Lo snowboard azzurro guarda con fiducia al futuro dopo i risultati ottenuti ai Mondiali juniores che si sono svolti dal 21 al 31 agosto in Nuova Zelanda, a Wanaka, bellissima stazione nel Queensland con sconografici panorami sulla regione dei laghi.
Il direttore tecnico Cesare Pisoni aveva convocato per l'importante trasferta sulle nevi neozelandesi una pattuglia agguerrita, composta da Andrea Christina Tribus, Nadya Ochner, Edwin Coratti, Mirko Felicetti, Manuel Pietropoli, Giorgio Ciancaleoni.
E i risultati sono stati una bella iniezione i fiducia per l'ambiente azzurro. Il bottino è stato una medaglia d'oro vinta da Edwin Coratti, diciannovenne altoatesino, nel gigante parallelo davanti al russo Konstantin Shipilov e al tedesco Stefan Baumeister; una medaglia d'argento ancora da Coratti nello slalom parallelo (dietro al russo Bozanov); mentre un'altra di bronzo è stata conquistata da Manuel Pietropoli, ventenne talento bresciano, nell'halfpipe, dove è giunto alle spalle del quindicenne giapponese Taku Hiraoka e dell'australiano Nathan Johnstone.
Dunque grande soddisfazione della spedizione azzurra, specie per le performance di Coratti, che ha esordito sul circuito internazionale nella passata stagione prendendo parte alla Coppa Europa. Merito di Coratti, a Wanaka, è quello di aver mostrato grande freddezza nonostante il campo di partecipazione fosse altamente competitivo, come testimoniato dalla presenza di numerosi avversari tedeschi e russi nelle posizioni di vertice.

Straordinaria anche la medaglia di bronzo nell'halfpipe di Pietropoli, mai prima d'ora uno snowboarder di casa nostra era salito su podio nella specialità. Manuel è stato autore di una ottima prima run che lo ha visto comandare addirittura la classifica parziale, e nella seconda pur migliorando il proprio punteggio ha subìto il sorpasso dei due illustri avversari che comunque non toglie valore alla sua prestazione. "Sono veramente contento per il risultato - ha dichiarato alla fine Pietropoli -. E' stata una gara tirata e dagli alti contenuti tecnici, è un bronzo che vale tanto per me, per la squadra e per il mio futuro". Pietropoli si era già distinto nel 2008, quando vinse una tappa di Coppa del mondo a Bardonecchia, diventando il primo atleta italiano ad aggiudicarsi una prova di halfpipe nella sfera di cristallo. Per le due ragazze onorevole partecipazione con un 12° posto per Nadya Ocher e un 19° per Andrea Christine Tribus nel gigante parallelo.

Dopo questa edizione a Wanaka salgono a 17 le medaglie vinte dall'Italia nella storia dei Mondiali juniores di snowboard, suddivise fra sei ori, sette argenti e quattro bronzi. La prima arrivò per merito di Gabriel Palfrader, argento a Nassfeld nel 2001, l'ultima quella di Coratti.

Ecco la lista completa dei medagliati azzurri:

2001 - NASSFELD/HERMAGOR AUT - Slalom Parallelo maschile - Argento PALFRADER Gabriel
2002 - ROVANIEMI FIN - Snowboardcross maschile - Oro SANDRINI Francesco
2002 - ROVANIEMI FIN - Gigante Parallelo femminile - Bronzo INSAM Marion
2002 - ROVANIEMI FIN - Gigante Parallelo maschile - Argento GALLI Rudy
2002 - ROVANIEMI FIN - Gigante Parallelo maschile - Bronzo ERLACHER Meinhard
2003 - PRATONEVOSO ITA - Snoboardcross maschile - Oro SANDRINI Francesco
2003 - PRATONEVOSO ITA - Gigante parallelo maschile - Oro GALLI Rudy
2003 - PRATONEVOSO ITA - Snowboardcross maschile - Argento GUERINI Luca
2004 - OBERWIESENTHAL GER - Snowboardcross maschile - Argento SANDRINI Francesco
2005 - ZERMATT SUI - Gigante Parallelo femminile - Oro BOCCACINI Corinna
2006 - VIVALDI PARK KOR - Snowboardcross maschile - Argento RAIMO Federico
2006 - VIVALDI PARK KOR - Gigante Parallelo maschile - Bronzo PONTI Luca
2008 - VALMALENCO ITA - Slalom Parallelo maschile - Argento MICK Christoph
2009 - NAGANO GIA - Snowboardcross maschile - Oro VISINTIN Omar
2010 - WANAKA NZE - Halfpipe maschile - Bronzo PIETROPOLI Manuel
2010 - WANAKA NZE - Gigante Parallelo maschile - Oro CORATTI Edwin
2010 - WANAKA NZE - Slalom Parallelo maschile - Argento CORATTI Edwin