Il ventiseienne campione di Rossignol, proveniente da Brunico, che ha vinto la sua prima Coppa del Mondo due anni fa a Bormio, ha raggiunto il suo primo podio in questa specialità in un importante evento dopo essere arrivato quarto a Val d 'Isère nel febbraio 2009 e sesto a Vancouver un anno fa.

"E' fantastico, sono così emozionato, ho difficoltà a credere quello che è successo oggi" ha detto il nuovo campione del mondo di Super-G, che ha dominato i suoi rivali durante tutta la gara. Ero molto motivato e fiducioso alla partenza, mi sono detto che le condizioni erano ottime per me e che dovevo impegnarmi duramente per evitare un altro deludente quarto posto. Le condizioni del campo erano semplicemente perfette per me, neve molto dura ma non ancora  ghiacciata, come nei giorni precedenti. Ho cercato di realizzare un percorso pulito e controllato, perché era molto facile fare errori".

Innerhofer, afflitto da dolori alla schiena negli ultimi anni dopo il suo successo impressionante a Bormio, ha ritrovato la sua forma durante questo inverno e è risultato tra i top 10 in diverse gare di velocità.

"Ero molto concentrato su questo evento e mi sentivo pronto a dare il meglio sciando di nuovo al 100%. Non ho sciato così bene la scorsa settimana a Hinterstoder e il mio allenatore mi ha dato spronato in seguito. Mi ha detto di fargli vedere che ero un vero campione rischiando più del solito. I risultati di oggi lo dimostrano! Questa medaglia d'oro è una grande ricompensa per il mio duro lavoro durante questi anni e anche un successo eccellente per tutti coloro che mi hanno sostenuto tanto da giovane. Questo risultato mi dà grande slancio per la prossima discesa, ma in questo momento voglio solo godermi la giornata con i miei amici e i miei compagni di squadra. E' semplicemente un grande giorno per tutti noi!"