Non ci sono limiti alle possibilità di pratiche sportive: mountain-bike, trekking a cavallo, roccia, freeclimbing, equitazione, canoa, parapendio, deltaplano, ultraleggeri (a Enemonzo c'è anche un campo volo, con relativa scuola, info www.cvne.it), percorsi salute, tennis, pallavolo, pallacanestro, calcio, pattinaggio a rotelle, piscine, ma soprattutto escursioni lungo itinerari di rara bellezza: la Carnia è la cornice ideale per chi ama lo sport all'aria aperta e cerca una vacanza attiva e ritemprante.
L'offerta più curiosa è sicuramente "Vela tra i monti", una settimana di corso di vela sui laghi della Carnia, in un ambiente completamente atipico per questo sport, per chi vuole abbinare l'esperienza della vela agli scenari suggestivi e sereni della montagna. Il pacchetto comprende soggiorno di 6 giorni (5 notti), corso base per imparare ad usare le barche a vela, l'attrezzatura completa. Prezzo a partire da 410 euro in B&B e da 485 euro in hotel.
Ormai regina delle estati in montagna, la mountain bike anche in Carnia ha grandi spazi. Per i bikers sono stati mappati ed attrezzati una dozzina di splendidi percorsi che si snodano in tutte le valli. Saranno felici i rocciatori che possono scegliere pareti dei più vari gradi di difficoltà, mentre gli escursionisti possono fare campo base negli oltre 50 rifugi della zona per trekking di più giorni. Divertenti percorsi, tutti piuttosto impegnativi, per canoe si trovano nell'Alto Tagliamento e nel But.

E per chi preferisce sport più tranquilli, la pesca. I corsi d'acqua carnici sono ricchi di pesce. Fiumi e torrenti (spesso praticabili fino alla sorgente), laghi naturali ed artificiali: per i pescatori in Carnia c'è l'imbarazzo della scelta, tant'è che arrivano numerosi turisti anche da Austria, Slovenia Germania. Chi vuole pescare salmerini e trote, temoli e tinche, di cui sono ricchissime le acque della Carnia. Oltre alla licenza personale deve munirsi di una apposita autorizzazione (rilasciata da: Uffici Turismo Fvg di Arta Terme, Forni di Sopra, Ravascletto, Ente Tutela Pesca a Tolmezzo tel.0433/44788, Armeria Vidoni a Tolmezzo tel.0433/2485). E' possibile inoltre richiedere speciali autorizzazioni turistiche mensili, settimanali o giornaliere all'Ente Tutela Pesca del Friuli Venezia Giulia (tel.0432/ 551222/4).Per pescare senza licenza e autorizzazioni, con pagamento del solo pescato, sono funzionanti tutto l'anno i seguenti bacini privati: Lago Cison (via San Valentino, Amaro tel. 0433/ 466438), Troticoltura Vidotti (Località Peschiera, Sutrio, tel.0433/ 778061), Ai Laghetti (Centro Turistico Sportivo Pineta, Villa Santina, tel.0433/ 747693).

Opportunità anche per chi ama le competizioni, la Carnia ospita ogni estate moltissime corse in montagna. Fra tutte la più famosa è la "Staffetta dei tre rifugi", ultratrentennale appuntamento, che quest'anno si svolge il 22 agosto all'ombra del monte Cogliàns e tocca, partendo da Collina (frazione di Forni Avoltri), i rifugi Tolazzi, Lambertenghi e Marinelli.
Agli sportivi Carnia Welcome propone una serie di pacchetti di soggiorno, pensati perché si possano dedicare al meglio alla loro attività preferita. Li si trova sul sito www.carnia.it.
Dedicato a chi desidera pedalare fra boschi e radure, lungo percorsi da calibrare in base alla propria preparazione, è il weekend "Top Mountain bike". Prevede un soggiorno tutto bike e montagna di tre giorni, con briefing insieme all'istruttore nella serata dell'arrivo, 2 escursioni guidate su percorsi di diversi livelli a seconda della possibilità dei partecipanti, attrezzatura MTB, un massaggio rivitalizzante al termine di un' escursione. Prezzo a partire da 150 euro in B&B e da 180 euro in hotel.

Info: Carnia Welcome, tel. 0433/ 466220, info@carniawelcome.it; www.carnia.it