Una volta l'apertura ufficiale della stagione sciistica era il primo weekend di dicembre. Ora sembra che sia aumentata la voglia di sci ed è nata una corsa ad anticipare la messa in funzione degli impianti di risalita. Ovviamente sono favorite le skiarea più in quota e con i ghiacciai.  Nella regione turistica Engadin St. Moritz, mentre cadranno a terra gli ultimi aghi dorati dei larici, il 16 ottobre sul Diavolezza si darà il via alla stagione invernale e verranno aperte le piste con la garanzia di una neve perfetta.

Un mese più tardi, il 20 novembre, la funivia Corvatsch e la cabinovia Marguns a Celerina porteranno i primi ospiti affamati di neve nel bianco paradiso alpino. Solo una settimana più tardi, il 27 novembre, l'apertura della funicolare e della funivia a St. Moritz coinciderà con lo sparo di via per il consueto e importante evento stagionale: dal 26 fino al 28 novembre a St. Moritz nel cuore della zona pedonale si terrà lo slalom parallelo "St. Moritz City Race".
Il 18 dicembre riprenderà il servizio la funicolare Muottas Muragl e a 2.456 metri una piacevole sorpresa attenderà i visitatori del belvedere più bello dell'Engadina: dopo ristrutturazione e rinnovamento apriranno i battenti il nuovo hotel, il ristorante e il ristorante take away. Per i mattinieri c'è una possibilità in più: nel comprensorio sciistico del Corviglia le gondole e le seggiovie iniziano la loro giornata già alle ore 7.45.

Interessante la ristrutturazione del romantico albergo di montagna Muottas Muragl. Oltre alle 16 camere graziose (di cui una è una suite con una grande terrazza privata) arredate con elementi in legno di pino cembro e una più variegata offerta gastronomica, il rinnovamento ha seguito un'impronta ecologica ed energeticamente sostenibile. Secondo il metodo di costruzione "Minergie" il riscaldamento a gasolio è sostituito da una pompa di calore, affiancata da un impianto solare termico per la produzione d'acqua calda e il sostegno al riscaldamento. L'utilizzo del calore perso degli impianti di raffreddamento e della sala macchine, nonché l'accumulo dell'energia solare d'eccedenza, tramite una sonda geotermica renderanno l'edificio energeticamente indipendente. Anche l'elettricità sarà fatta in casa. Lungo il tracciato della funicolare è stato montato il più efficiente impianto fotovoltaico (converte l'energia solare tramite pannelli solari) della Svizzera.

Info: www.engadin.stmoritz.ch/mountains