Se d'inverno la pista innevata offre le emozioni degli uomini jet della discesa libera, in estate si lanciano in bici sui prati altri coraggiosi atleti. Sono quelli che animano con le loro mountain bike la specialità Downhill. Una bella serie i campioni saranno in pista a Pila, la località che sovrasta Aosta, dal 20 al 22 agosto prossimi irromperanno i campioni della downhill per disputarsi accogliere la 5° e penultima prova della "IXS European Downhill Cup 2010", il challenge continentale iniziato ad Innerleithen in Scozia e che terminerà a Châtel in Francia a metà settembre, dopo esser transitato per Austria, Germania, Repubblica Ceca, Italia.

Pila è un teatro ormai collaudato per questo tipo di gare in MTB, visto che ha ospitato una prova di Coppa del Mondo nel 2005 e i Campionati Italiani due anni fa. Ma la località è in grado di offrire ai bikers 185 km di tracciati dedicati alla mountain bike, il sentiero naturalistico delle Marmotte per scoprire la flora e la fauna alpina, le aree Bike Park e Bike Stadium, i due attrezzatissimi caroselli per gli appassionati di downhill e free ride estremo.
Saranno giornate spettacolari quella della manifestazione, che si svolgerà lungo la pista da sci "Du Bois", nota anche come pista "Renato Rosa". Il tracciato di gara è stato disegnato da Corrado Herin, vincitore della Coppa del Mondo di Downhill nel 1997. Un percorso veloce e adrenalinico, della lunghezza di 2.700 metri circa, che parte a fianco della stazione di arrivo della seggiovia "Chamolé" - a quota 2.311 metri - e termina alla partenza dello stesso impianto a quota 1.785 metri, per un dislivello totale di 526 metri.

Tratti erbosi si alternano a porzioni rocciose, con curve tecniche e mai nulla di scontato. Numerosi sono gli spettacolari "jump", come il "Salto dei Piloni" poco dopo lo start, o i doppi salti artificiali denominati "Doppio salto in curva" e "Jump Out", a bordo della pista da sci e in uscita dalle zone di bosco. Particolarmente tecnici sono poi lo stretto tratto di bosco detto "Labirinto" o la sequenza di sponde artificiali e dossi naturali su fondo erboso denominata "Le gobbe". L'ultimo frammento è assolutamente imperdibile, con quattro alte paraboliche artificiali, all'uscita delle quali si trova un dosso che immette in una piccola discesa, dove bisogna ricercare la massima velocità per affrontare un doppio salto ancora da vertigini. Gli ultimi dossi e sponde artificiali conducono poi verso il traguardo finale, alla partenza della seggiovia.

Il programma della tre giorni di "iXS European Downhill Cup 2010" a Pila prevede le prove libere al mattino e al pomeriggio di venerdì, seguiranno le prove assistite del sabato dalle ore 8 alle 13 per tutte le categorie, tesserati inclusi. Alle ore 13 scatteranno le cronometrate dei top 50 e alle 14.30 le qualifiche. I bikers prenderanno il via con intervalli di 30 secondi l'uno dall'altro, eccetto i top 10 della categoria élite che avranno un minuto di divario in partenza. La mattinata della domenica sarà ancora dedicata alle prove assistite, mentre a partire dalle 12.30 spazio alle finali.

La partecipazione alle gare è aperta anche ai non tesserati - provvisti di certificato medico -, i quali saranno i primi a prendere il via. La tariffa d'iscrizione è di 45 euro per tutti i tesserati (agonisti e amatori) e di 55 euro - comprensivi di polizza assicurativa - per i non tesserati.