18, A - 6473 Wenns (Pitztal), Tel.: +43 (0) 5414-86999, info@pitztal.com, www.pitztal.com