I fondali di un antico oceano e rocce di continenti un tempo lontani diventano un'attrazione turistica. Un trekking divertente e istruttivo sui territori che d'inverno sono apprezzati dai frequentatori del Monterosa Ski. Per i mesi caldi è stato tracciato l'itinerario per un'escursione che, per due principali motivi, è eccezionale. Perché si svolge tra i maestosi panorami dell'altopiano di Cimalegna, a 3000 m di quota (nell'area compresa tra il Passo dei Salati e il Col d'Olen: un'escursione sul versante meridionale Monte Rosa) e perché si tratta di un percorso didattico a carattere geologico-pedologico per conoscere la storia geologica delle Alpi e le caratteristiche dei suoli d'alta quota.
Una novità per questa estate 2010. Il percorso sarà inaugurato sabato 31 luglio 2010 presso il Passo dei Salati, dove è prevista la visita guidata al percorso e una dimostrazione dell'attività didattica e di laboratorio presso l'Istituto Scientifico Angelo Mosso. Il progetto, promosso dal Parco Naturale Alta Valsesia e finanziato in parte con contributi regionali nell'ambito del programma provinciale INFEA, ha puntato sulla valorizzazione geoturistica del territorio di Cimalegna, inserito all'interno del Sito di Interesse Comunitario Alta Valsesia ed compreso nella Rete Natura 2000.
L'itinerario prevede quattro stop principali, presso i quali sono posizionati otto tabelloni didattici, due per ogni stop, che illustrano (con un testo bilingue italiano/inglese) la storia dell'orogenesi alpina, le formazioni geologiche presenti sul territorio e i principali litotipi, nonché le caratteristiche dei suoli che si sono sviluppati a partire dalla roccia madre. Le materie trattate dal percorso didattico potranno essere approfondire presso l'Istituto Scientifico Angelo Mosso, dove sarà possibile proiettare audiovisivi su argomenti specifici, e dove sono esposti i pedoliti dei suoli di Cimalegna (un pedolite è la ricostruzione in laboratorio di un intero profilo di suolo, realizzato usando il materiale prelevato in campo) e una collezione dei litotipi dell'area.
Per coloro che vorranno seguire il percorso in modo autonomo, il Parco ha predisposto una guida all'itinerario con testo bilingue italiano/inglese che tratta in modo particolareggiato gli argomenti illustrati nei tabelloni, riportando carta e sezione geologica dell'area e contenente, inoltre, un piccolo glossario di geologia e pedologia.

Il "Percorso Geologico-Pedologico di Cimalegna" è stato ideato e curato da Chiara Leonoris, geologa e guardiaparco del Parco Naturale Alta Valsesia, che ha individuato nell'area in questione il luogo ideale per approfondire sul campo la complessa storia evolutiva del settore nordoccidentale della catena alpina, utilizzando l'ambiente di Cimalegna e la cresta spartiacque tra Valsesia e Valle del Lys come una vera e propria "palestra didattica". Qui, infatti, si possono trovare in un breve spazio le rocce appartenenti ad ambienti di formazione distanti, in origine, migliaia di chilometri e molto diversi fra loro, la cui storia ha coperto un lasso di tempo di oltre 200 milioni di anni e ha coinvolto porzioni molto profonde della crosta terrestre e perfino del mantello superiore.

L'ambiente naturale di Cimalegna è estremamente interessante anche sotto l'aspetto della pedologia, scienza che studia i suoli, i quali nell'area in questione si formano grazie a condizioni particolari, cioè per la presenza di una zona sub-pianeggiante a quote elevate e quindi esposte a condizioni climatiche estreme.
Alla progettazione e realizzazione dell'itinerario, oltre alla dottoressa Leonoris hanno collaborato il prof. Michele Freppaz e il dott. Angelo Caimi del Dipartimento di Valorizzazione e Protezione Agroforestale (DiVaPRA) della Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Torino, per quanto concerne la parte pedologica, e il prof. Giorgio Vittorio Dal Piaz, docente presso l'Università degli studi di Torino prima e Padova poi, nonché uno dei massimi esperti italiani di geologia, al quale è stata affidata la supervisione geologica.

L'iniziativa è rivolta principalmente agli alunni delle scuole superiori, ad associazioni naturalistiche e ambientali nell'ambito di corsi formativi, ad escursionisti e alpinisti e, dato il rigore scientifico con cui sono stati svolti gli studi e progettati i tabelloni e altri supporti didattici, anche a studenti universitari nell'ambito corsi di laurea e stage, grazie anche alla presenza sul territorio del Laboratorio Neve e Suoli Alpini (della facoltà di Agraria dell'Università di Torino) ospitato all'Istituto Scientifico Angelo Mosso al col d'Olen.
Per la giornata inaugurale che si terrà sabato 31 luglio, con ritrovo alle ore 10.00 al Passo dei Salati, è prevista la partecipazione del prof. Dal Piaz alla visita guidata al percorso e dimostrazione dell' attività didattica e di laboratorio presso l'Istituto Scientifico Angelo Mosso.

Info: Parco Naturale Alta Valsesia: tel. 0163/54680, 347/9174528; Info Point Monterosa Ski tel. +39 0125 303111, info@monterosa-ski.com; www.monterosa-ski.com; www.divapra.unito.it